Novembre 27, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

Il pastore Al Sharpton chiede alla NBA di porre fine alle indagini dei Phoenix Suns, rimuovere il proprietario Robert Sarver

Il pastore Al Sharpton chiede alla NBA di porre fine alle indagini dei Phoenix Suns, rimuovere il proprietario Robert Sarver

Sabato, il leader dei diritti civili, il reverendo Al Sharpton, ha invitato la NBA a chiudere le indagini sui Phoenix Suns e rimuovere il proprietario di maggioranza Robert Sarver, o fornire una tempistica chiara per risolvere il problema. Sharpton ha detto che in caso contrario, potrebbe portare dimostrazioni a Phoenix.

“Il proprietario di The Suns è stato rivelato in una storia di ESPN lo scorso novembre: come Sarver, il principale proprietario di Phoenix Suns, ha fatto tutte queste dichiarazioni razziste e misogine. E [the NBA] Sharpton ha detto alla sede di New York City del National Action Network, un’organizzazione per i diritti civili da lui fondata nel 1991. “Bene, quanto tempo impiega un’indagine quando hai video e persone che si fanno avanti?

Ho inserito la chiamata [Friday] All’NBA vogliamo che chiuda l’inchiesta e la rimuova [Sarver] Oppure dicci l’orario previsto dall’accordo”.

La National Action Network terrà la sua conferenza annuale dal 6 al 9 aprile a New York City.

“Non permetteremo alle persone di influenzare la cultura della NFL o della NBA, insultarci e agire come se fosse un comportamento accettabile”, ha detto Sharpton. “Pensano che, poiché era novembre, tutti lo dimenticano, motivo per cui volevamo esercitare quella pressione. Quindi noi, al Phoenix Suns”.

Il portavoce della NBA Mike Bass ha dichiarato a ESPN sabato che l’indagine, che è stata intrapresa dallo studio legale Wachtell Lipton, “è in corso e richiederà il tempo necessario per completare una revisione completa e completa della questione”.

Bass ha affermato che qualsiasi potenziale azione da parte della NBA non si sarebbe verificata fino al completamento delle indagini.

L’NBA ha iniziato le sue indagini su The Suns e Sarver all’inizio di novembre 2021, poche ore dopo che ESPN ha pubblicato la sua storia – basata su interviste con più di 70 dipendenti attuali ed ex – che includeva accuse di razzismo e misoginia in luoghi di lavoro ostili e tossici in alcuni di essi. Phoenix durante i 17 anni di mandato di Sarver.

READ  I produttori di birra firmeranno con Andrew McCutchen

Sarver ha negato la maggior parte delle accuse dettagliate nella storia di ESPN.

Da allora, gli avvocati con sede a New York per Wachtell Lipton, che in precedenza avevano condotto le indagini incentrate sulla proprietà sui LA Clippers e gli Atlanta Hawks, hanno intervistato più di 300 persone, la maggior parte delle quali attuali ed ex dipendenti, secondo quanto riferito da fonti vicine all’indagine. ESPN. Tali fonti hanno affermato che gli avvocati hanno anche avuto accesso a molti documenti, come e-mail interne e registri delle risorse umane.

I dipendenti hanno confermato una serie di accuse pubblicate mentre ne presentavano altre, hanno detto in precedenza fonti a ESPN, e hanno fornito agli investigatori documenti, in particolare e-mail.

L’annuncio di Sharpton sabato arriva dopo che i membri di una nuova coalizione di attivisti per i diritti civili, che include quattro membri del National Action Network di Sharpton, hanno inviato una lettera l’11 marzo al commissario NBA Adam Silver, così come al Board of Governors dell’NBA, che ha chiesto Sarver essere invitato. . Rimozione.

La lettera del gruppo di 10 persone, che si pubblicizza come l’American Sports Accountability Project, recita: “Siamo profondamente turbati dalle segnalazioni di razzismo, misoginia e comportamenti abusivi presumibilmente commessi dal proprietario di maggioranza dei Phoenix Suns, Robert Sarver.”. “Non c’è assolutamente tolleranza per un simile comportamento nella società odierna e ci aspettiamo che l’NBA e la sua leadership ritengano il signor Sarver responsabile di questi atti spregevoli, come è successo nel caso di Donald Sterling”.

Sharpton faceva parte di una delegazione che ha incontrato Silver nel 2014 e ha sollecitato una rapida risoluzione sull’indagine su Donald Sterling, l’ex proprietario dei Clippers che è stato bandito dalla lega per commenti razzisti emersi da una conversazione registrata.

READ  40 La migliore suspension training del 2022 - Non acquistare una suspension training finché non leggi QUESTO!

L’American Sports Accountability Project, o ASAP, ha anche lanciato un sito Web e un hashtag sui social media per la sua campagna: #SackSarver.