Dicembre 8, 2021

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

COP26: La nuova bozza di accordo ha un linguaggio senza precedenti nell’eliminazione graduale dei sussidi al carbone e ai combustibili fossili

Se il testo finale menziona i combustibili fossili, verrà aggiunto alla storia del processo COP in un modo senza precedenti. Di tutti i 25 COP prima di Glasgow, il principale motore della crisi climatica a parte, carbone, petrolio e gas non hanno mai avuto un ruolo.

La nuova bozza – per la terza volta – esorta i paesi a misurare rapidamente la generazione di energia pulita e le misure di efficienza energetica, tra cui “accelerare gli sforzi per riconoscere l’energia a carbone incontrollata e i sussidi inefficienti ai combustibili fossili. È necessario il sostegno per un giusto cambiamento”.

Il linguaggio dei combustibili fossili è stato finora riversato in ogni bozza e l’ultima aggiunge una nota di “necessità di sostegno verso un cambiamento giustificabile”. Il termine si riferisce alla necessità di un paese di garantire che le persone non perdano i loro mezzi di sussistenza, l’accesso al potere o diventino indietro mentre il mondo inizia ad abbandonare gradualmente i suoi progetti di carbone, petrolio e gas.

Il presidente della COP26 Alok Sharma ha dichiarato di sperare che l’accordo possa essere raggiunto entro le 18:00 ora locale di venerdì (13:00 ET), ma la scadenza autoimposta è scaduta. Permangono profonde divisioni su questioni chiave, Compreso quanto il mondo dovrebbe consentire il riscaldamento globale, il futuro dei combustibili fossili e le regole per i mercati del carbonio, compreso un linguaggio che eviti la riduzione delle emissioni a doppio conteggio o “imbrogli” sui crediti.

Ma la questione più controversa ruota attorno al fatto che i paesi ricchi del mondo sviluppato debbano istituire un fondo ufficiale per ritenere i paesi poveri responsabili degli effetti della crisi climatica. Mondo in via di sviluppo.

READ  Il GOP del Senato sta bloccando il diritto di voto di legge per la terza volta quest'anno

Coinvolgere 197 parti per raggiungere un consenso su ogni parola dell’accordo finale è un’impresa difficile. Al di là della semplice divisione tra paesi ricchi e paesi in via di sviluppo, i grandi produttori di carbone, petrolio e gas stanno protestando contro l’articolo che chiede la graduale rimozione del carbone illimitato e la cessazione dei sussidi ai combustibili fossili.

Il gruppo di analisti climatici che ha partecipato al vertice ha osservato che i colloqui sono andati avanti nel tempo, dicendo: “Questo può mettere alla prova il coraggio del leader della COP Alok Sharma e fornirgli risultati ambiziosi dove non c’è consenso apparente?”

Sharma ha affermato che il suo obiettivo principale per la conferenza era “mantenere in vita 1,5”. Un recente rapporto sulla scienza del clima delle Nazioni Unite chiarisce che il mondo ha bisogno di controllare il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius per prevenire gli impatti del maltempo e per evitare catastrofici cambiamenti climatici.

Gli elementi chiave della precedente bozza sembravano almeno essersi mossi verso di essa. Ha invitato i paesi a programmare la COP27 in Egitto entro la fine del prossimo anno, con piani aggiornati per ridurre le emissioni di gas serra. Sarebbe tre anni prima di quanto dovrebbero essere ora in base all’accordo di Parigi del 2015.