Giugno 27, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

Le bombe sono state udite a Kiev mentre le truppe russe si avvicinavano alla capitale ucraina

Venerdì le autorità ucraine hanno annunciato un successo limitato nell’evacuazione dei civili ucraini dalle aree più colpite.

Intorno a Kiev, i volontari e le autorità locali sono stati in grado di aiutare migliaia di persone a fuggire dai distretti più colpiti a nord e ad ovest della città.

Nonostante le gravi esplosioni e gli incendi in arrivo, più di 22.000 persone sono state evacuate tre giorni dopo dai distretti di Vorzel, Hostomel, Bucha e Irpin, tutti testimoni di una vasta devastazione e senza elettricità e acqua, ha detto Oleksiy Kuleba. Amministrazione regionale di Kiev.

Sabato, l’amministrazione “creerà nuovi modi per trasferirci nelle città dove non possiamo più evacuare le persone”, ha aggiunto Guleba.

La più importante di queste è la città di Porodianka, a circa 25 chilometri (15 miglia) a nord-est di Kiev. I bombardamenti sono ripresi venerdì mentre le forze russe hanno continuato i loro sforzi per chiudere la capitale da nord.

Nel frattempo, il governatore di Kharkiv Ole Sinehubov ha affermato che il tentativo di evacuare più persone dalla città di Isiam è stato “interrotto dagli occupanti russi”. In un telegramma.

“Abbiamo preparato 20 autobus e aiuti umanitari”, ha detto.

Gli autobus non sono potuti tornare sani e salvi per un po’ perché il proiettile è stato lanciato. Prove di bombardamenti sono state trovate sugli autobus, ha continuato.

Le autorità affermano che più donne e bambini sono stati evacuati con successo dall’Enerhodar – e dai villaggi circostanti – caduto in mano alle forze russe una settimana fa nell’Ucraina centrale.

La maggior parte dei migranti nella regione viene portata a Zaporizhia prima di salire sui treni diretti all’Ucraina occidentale.

READ  40 La migliore portavivande elettrico del 2022 - Non acquistare una portavivande elettrico finché non leggi QUESTO!

Mariupol Tentativi: Oleksandr Starukh, capo dell’amministrazione militare regionale di Zaporizhzhia, ha affermato che il clero locale è stato coinvolto negli sforzi per garantire un contingente di aiuti per la città portuale assediata di Mariupol.

Il ministro della Difesa ucraino Oleksi Resnikov ha descritto la situazione a Mariupol come “estremamente difficile”. Ha accusato i russi di bombardare la città, anche durante i colloqui ufficiali.

Funzionari locali a Mariupol affermano che quasi 1.600 persone sono morte a Mariupol a causa dei bombardamenti e degli attacchi aerei contro la città.