Settembre 29, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

I futures Dow sono scesi di oltre 400 punti a causa dell’intensificarsi delle tensioni tra Russia e Ucraina

I futures Dow sono scesi di oltre 400 punti a causa dell'intensificarsi delle tensioni tra Russia e Ucraina

I commercianti lavorano al piano della Borsa di New York (NYSE) a New York City, USA, 15 febbraio 2022.

Brendan McDermid | Reuters

I futures azionari sono scesi drasticamente lunedì notte, poiché i trader continuano a monitorare le tensioni tra Russia e Ucraina.

I futures relativi al Dow Jones Industrial Average sono scesi di 43.476 punti, ovvero dell’1,4%. I futures S&P 500 sono scesi dell’1,7% e i futures Nasdaq 100 sono scesi del 2,2%. Il mercato azionario statunitense è stato chiuso lunedì per le festività del President’s Day.

I prezzi del petrolio sono aumentati, con i futures sul greggio West Texas Intermediate che sono balzati del 3,6% a 94,30 dollari al barile.

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato lunedì che riconoscerà l’indipendenza di due regioni separatiste dell’Ucraina. Forse minando i colloqui di pace con il presidente Joe Biden. A questo annuncio è seguita la notizia Biden doveva ordinare sanzioni contro le regioni separatiste dell’UcrainaL’Unione europea si è impegnata ad adottare misure aggiuntive.

Putin in seguito ordinò alle truppe di entrare nelle due regioni separatiste.

Questa notizia è arrivata dopo che la Casa Bianca lo ha detto domenica Biden ha accettato “in linea di principio” Per incontrare Putin in un altro tentativo di calmare la posizione russo-ucraina attraverso la diplomazia. Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha detto che il vertice tra i due leader si svolgerà dopo un incontro tra il segretario di Stato Anthony Blinken e il suo omologo russo, Sergei Lavrov.

Il conflitto russo-ucraino ha recentemente messo sotto pressione il sentiment del mercato, con le maggiori medie che registrano perdite settimanali consecutive. Il Dow è sceso dell’1,9% la scorsa settimana e l’S&P 500 e il Nasdaq Composite sono scesi rispettivamente dell’1,6% e dell’1,8%.

READ  L'offensiva militare russa in Ucraina: avanzamento sul campo di battaglia, tattiche d'assedio e convoglio in stallo

Gli operatori stanno anche osservando la Federal Reserve, dove la banca centrale statunitense dovrebbe aumentare i tassi di interesse più volte a partire dal mese prossimo. Secondo il gruppo CME FedWatchI trader scommettono che c’è una possibilità del 100% di un aumento del tasso della Fed dopo la riunione del 15-16 marzo.

Una prospettiva di politica monetaria più restrittiva ha messo sotto pressione i titoli, in particolare quelli in settori sensibili ai tassi di interesse come la tecnologia, e ha spinto i rendimenti dei Treasury nettamente al rialzo all’inizio del 2022. Il rendimento dei Treasury a 10 anni di riferimento ha chiuso la scorsa settimana all’1,93% dopo una breve violazione 2%. I 10 anni hanno iniziato a essere scambiati nel 2022 a circa l’1,51%.

“Tutti gli occhi sono puntati sulla Federal Reserve”, ha scritto Ryan Grabinsky, uno stratega degli investimenti di Stratigas, in una nota pubblicata venerdì sera. “Ad oggi, il mercato si aspetta che la Fed alzi i tassi a quasi ogni riunione di quest’anno. Nonostante ciò, per ora abbiamo lasciato la politica monetaria favorevole perché la Fed continua ad acquistare titoli del Tesoro (azione politica accomodante).”

Nel frattempo, Wall Street si sta preparando per la fine della stagione degli utili aziendali, con Home Depot ed eBay che dovrebbero riferire questa settimana. Finora è stata una solida stagione degli utili: delle oltre 400 società dell’S&P 500 che hanno registrato utili del quarto trimestre, il 77,7% ha superato le aspettative degli analisti, secondo FactSet.

Sottoscrizione alla CNBC PRO Per approfondimenti esclusivi, analisi e programmazione giornaliera di azioni dal vivo da tutto il mondo.

READ  Aggiornamenti in tempo reale: la Russia invade l'Ucraina