L’attaccante dei Celtics Kristaps Porzinis si rompe il tendine del polpaccio, lo stato per Gara 3 non è chiaro

DALLAS – La stella dei Boston Celtics Kristaps Porzinis ha subito uno strappo al tendine della gamba sinistra, lasciando in dubbio le sue condizioni quotidiane e la sua disponibilità per Gara 3 delle finali NBA.

Nell’annunciare l’infortunio, i Celtics hanno detto che Porzinis ha subito una “lesione del retinacolo mediale che ha consentito una lussazione tibiale posteriore” nella gamba sinistra, il che significa che un tendine vicino alla caviglia è stato lesionato. Boston ha descritto l’infortunio come “raro” e ha detto che Porzinis si è consultato con diversi specialisti.

Secondo la National Library of Medicine, la “stragrande maggioranza” di questi casi viene risolta chirurgicamente.

“È un infortunio grave”, ha detto l’allenatore dei Celtics Joe Mazzola prima che i Celtics si allenassero a Dallas. “Sta facendo tutto il possibile per essere pronto per la partita di domani. Alla fine, la nostra squadra e il team medico non lo metteranno in nessuna brutta situazione, quindi abbiamo deciso di giocare fuori dal suo controllo.

“Farò tutto il possibile per essere lì domani”, ha detto Porzinis, che nelle finali ha segnato 12,5 punti di media e 5,0 rimbalzi dalla panchina.

“Sono (ottimista), ovviamente, devo esserlo”, ha detto Porzinis.

La squadra ha detto che il nuovo infortunio non è legato all’infortunio al polpaccio che ha messo da parte Porzinis per 10 partite all’inizio dei playoff. I pazienti che non hanno accesso immediato al livello di cure di cui godono i Celtics in genere non vengono diagnosticati per un lungo periodo di tempo quando affrontano l’infortunio di Porzinis, ha affermato la Biblioteca Nazionale di Medicina. Questi pazienti potrebbero pensare di avere una distorsione alla caviglia o, secondo la NLM, un tumore muscolare benigno attorno alla caviglia.

READ  Alla 500 Miglia di Indianapolis, Pato O'Ward è triste dopo aver fallito nuovamente

I Celtics guidano la serie 2-0, con Gara 3 in programma mercoledì alle 20:30 ET all’American Airlines Center di Dallas.

Nel frattempo, la star di Dallas Luka Doncic ha dichiarato che il suo dolore al petto è “abbastanza buono” prima di delineare il problema di fondo dietro il deficit di 2-0 dei Mavericks nelle finali NBA.

Dončić segna moltissimo, segnando 31 punti a partita durante entrambe le sconfitte contro i Celtics, la media più alta per entrambe le squadre. Domenica ha giocato Gara 2 – una sconfitta per 105-98 – con una contusione al petto così dolorosa che dopo la partita ha detto che era già discutibile giocare. Una fonte della lega ha detto che Dončić ha ricevuto un’iniezione antidolorifica prima della seconda partita e potrebbe aver bisogno di un’altra iniezione prima della terza partita.

Martedì, quando a Doncic è stato chiesto del suo stato di salute, ha detto: “Mi sento bene. “Non voglio entrare nei dettagli, ma mi sento bene”.

Dončić ha anche detto che il problema principale dei Mavericks in questa serie è che “non possiamo segnare davvero”.

I numeri di tiro di Dallas devono migliorare per tornare alle finali. I Mavs tirano .445 come squadra, ma i loro tiri da 3 punti (.245) e, peggio ancora, i tiri fallosi (.651) non sono stati a livello di campionato.

I Celtics hanno la difesa con il punteggio più alto nei playoff (107,6 punti concessi per 100 possedimenti – la maggior parte senza Porziņģis in campo) ed sono stati la seconda miglior difesa durante la stagione regolare.

“Penso che stiamo ottenendo un bell’aspetto”, ha detto Doncic. “Come ho detto, abbiamo fiducia nella capacità di tutti di tirare la palla nella nostra squadra. Dobbiamo solo continuare a crederci”.

READ  Ex giocatori e celebrità riempiono il Cameron Indoor Stadium per l'ultima partita casalinga di Mike Krzyzewski come allenatore di basket maschile di Duke

(Foto: Adam Glanzman/Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto