koulibaly

Il Napoli multa Koulibaly: intervista che ha lasciato tutti sbigottiti

50 mila euro di multa per Koulibaly, colpevole di aver rilasciato un’intervista a L’equipe non autorizzata dal Napoli calcio e che ha lasciato di stucco De Laurentiis e i dirigenti partenopei.

Koulibaly, intervistato dal quotidiano francese, ha infatti manifestato un malcontento sul mancato accordo di rinnovo:
“Mi restano tre anni di contratto. Quando sono arrivato nel 2014, ho firmato per cinque anni e all’epoca fui molto felice. Ora ho fatto due stagioni positive e ci sono offerte sul tavolo. Farò la cosa che mi favorirà di più, non solo dal punto di vista economico, ma soprattutto sportivo. Dei club di alto livello mi vogliono e non ho ricevuto alcun segnale dal Napoli. Le trattative per il rinnovo sono ad un punto morto.”

Parole al vetriolo che certamente non impressioneranno De Laurentiis. La multa al giocatore è solo un assaggio della personalità del presidente che non intende lasciarsi intimidire dai ricatti di quello che resta comunque un elemento portante della difesa di Sarri.
Anche il manager di Koulibaly, Satin, non ha assunto un atteggiamento riconciliatore in tutta questa vicenda che apre a polemiche estive di cui francamente facevamo a meno.

Nessun commento, nessuna dichiarazione, soltanto un telefonico “non ho nulla da commentare” di Satin.
Insomma, la smentita dell’agente alle parole di Koulibaly non è arrivata.
L’agente e il giocatore spingono per il rinnovo, con un importante ritocco dello stipendio: l’interesse del Chelsea e di Conte sono l’arma che hanno utilizzato per l’offerta a De Laurentiis. Il patron intanto si coccola Tonelli e l’impressione è che a fronte di simili atteggiamenti e di laute offerte dalla premier, perfino Koulibaly non sia più così incedibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *