Gennaio 29, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

La Stazione Spaziale Internazionale sta per distruggere i detriti spaziali

Foto del file: l’equipaggio della spedizione 56 fotografato dalla navicella spaziale Soyuz dopo che la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è stata chiusa il 4 ottobre 2018. REUTERS via NASA / Roscosmos / Dispensa

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a reuters.com

MOSCA, 3 dicembre (Reuters) – Il capo dell’agenzia spaziale russa ha detto venerdì che la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ha dovuto allontanarsi da una parte di un veicolo missilistico statunitense, l’ultimo di una serie di incidenti con detriti spaziali. Gli astronauti furono costretti a rispondere.

Le richieste di monitoraggio e controllo di detriti spaziali o detriti spaziali sono aumentate da quando la Russia ha condotto un test missilistico anti-satellite il mese scorso. Ha creato una discarica in orbita che potrebbe rappresentare una minaccia per le operazioni spaziali per anni, affermano i funzionari statunitensi.

Dmitry Rogozin, capo dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, ha dichiarato venerdì che la ISS è stata costretta a spostarsi a causa dei detriti spaziali di un veicolo missilistico americano inviato in orbita nel 1994.

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a reuters.com

Secondo Roscosmos, l’orbita della stazione è stata ridotta a 310 metri (339 iarde) in circa tre minuti per evitare un incontro ravvicinato, in una manovra non pianificata dal controllo della missione.

Rogozin ha aggiunto che la manovra non influirà sul lancio pianificato del razzo Soyuz MS-20 l’8 dicembre dal Cosmotrome pigmeo in Kazakistan e dal suo molo sulla ISS.

I detriti spaziali sono il rischio di essere lanciati in veicoli missilistici o parti di un veicolo spaziale che galleggiano nello spazio e si scontrano con i satelliti o la ISS.

READ  World Series Gara 5: Houston Astros v Atlanta Braves - Live! | Gli sport

In un commento pubblicato giovedì sul Financial Times, l’ex segretario generale della NATO Anders Fogh Rasmussen ha affermato che la distruzione del satellite da parte della Russia il mese scorso ha rischiato di trasformare lo spazio in una discarica.

“Se non cambiamo rotta, le opportunità spaziali per migliorare le nostre vite sulla Terra saranno chiuse per generazioni”, ha scritto.

Martedì i detriti spaziali hanno costretto la NASA a rinviare una passeggiata spaziale per sostituire un’antenna difettosa sulla ISS. Il mese scorso l’ISS ha effettuato una breve manovra per bloccare una sezione del defunto satellite cinese.

Venerdì, in commenti separati, Roscosmos ha affermato di sperare che il presidente della NASA Bill Nelson venga in Russia nella prima metà del 2022 per discutere di un’ulteriore cooperazione con l’ISS.

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a reuters.com

Relazione di Gabriel Tetralt-Farber; Montaggio di Kim Gokil e Gareth Jones

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.