Connor McDavid domina mentre gli Oilers vincono Gara 5 delle finali della Stanley Cup

Alba, Florida. – Le parole di Connor McDavid si sono trasformate in un grido di battaglia dopo che gli Edmonton Oilers hanno sconfitto i Florida Panthers in Gara 4 delle finali della Stanley Cup.

“Dobbiamo andare in Florida”, ha detto, “fare un lavoro e trascinarli di nuovo in Alberta”.

Gli Oilers hanno fatto proprio questo vincendo 5-3 in Gara 5 martedì sera all’Amerant Bank Arena. Non è stato dominante come la demolizione per 8-1 di sabato, ma hanno fatto più che sufficiente – guidati dai due gol e dai due assist di McDavid – per rimanere in vita. Hanno bisogno di altre due vittorie per raggiungere la gloria della Stanley Cup.

Gli Oilers erano in vantaggio per 3-0 e 4-1 nel secondo periodo, ma hanno dovuto respingere un furioso tentativo di rimonta da parte dei Panthers, che si sono portati a portata di gol all’inizio del terzo. Stuart Skinner ha effettuato 29 parate per gli Oilers. Sergei Bobrovsky ha fermato 19 tiri per la Florida.

“È stato uno sforzo totale da parte di tutti”, ha detto McDavid. “Gli special team ovviamente sono stati migliori. Sul rigore non c’è altro da dire. Sono stati bravi. [Connor Brown] Ha segnato un bellissimo gol per sistemarci. Cinque-cinque, è tutto quello che abbiamo fatto. È uno sforzo di squadra totale, da cima a fondo.

I Panthers hanno iniziato Gara 5 sul ghiaccio di casa con l’aspetto di una squadra alla ricerca del primo titolo della Stanley Cup, ma il talento di Skinner è continuato durante le numerose palle perse, intense e ad alta pressione, della Florida, a partire dalla palla rubata da Aaron Ekplat in Gara 4.

READ  Vincitori e perdenti del primo round del Draft NFL 2024: gli Eagles trovano il loro CB, Kirk Cousins ​​​​disgraziato

Un rigore contro Brett Gulak a soli 4:47 sembrava fornire la liberazione che il pubblico di casa stava aspettando. Invece, a metà del gioco di potere, Brown ha rubato il disco sulla linea blu e ha battuto Bobrovsky con un paziente rovescio. Per la seconda partita consecutiva, Edmonton ha aperto le marcature con un conteggio short-handed.

“La differenza stasera sono state le squadre speciali”, ha detto l’allenatore degli Oilers Chris Knoblauch. “Penso che stasera eravamo più 3 sugli obiettivi delle squadre speciali. Questo aiuterà sicuramente la nostra squadra.

Dopo il conteggio di Brown, i Panthers hanno registrato solo un altro tiro in porta nelle restanti 14:30 del periodo. E Nico Mikkola è stato fischiato per interferenza al clacson, dando agli Oilers un gioco di potere per iniziare il secondo periodo.

Il decantato gioco di potere di Edmonton non aveva ancora preso il via nelle finali – il suo unico conteggio di giochi di potere in Gara 4 è stato di cinque contro tre – e per 1 minuto e 58 secondi, sembrava che la tendenza sarebbe continuata. Ma un punto di Evan Bouchard (tre assist) deviato da Zach Hyman davanti alla rete e oltrepassa Bobrowski per il vantaggio maschile a due secondi dalla fine, portando gli Oilers sul 2-0.

McDavid ha segnato il 3-0 lanciando Bobrowski 3 minuti dopo, cosa che ha mandato i Panthers in partita – e la probabilità di un altro volo di 2.500 miglia verso l’Alberta incombeva grande.

Evan Rodrigues ha rubato il disco lungo il tabellone, lo ha dato in pasto a Tkachuk con una bassa pressione di vapore nella zona, poi il finale a rilascio rapido di Matthew Tkachuk su Skinner 1:53 ha poi portato Florida sul tabellone.

READ  40 La migliore colla spray per tessuti del 2022 - Non acquistare una colla spray per tessuti finché non leggi QUESTO!

Ma un rigore straordinario su Kyle Okboso al 10:02 ha rimesso al lavoro la ritrovata speranza di Edmonton nel gioco di potere, e McDavid ha fatto quello che sa fare meglio in fretta, girando i Panthers dentro quando è andato a rete e ha servito Corey Perry. Tocca alle 11:54.

Rodriguez ha risposto con il suo quarto gol della serie 14 secondi dopo, ma Florida non è riuscita ad avvicinarsi a 40 minuti dalla fine nonostante una forte spinta a fine periodo.

Quel tiro si è concluso nel terzo, e ai Panthers sono bastati solo 4:04 per pareggiare a portata di goal. Il difensore Oliver Ekman-Larsson, giocando su questo palco per la prima volta nel 14esimo anno della sua carriera in NHL, si è nutrito di Tkachuk per alimentare il pubblico speranzoso.

Brown ha detto che gli Oilers sono pronti per la sfida.

“Siamo a nostro agio con le partite a un gol”, ha detto. “… Penso che abbiamo mostrato compostezza. Hanno segnato, ci hanno attaccato nei primi cinque minuti. Eravamo tranquilli. … Penso che stiamo dimostrando la nostra maturità. Con il passare della stagione mostriamo il nostro carattere. La nostra speranza e fiducia stanno crescendo.

La fiducia del pubblico ha cominciato a vacillare man mano che il periodo si scioglieva, e la tensione è aumentata quando Dmitry Kulikov è stato penalizzato per inciampare, rimandando gli Oilers in power play con 7:32 rimanenti.

La Florida ha annullato quel rigore, ma gli sono stati concessi due minuti per recuperare dovendolo fare. I Panthers hanno ritirato Bobrowski per un attacco extra con poco più di 2:30 rimasti, e McDavid ha segnato a porta vuota con 17,3 secondi rimasti per fare quello che voleva: riportare la serie in Alberta. Il gol ha regalato a McDavid il suo 42esimo punto della postseason – e la sua seconda partita consecutiva da quattro punti.

READ  La nuova legge richiede che tutte le aule delle scuole pubbliche della Louisiana espongano i Dieci Comandamenti

“Voglio giocare nei playoff”, ha detto McDavid. “Adoro giocare con questa squadra. È stata una corsa divertente e siamo entusiasti di partire un altro giorno. Ma questo è tutto ciò che abbiamo guadagnato qui: un altro giorno, un altro volo. Siamo pronti per andare a Edmonton venerdì.

Le probabilità sono contro gli Oilers mentre tornano a casa per Gara 6 e portano con sé la loro crescente fiducia. Ma le probabilità erano contro Edmonton all’inizio della stagione, un inizio lento ha portato a un cambio di allenatore e un costante aumento in classifica per tutta la stagione per raggiungere i playoff.

Brown è stato con le spalle al muro per tutta la serie, dicendo che crede che gli Oilers siano migliori. La loro situazione è ancora precaria, ma a loro non importa.

“Lo so, molte persone ci hanno escluso. Siamo stati eliminati spesso nei playoff, nella stagione regolare, ecc.”, ha detto Knoblauch. “Questo non disturba il gruppo là fuori. Hanno molta speranza – molta speranza – e si godono ogni giorno in più perché siamo stati contati molto tempo fa e siamo ancora qui a giocare a hockey a giugno. Torniamo a Edmonton per Gara 6. C’è molto da ridere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto