Giugno 29, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

Stati Uniti, Europa e Russia stanno intensificando le sanzioni per colpire direttamente Putin

BRUXELLES (AP) – Gli Stati Uniti e gli alleati europei hanno dichiarato venerdì che aumenteranno le sanzioni contro l’occupazione russa dell’Ucraina, mettendo da parte gli appelli diplomatici diretti contro il presidente Vladimir Putin e il suo ministro degli Esteri mentre le forze russe si avvicinano alla capitale ucraina.

La portavoce della Casa Bianca Jen Psaki ha affermato che la mossa di Stati Uniti, Unione Europea e Gran Bretagna ha inviato un “chiaro messaggio di opposizione alle azioni di Putin”. Il divieto arriva quando Papa Francesco fa un appello personale all’ambasciata russa a Roma in un giorno in cui nella capitale Kiev si sentono esplosioni e spari.

Alla domanda dei giornalisti se il presidente degli Stati Uniti Joe Biden stesse pianificando sforzi diplomatici più diretti contro Putin, le cui forze di terra e aeree stanno attaccando le principali città ucraine, Saki ha detto di no.

“Direi che un momento in cui c’è un leader… un momento nel mezzo dell’occupazione di un paese sovrano non è un momento in cui la diplomazia si sente appropriata”, ha detto Psaki ai giornalisti alla conferenza della Casa Bianca. “Ciò non significa che la diplomazia verrà rifiutata per sempre”.

Zaki ha detto che gli Stati Uniti stanno preparando sanzioni personali contro Putin e il ministro degli Esteri Sergei Lavrov, compresi i divieti di viaggio. L’annuncio arriva poche ore dopo che l’UE ha annunciato che avrebbe congelato i beni di Putin e il primo ministro britannico Boris Johnson ha detto ai leader della NATO che il suo paese avrebbe consentito anche a Putin e Lavrov.

Rapporto
Miniatura del video di Youtube

Zaki ha affermato che gli Stati Uniti consentiranno anche nuovi fondi di investimento diretti russi, che fungono da fondi sovrani per attirare capitali nell’economia russa.

READ  40 La migliore power bank del 2022 - Non acquistare una power bank finché non leggi QUESTO!

Giovedì, gli alleati statunitensi ed europei hanno annunciato importanti congelamenti di proprietà e altre multe contro le banche russe, le imprese statali e l’élite, ma in quel round hanno mantenuto il presidente e il ministro degli esteri della Russia.

Un funzionario statunitense, che non voleva essere nominato, ha affermato che c’è stato un dibattito tra i dirigenti sull’opportunità di includere Lavrov nelle sanzioni.

Mentre le sanzioni, ad esempio, non precludono i contatti tra Putin e Biden o il segretario di Stato americano Anthony Blinken e Lavrov, le forze edili di Putin hanno causato un nuovo brivido in ripetute settimane di sforzi diplomatici con la Russia. Al confine con l’Ucraina. Il dibattito sull’inclusione di Lavrov è andato avanti e indietro, uno dei motivi per cui giovedì non sono state annunciate restrizioni personali insieme ad altre attività.

L’ambasciatore dell’Ucraina negli Stati Uniti, Oksana Markarova, ha affermato che la decisione degli alleati di congelare i beni di Putin è quella giusta.

“La decisione del presidente Putin di attaccare l’Ucraina. … ed è responsabile della guerra che la Federazione Russa sta conducendo contro di noi “, ha detto Markarova ai giornalisti all’ambasciata ucraina a Washington.

Le azioni statunitensi di venerdì hanno impedito a Putin e Lavrov di dichiararsi formalmente al Dipartimento di Economia, che è stato descritto come il “capo attivista” di Putin, impedendo ai funzionari statunitensi di accedere a qualsiasi risorsa accessibile a chiunque e di fare affari con loro negli Stati Uniti. Sono stati ammessi anche membri del Consiglio di sicurezza russo.

Non è chiaro quale sarà l’impatto pratico dei due e quanto saranno importanti le loro risorse in Europa.

“Se hai grandi beni e non puoi impossessarti di loro all’improvviso, ti assicuro che ti costerà”, ha affermato Joseph Borrell, ministro degli Esteri dell’UE.

READ  40 La migliore vermouth del 2022 - Non acquistare una vermouth finché non leggi QUESTO!

I ministri dell’UE hanno affermato che sono possibili ulteriori sanzioni, inclusa l’espulsione della Russia dallo SWIFT, l’organismo dominante per le transazioni finanziarie globali.

“Il dibattito su SWIFT non è fuori discussione, andrà avanti”, ha affermato il ministro degli Esteri lussemburghese Jean Acehleborn.

Il Consiglio d’Europa ha inoltre consigliato alla Russia di sospendere la Russia dal principale organismo per i diritti umani del continente. Il consiglio di 47 nazioni ha affermato che la Russia rimarrà un membro e che i diritti umani sono vincolati dalle tradizioni.

Imperterrita nel gioco delle sanzioni penali, la Russia ha lanciato la propria operazione tie-in-the-dot, vietando i voli britannici oltre e oltre i suoi confini in risposta a un simile divieto del Regno Unito sugli aerei aeroflot.

Le autorità russe hanno annunciato “restrizioni parziali” all’accesso a Facebook dopo che la rete di social media ha limitato gli account di diversi media sostenuti dal Cremlino.

Tuttavia, gli occhi del Cremlino erano completamente puntati sull’espansione degli attacchi all’Ucraina e quasi tutte le operazioni stavano ancora andando in una direzione.

Inaudite dopo la Guerra Fredda, le minacce sono arrivate da tutte le parti e si sono riversate nella comunità.

Il Vaticano ha detto che papa Francesco si è recato all’ambasciata russa “per esprimere la sua preoccupazione per la guerra” in segno di rabbia del papa. È stato un gesto insolito e pratico, poiché il Papa è solito ricevere ambasciatori e capi di stato in Vaticano.

La finale di UEFA Champions League del 28 maggio, il Super Bowl del calcio europeo, viene rimossa da San Pietroburgo e trasferita a Parigi. La Formula 1 ha abbandonato il Gran Premio di Russia di questa stagione a Sochi.

READ  Giocatrici statunitensi e causa per la risoluzione della parità di retribuzione nel calcio statunitense

Anche nella cultura pop, il concorso canoro più popolare dell’Eurovision ha bandito la Russia nella finale di maggio a Torino, in Italia.

I paesi dell’Asia e del Pacifico sono uniti Gli Stati Uniti, l’Unione Europea e altri paesi occidentali sono stati coinvolti in procedimenti penali contro banche e società leader russe. I paesi hanno anche imposto restrizioni alle esportazioni volte a far morire di fame l’esercito russo di industrie, semiconduttori e altri prodotti high-tech.

“Il Giappone deve chiarire che non tollereremo mai alcun tentativo di cambiare con la forza lo status quo”, ha detto venerdì ai giornalisti il ​​primo ministro Fumio Kishida.

Taiwan ha annunciato venerdì che avrebbe imposto sanzioni, ma non ha specificato quali sarebbero state. Potrebbero concentrarsi sul controllo delle esportazioni di chip semiconduttori, che Taiwan domina.

Sebbene la maggior parte dei paesi asiatici si sia mobilitata a sostegno dell’Ucraina, la Cina continua a condannare le sanzioni contro la Russia e ad accusare gli Stati Uniti e i loro alleati di incitare Mosca. Pechino è preoccupata per la superpotenza statunitense in Asia e sta collegando sempre più la sua politica estera con la Russia per sfidare l’Occidente.

“La ricerca del governo cinese di allentare le restrizioni commerciali con la Russia è inaccettabile”, ha affermato il primo ministro australiano Scott Morrison. “Non gettare un’ancora di salvezza nel bel mezzo del periodo in cui la Russia sta occupando un altro paese”.

___

Gli scrittori dell’Associated Press Foster Cluck a Tokyo, Nicole Winfield a Roma e Matthew Lee a Washington hanno contribuito al rapporto, insieme ad altri giornalisti di AP di tutto il mondo.

___

Segui la copertura dell’AP sulla crisi ucraina su https://apnews.com/hub/russia-ukraine