Agosto 13, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

Sacerdote ortodosso grida “Papa, sei un fanatico” a Francesco ad Atene

Atene, dic. 4 Quando sabato papa Francesco è entrato nell’arcivescovo ortodosso di Atene, un anziano sacerdote greco ortodosso ha gridato: “Papa, sei un fanatico!” Chiese divise.

Il video mostrava l’uomo, che indossava una veste nera e un cappello nero e una lunga barba bianca, gridare parole in greco fuori dall’edificio prima che la polizia lo arrestasse.

Testimoni oculari hanno detto che ha gridato tanto forte quanto il Papa poteva sentire. L’uomo sembrava essere caduto mentre veniva raccolto ed è stato prelevato dalla polizia.

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a reuters.com

Francesco è arrivato in Grecia sabato per una visita di tre giorni, sperando di avvicinare le chiese greche e occidentali. Per saperne di più

Il cristianesimo si divise in chiese cattolica romana e ortodossa orientale nel 1054, indicato come il grande spartiacque, e le relazioni sono state solide per secoli.

Il 4 dicembre 2021 ad Atene, in Grecia, un prete ortodosso protesta davanti a papa Francesco, davanti all’arcivescovo greco ortodosso. REUTERS / Louisa Vradi

Nel suo discorso all’arcivescovo, Beatrice Euronimos II, si è scusato a nome della Chiesa cattolica romana per gli errori storici che hanno portato alla secessione.

“Sfortunatamente, ci siamo separati in seguito. Le preoccupazioni del mondo ci hanno avvelenati, le erbacce del sospetto hanno aumentato la nostra distanza e abbiamo smesso di coltivare l’unità”, ha detto Francis a Euronimos, che ha incontrato durante il suo primo viaggio in Grecia nel 2016.

“Sento il bisogno di chiedere a Dio e ai nostri fratelli e sorelle i torti che tanti cattolici hanno fatto”, ha detto Francesco.

READ  LeBron James e Kevin Durant hanno riconfermato i capitani dell'All-Star Game

Quando Papa Giovanni Paolo II visitò la Grecia nel 2001, si scusò per la prima volta per il ruolo cattolico nella secessione.

Cattolici e ortodossi sono impegnati da decenni in un dialogo finalizzato alla riunificazione e stanno cooperando in molte iniziative sociali, ma entrambe le parti sono ancora teologicamente distanti.

“Speriamo che tu abbia il coraggio e l’onestà di esaminare i fallimenti e gli errori di tuo padre”, ha detto Euronimos a Francis. “Tra coloro che desiderano essere chiamati fratelli cristiani, il linguaggio migliore è onesto e lo sarà sempre”.

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a reuters.com

Relazione di Philippe Bullella; Montaggio di Alex Richardson

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.