Il giudice riduce la sentenza di Roundup da 2,25 miliardi di dollari per Bayer a 400 milioni di dollari

Scritto da Dietrich Knuth

NEW YORK (Reuters) – Un giudice della Pennsylvania ha ridotto martedì una sentenza statunitense da 2,25 miliardi di dollari contro la Bayer a 400 milioni di dollari per un uomo della Pennsylvania che aveva affermato di aver sviluppato un cancro a seguito dell’esposizione al diserbante dell’azienda.

Una giuria della Philadelphia Court of Common Pleas ha stabilito che il linfoma non Hodgkin di John McIveson era il risultato dell’utilizzo di Roundup nei lavori di giardinaggio a casa sua per diversi anni e ha ordinato alla Bayer di pagare 250 milioni di dollari di danni compensativi e 2 miliardi di dollari di danni punitivi. . .

Il giudice Susan Shulman ha accolto alcune delle mozioni post-processuali della Bayer per contestare tale sentenza, riducendo i danni compensativi a 50 milioni di dollari e i danni punitivi a 350 milioni di dollari.

La Bayer ha detto che presenterà ricorso alla Corte Suprema della Pennsylvania, contestando la decisione del tribunale di grado inferiore di consentire alla giuria di ascoltare quella che ha descritto come testimonianza fuorviante e “infiammatoria”.

“Sebbene la decisione della corte riduca il risarcimento incostituzionale eccessivo, continuiamo a non essere d’accordo con la sentenza sulla responsabilità, poiché il processo è stato rovinato da errori significativi e reversibili”, ha detto martedì un portavoce della Bayer.

Bayer ha anche chiesto una riforma legislativa statunitense per proteggere le aziende i cui prodotti sono conformi ai requisiti federali di etichettatura.

Gli avvocati di McKeeson, Tom Klein e Jason Itkin, si sono detti lieti che Shulman abbia confermato la conclusione della giuria secondo cui Roundup causa il cancro. Ma intendono anche ricorrere in appello, cercando di restituire il verdetto da 2,25 miliardi di dollari della giuria.

READ  La fine di un'era in Russia dove sanzioni e compagnie occidentali stanno flirtando con la loro via di fuga

“Ridurre l’importo del verdetto della giuria è un chiaro allontanamento dalla legge consolidata della Pennsylvania che intendiamo affrontare in appello”, hanno affermato Klein e Aitken in una dichiarazione congiunta.

Bayer ha affermato che decenni di studi hanno dimostrato che Roundup e il suo principio attivo, il glifosato, sono sicuri per l’uso umano.

Il Roundup è tra gli erbicidi più utilizzati negli Stati Uniti, anche se l’anno scorso l’azienda ha interrotto le vendite per uso domestico.

Bayer ha vinto 14 degli ultimi 20 processi giornalistici, ma ha anche subito una serie di perdite tra la fine del 2023 e l’inizio del 2024, risultando in sentenze per oltre 4 miliardi di dollari.

Alcune di quelle sentenze, come quella di McKivison, furono successivamente ridotte, ma i casi posero fine a una serie di nove processi vincenti per Bayer e delusero gli investitori e le speranze della società che il peggio del contenzioso Roundup fosse passato.

Negli Stati Uniti sono state presentate circa 165.000 richieste di risarcimento contro la società per lesioni personali presumibilmente causate da Roundup, che Bayer ha acquisito come parte dell’acquisto da 63 miliardi di dollari della società chimica agricola statunitense Monsanto nel 2018. La maggior parte dei querelanti, come McKivison, sostiene che il prodotto Provoca tachicardia. -Linfoma.

Nel 2020, Bayer ha risolto la maggior parte dei casi Roundup allora pendenti per 9,6 miliardi di dollari, ma non è riuscita a ottenere una transazione che coprisse casi futuri. Ci sono ancora più di 50.000 richieste pendenti.

(Segnalazione di Dietrich Knuth; Montaggio di Josie Cao, Richard Zhang e Jerry Doyle)

READ  Dal risparmio di 1.000 dollari al guadagno di 25 milioni di dollari all'anno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto