Red Lobster, azienda americana di prodotti ittici, dichiara bancarotta

Versatile e resistente, l’aragosta sopravvive mutando, cambiando la pelle e sviluppando un nuovo guscio più grande. Ma alla fine, l’energia si esaurisce e il cambiamento diventa più difficile.

Red Lobster, uno dei più noti ambasciatori dei crostacei d’America, ha raggiunto questo punto del suo ciclo di vita: una catena di ristoranti un tempo onnipresente. Ha presentato istanza di fallimento secondo il Capitolo 11 Sunday Preserve è il principale franchising di prodotti ittici della nazione da oltre mezzo secolo.

Nei documenti presentati in tribunale, la società ha affermato di avere più di 100.000 istituti di credito e prestiti che vanno da 1 miliardo di dollari a 10 miliardi di dollari. Red Lobster ha dichiarato che prevede di ridurre le proprie sedi mentre si prepara a vendere la maggior parte delle sue attività. Nel frattempo, i restanti ristoranti Red Lobster rimarranno aperti.

È stata una fine lenta e dolorosa per Red Lobster, la cui fine è stata annunciata all’inizio di quest’anno quando si diceva che la società stesse cercando di ristrutturare il proprio debito. Dopo decenni come filiale della General Mills, Red Lobster è stata acquistata da una società di private equity nel 2014 e rafforzata da un investimento nel 2020 da parte del Thai Seafood Consortium. Ma ha dovuto affrontare sfide negli anni successivi all’inizio della pandemia di coronavirus, con difficoltà nel settore, aumento dei costi e cambiamenti nelle abitudini alimentari che hanno costretto l’azienda a chiudere. Luoghi meno attivi.

Azienda ittica tailandese, Comitato dell’Unione tailandese, ha annunciato a gennaio che avrebbe dismesso il suo investimento in Red Lobster. La scorsa settimana, dozzine di sedi Red Lobster hanno iniziato a vendere beni tramite un liquidatore, regalando il bottino di una dinastia di ristoranti in declino come congelatori industriali, vasche per aragoste e attrezzature da bar (alcol escluso).

READ  Il rappresentante repubblicano Jim Heckdorn è morto all'età di 59 anni

Nel suo periodo di massimo splendore, Red Lobster raggiunse uno status ambito tra i ristoranti suburbani: abbastanza conveniente da essere avventuroso, abbastanza elegante da essere avventuroso. Sebbene fondata a Orlando, in Florida, la catena trae gran parte della sua ispirazione da Bar Harbor, una destinazione turistica sulla costa atlantica rocciosa del Maine.

Durante i suoi 56 anni di vita, Red Lobster ha visto molte innovazioni. Inizialmente pubblicizzato come ostriche lounge e cocktail bar negli anni ’60 e ’70, Red Lobster si è poi evoluto in un’opzione di ristorazione per famiglie che è servita come introduzione ai frutti di mare per molti.

Potrebbe aver raggiunto l’apice della coscienza culturale con il riferimento di Beyoncé al nome del ristorante nella sua canzone del 2016 “Formation”. Ne è caduto. L’anno scorso, la catena si è imbattuta in un accordo sui gamberetti così popolare tra i commensali che ha contribuito a spingere l’azienda in una perdita trimestrale di 11 milioni di dollari.

“Questa ristrutturazione è il miglior percorso da seguire per Red Lobster”, ha affermato Jonathan Dibus, amministratore delegato della società. Rapporto La domenica. “Ciò ci consente di affrontare molte sfide finanziarie e operative e di rimanere forti e concentrati sulla nostra crescita.”

Red Lobster non ha risposto immediatamente ad una richiesta di commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto