Giugno 29, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

Un attacco aereo russo contro una base militare ucraina ha ucciso almeno nove persone e ferito altre 57

LVIV, Ucraina, 13 marzo (Reuters) – Un attacco aereo russo domenica ha ucciso almeno nove persone e ferito altre 57 in una grande base militare ucraina vicino al confine con la Polonia, hanno detto funzionari locali ucraini. Di guerra.

Istruttori militari stranieri hanno precedentemente lavorato presso il Centro internazionale per il mantenimento della pace e la sicurezza di Yavoriv. Non so se c’era qualcuno allora.

Un portavoce del ministero della Difesa ucraino ha detto a Reuters che il ministero stava ancora cercando di scoprire se ci fossero istruttori stranieri nella struttura durante l’attacco.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

La struttura di addestramento militare è la più grande della parte occidentale del paese ed è stata tradizionalmente sede di addestramento congiunto con la NATO, a 25 km (15 miglia) dal confine polacco.

Il Cremlino non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento su un attacco missilistico vicino al confine con la Nato.

Il governatore regionale Maksym Kozytskyy ha affermato che gli aerei russi hanno lanciato circa 30 razzi contro la struttura e ne hanno intercettati alcuni prima di colpire.

Un testimone della Reuters ha assistito allo sciopero a 19 ambulanze con sirene che guidavano in direzione del sito e al fumo nero che si alzava dall’area.

“La Polonia condanna qualsiasi elemento dell’aggressione contro l’Ucraina, compreso il bombardamento della base di Yavoriv”, ha detto a Reuters un portavoce del ministero degli Esteri polacco.

Ivano-Frankivsk, sindaco di un’altra città dell’Ucraina occidentale, ha affermato che le truppe russe hanno continuato ad attaccare il suo aeroporto domenica. Non sono state segnalate vittime, secondo i rapporti iniziali.

Report di Andrew RC Marshall, Liv in Ucraina, Pavel Polyduk e Lydia Kelly a Melbourne, Report aggiuntivo di Anna Gopher a Varsavia, Lydia Kelly e Alessandra Prentice Montaggio di William Mallard e Francis Kerry.

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.