Ottobre 1, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

Meta ha chiesto di vendere il sito di partizionamento GIF dal regolatore del Regno Unito

In questo screenshot tratto da un video pubblicato il 28 ottobre 2021, il CEO di Facebook Mark Zuckerberg parla durante una conferenza di realtà virtuale e aumentata in live streaming che annuncia la ridenominazione di Facebook come Meta.

Facebook | Via Reuters

Londra – meta, i genitori di Facebook vogliono vendere il sito di condivisione GIF Giphy, secondo l’autorità britannica per la concorrenza.

La Commissione per la concorrenza e i mercati ha dichiarato martedì che l’accordo potrebbe essere dannoso per gli utenti dei social media e gli inserzionisti britannici. Meta ha detto di non accettare la decisione e di prendere in considerazione il ricorso.

Il controller ha deciso che la meta acquisizione di Giffy avrebbe ridotto la concorrenza tra i siti di social media. Ha detto che l’accordo aveva già rimosso Giffy come una potenziale sfida nel mercato della pubblicità visiva.

Un gruppo ha scoperto che negando o limitando l’accesso ad altri siti per Giphy GIF, Facebook può aumentare il suo già significativo potere di mercato su altri siti di social media.

A sua volta, il gruppo conclude che i siti di proprietà di Facebook come Facebook, WhatsApp e Instagram inviano più traffico, ovvero il 73% del tempo degli utenti già trascorso sui social media nel Regno Unito.

La CMA ha anche affermato che Meta potrebbe cambiare le regole di accesso di Giphy per le GIF. Ad esempio, potrebbe richiedere qualcosa come TikTok, Twitter E fornisci più dati utente per accedere alle GIF Giphy di Snapchat.

Impatto sulla pubblicità

Prima dell’accordo nel maggio dello scorso anno, Giphy ha lanciato i propri servizi pubblicitari e il Regno Unito stava considerando di espandere i servizi pubblicitari di Giphy in paesi al di fuori degli Stati Uniti.

Pur promuovendo l’innovazione da altri siti di social media e inserzionisti, la CMA ha scoperto che i servizi pubblicitari di GB potrebbero competere con i servizi di pubblicità visiva di Facebook.

Al momento della fusione, Facebook aveva chiuso i servizi pubblicitari di Giphy. La CMA ha affermato che questo è motivo di preoccupazione, soprattutto perché Facebook controlla quasi la metà del mercato della pubblicità display da 7 miliardi di (9,4 miliardi di dollari) nel Regno Unito.

Stuart McIntosh, presidente della Commissione indipendente di inchiesta, ha dichiarato martedì in una dichiarazione che l’accordo ha già eliminato la potenziale sfida nel mercato della pubblicità visiva.

“Chiedendo a Facebook di vendere Giphy, proteggiamo milioni di utenti dei social media e promuoviamo la concorrenza e l’innovazione nella pubblicità digitale”. Non è chiaro per quanto tempo il meta venderà Giffy.

“Non accettiamo questa decisione”, ha detto martedì un portavoce di Meta. “Stiamo rivedendo la decisione e considerando tutte le opzioni, compreso il ricorso”.

Ad agosto, CMA Disse Ha provvisoriamente scoperto che l’acquisizione di meta GIF (allora nota come Facebook) sarebbe dannosa per la concorrenza tra i siti di social media e potenzialmente metterebbe alla prova il mercato della pubblicità visiva.

All’epoca, la CMA disse che la società avrebbe dovuto rescindere il contratto Si dice che valga 400 milioni di dollari, E vendere Giphy se le sue preoccupazioni concorrenti sono finalmente confermate.

Quando l’accordo è stato annunciato, Facebook ha affermato di voler integrare ulteriormente Giphy nell’app Instagram “in modo che le persone possano trovare il modo giusto per esprimersi”.

CMA Facebook è stato multato £ 50,5 milioni a ottobre per non aver fornito aggiornamenti regolari che dimostrano la conformità con l’ordine. Nonostante i ripetuti avvertimenti, ha affermato che Facebook “ha limitato in modo significativo la portata di tali aggiornamenti”.

READ  40 La migliore tappeti cucina del 2022 - Non acquistare una tappeti cucina finché non leggi QUESTO!