“Califfato” incontra “Il Trono di Spade” nella docuserie HBO “Ren Faire”

Successione Incontrare Game of Thrones Nella serie di documentari ha suonato verche andrà in onda domenica su HBO.

Lance Oppenheim ha diretto il film in tre parti sulla battaglia per prendere le redini del Texas Renaissance Festival, il più grande festival rinascimentale del mondo. Nei festival all’aperto di questo tipo – nel caso non lo sapessi – gli artisti si vestono con abiti medievali, i musicisti suonano flauti e arpe, i mangiatori di fuoco consumano falò e i fan divorano enormi cosce di tacchino e manciate di mais.

Logan Roy – o se preferite, Re Aerys II – in questo scenario è l’anziano governatore George Cullam, fondatore e governatore del Texas. È un personaggio pittoresco, per usare un eufemismo, e se ne dubiti, considera il modo in cui si descrive sul suo sito web: “George Collam è un uomo d’affari caucasico sano, alto 1,80 e 86 kg, sessualmente attivo, di 86 anni.” . “.

George Collam in un film

George Collam in “Ren Faire”

HBO

“Ha il potere, in quanto eletto sindaco della città da lui fondata”, sottolinea la sinossi della serie. “Si gode la gloria, come datore di lavoro indiscusso e autoproclamato sovrano di migliaia. Ha un’enorme ricchezza, come azionista di maggioranza del festival. Ora è pronto a rinunciare a tutto e a trascorrere gli ultimi anni della sua vita alla ricerca di una compagna romantica Ma prima di andare in pensione, sceglierà George, che deciderà finalmente quale dei suoi vecchi dipendenti prenderà la sua corona.

Tra gli aspiranti al potere figurano il direttore generale Geoffrey Baldwin, il “Signore del mais” Louie Migliaccio e l’addestratrice di elefanti Darla Smith. Guarda il trailer qui sotto.

Darren Aronofsky e Lance Oppenheim

Darren Aronofsky e Lance Oppenheim al Sundance Film Festival 2020

Matteo Curry

Oppenheim ha parlato della sua serie di documentari al Boston Independent Film Festival all’inizio di questo mese. “Quello che all’inizio pensavamo fosse una commedia, che all’inizio sembrava piuttosto sciocco – l’universo e il paesaggio – è diventato tragedia”, ha detto in una sessione di domande e risposte. “Sento che tutti conosciamo una versione di queste persone. Conosciamo tutti Jeff, conosciamo tutti George, conosciamo tutti Louie… Tutti [knew] Fanno parte del gioco e volevano che qualcuno fosse lì per documentarlo.

allegato

HBO

Oppenheim ha detto di essersi consultato con il direttore della fotografia Nate Hurtsellers prima dell’inizio delle riprese su come rispondere alle domande chiave: “Come immergiamo il pubblico nel mondo che è là fuori? Come prendiamo gli elementi fantasy, le cose mitologiche – come li portiamo in una specie di dramma di back-office, dove possiamo… È essenzialmente un business?

READ  Knives Out 3: Daniel Craig stupisce i fan con la nuova acconciatura nel primo sguardo di Knives Out 3

All’età di 28 anni, Oppenheim ha diretto otto cortometraggi, una serie di documentari e due lungometraggi, tra cui Il mondo dello sperma, presentato in anteprima quest’anno ed è ora in streaming su Hulu (slogan: “Tre uomini entrano nel nuovo selvaggio West per fare bambini – forum online in cui donatori di sperma si connettono con genitori speranzosi – ma si ritrovano a scambiare qualcosa di più del semplice materiale genetico”). Darren Aronofsky ha prodotto il suo primo lungometraggio, Una specie di paradisopresentato in anteprima al Sundance Film Festival del 2020, questo film si concentrava su The Villages, “la comunità di pensionati più amichevole della Florida per adulti sopra i 55 anni”, dove la positività imposta maschera alcuni eventi oscuri.

George Collam in un film

È facile mentire al capo che indossa la corona. Nel Medioevo avevano gli occhiali da sole?

HBO

David Joffe Herbert, produttore esecutivo di ha suonato ver che ha portato il progetto a Oppenheim, ha valutato il lavoro del regista durante una sessione di domande e risposte a Boston, osservando: “È ossessionato dalle persone che rimangono intrappolate in mondi da loro stessi creati”.

Nel mondo del proprietario del Texas Renaissance Festival, George Collam, è lui il sovrano e detta le regole, con l’aiuto occasionale di esseri celesti.

“Se avesse parlato con un angelo, come è successo, qualcuno avrebbe potuto essere licenziato”, ha osservato Oppenheim.

Colam è più vicino al giocoso Falstaff di Shakespeare o al folle Re Lear? Il trailer qui sotto può fornire alcuni indizi.

Adesivo di YouTube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto