Dicembre 8, 2021

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

La festa è finita: Deepavali soffoca in aria pericolosa e malsana a Delhi

New Delhi, 5 nov (Reuters) – I residenti di New Delhi si sono svegliati la mattina alla vigilia del Deepavali, la festa della luce indù, per respirare l’aria inquinata più pericolosa dell’anno. Di solito, i fuochi d’artificio hanno rotto la barriera.

La qualità dell’aria a Nuova Delhi è peggiore di tutte le capitali del mondo, ma purtroppo la lettura di venerdì è stata pessima perché la gente ha pagato il prezzo per celebrare il più grande festival dell’India più rumoroso e fumoso.

Secondo le linee guida del Federal Pollution Control Board, l’indice di qualità dell’aria (AQI) è passato da 500 a 451 – il più alto registrato quest’anno – indicando condizioni “gravi” che colpiscono le persone sane e quelle affette da malattie preesistenti.

L’AQI misura la concentrazione di tossine PM2,5 in un metro cubo di aria. A Delhi, dove vivono quasi 20 milioni di persone, venerdì il PM2,5 ha raggiunto una media di 706 microgrammi, mentre l’Organizzazione mondiale della sanità stima che qualsiasi cosa al di sopra dei 5 microgrammi all’anno non sia sicura.

Nonostante sia stato vietato in molti stati, venerdì, un giorno dopo il festival Deepavali, sono stati segnalati livelli pericolosi di inquinamento atmosferico in alcune parti dell’India, mentre le persone celebravano con fuochi d’artificio di notte.

Il PM2,5 nell’aria può causare malattie cardiache e respiratorie come il cancro ai polmoni. Inoltre, in India, l’aria tossica viene uccisa Più di un milione di persone all’anno.

“Il divieto di petardi a Delhi non sembra avere successo, il che ha portato all’aggiunta di inquinanti pericolosi alle fonti perenni esistenti”, ha affermato Sunil Tahiya, ricercatore presso il Center for Energy and Clean Air Research (CREA).

Ogni anno, i funzionari del governo o la Corte Suprema dell’India vietano i petardi. Ma le restrizioni sembrano essere applicate.

A peggiorare le cose, il Diwali sta arrivando in un momento in cui gli agricoltori negli stati vicini di Delhi del Punjab e Haryana stanno bruciando i baccelli rimanenti dopo il raccolto per preparare i loro campi per il prossimo raccolto.

READ  Iowa e Ben State

Secondo i dati dell’organismo di monitoraggio del SAFAR sotto il Ministero Centrale delle Scienze della Terra, fino al 35% dei livelli di PM2,5 di Nuova Delhi sono ancora incendi.

UN Rara ortografia di cieli sereni Le piogge e i venti incessanti di ottobre hanno aiutato gli abitanti di Delhi a respirare aria pulita per almeno quattro anni.

Ma i livelli di inquinamento nel nord dell’India aumentano durante i mesi invernali perché le basse temperature e le basse velocità del vento possono intrappolare gli inquinanti atmosferici per lungo tempo.

Lampade che adornano un balcone di un grattacielo a Noida, in India, il 5 novembre 2021. REUTERS / Anushree Fadnavis

Ambrish Mittal, un medico del Max Healthcare Hospital di Nuova Delhi, ha espresso la sua frustrazione per il deterioramento delle misurazioni dell’AQI a causa della mancanza di impegno per rendere la capitale più vivibile.

“È spaventoso per le persone con allergie e asma. Per ragioni continueremo a combattere e soffrire di più”, ha scritto in un post su Twitter.

Viene spesso accusato che i governi indiani non siano abbastanza bravi da controllare l’inquinamento poiché danno la priorità alla crescita economica per aumentare gli standard di vita nel secondo paese più popoloso del mondo.

Lunedì, il primo ministro Narendra Modi ha dichiarato al vertice sul clima COP26 di Glasgow che l’India raggiungerà le emissioni nette di carbonio zero entro il 2070, ma alcuni esperti ritengono che l’obiettivo sia in ritardo di almeno due decenni.

Relazione di Neha Arora e Mayang Bhardwaj; Montaggio di Simon Cameron-Moore

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.