Gennaio 28, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

A Djokovic è stata diagnosticata un’infezione da corona a dicembre, dicono i suoi avvocati

MELBOURNE, Australia – Gli avvocati di Novak Djokovic hanno detto sabato a un tribunale che la star del tennis era risultata positiva al coronavirus a metà dicembre e che il governo australiano aveva sbagliato questa settimana nell’annullare il suo visto per il vaccino.

Sig. Djokovic spera di mantenere il titolo di singolare maschile agli Australian Open questo mese. Giovedì è stato negato il permesso di entrare nel Paese Dopo essere arrivato all’aeroporto di Melbourne. I funzionari di frontiera hanno affermato che il suo visto è stato revocato perché non ha fornito prove per giustificare l’esenzione dell’Australia dal richiedere ai visitatori di essere vaccinati contro il virus corona.

in deposito Sabato il sig. Gli avvocati di Djokovic lo hanno esentato dal vaccino di Dennis Australia perché il risultato del test del virus corona del 16 dicembre è stato positivo e, dopo 14 giorni, non ha avuto febbre o sintomi respiratori per 72 ore.

I termini dell’eccezione sono in linea con le raccomandazioni dell’Australian Immunization Advisory Council, hanno sostenuto i sostenitori. In queste circostanze, tra l’altro, “Mr. Djokovic capisce che merita di entrare in Australia”.

Sig. Djokovic, Si sospetta un vaccino, isolato in un hotel di Melbourne, è in attesa dell’udienza fissata per lunedì, in appello contro la decisione del governo di revocargli il visto.

Lui Annunciato a giugno 2020 Lui e sua moglie sono risultati positivi al test per il virus corona, ma la sua infezione di dicembre non è stata segnalata prima.

Sig. Gli avvocati di Djokovic sostengono che l’appropriazione indebita o l’uso improprio da parte delle autorità australiane del Consiglio consultivo sull’immunizzazione australiano sull’annullamento del visto dovrebbe esentarlo dalla necessità di un vaccino contro il virus corona negli ultimi sei mesi nell’annullamento del visto.

READ  Studio: il parto è più comune nelle donne in gravidanza con gozzo

Sig. Il fascicolo afferma anche che dopo l’arrivo di Djokovic in Australia, è stato trattenuto all’aeroporto dai funzionari dell’immigrazione dalla mezzanotte alle 8, negandogli giustizia pratica.

Dopo che Dennis ha avuto l’opportunità di parlare con i funzionari australiani, ha detto che la decisione sul suo visto non sarebbe stata presa prima delle 20:30. I suoi avvocati affermano che Djokovic è stato inizialmente informato dai funzionari dell’immigrazione. Ma alle 6 del mattino, dicono, ha subito pressioni per accettare una decisione immediata. “Rendendo conto di non avere scelta”, si è pentito e alle 7:42 è stato informato che il suo visto era stato revocato come aveva presentato.

L’Australian Border Force ha rifiutato di commentare il deposito, citando un’udienza in tribunale. Il primo ministro Scott Morrison ha detto Sig. La cancellazione del visto di Djokovic è “una questione di rispetto delle regole”.

Sig. Se l’appello di Djokovic fallisce, potrebbe… Vietato l’ingresso in Australia per tre anni, In base alle norme applicabili alle persone a cui è stato revocato il visto.

Separatamente, sabato sera l’Australian Border Force ha dichiarato che altre due persone hanno lasciato il paese in relazione a una partita di tennis.

“L’indagine dell’Australian Border Force (ABF) sullo stato del visto di altre due persone associate all’Australian Open è stata completata”, si legge in una dichiarazione via e-mail. “L’ABF può ora confermare che entrambi gli individui hanno lasciato l’Australia volontariamente”.

Tuttavia, il rapporto non ha identificato i due individui I media locali hanno riportato l’inchiesta Pochi giorni fa.

Venerdì, il ministero degli Esteri ceco ha confermato in un comunicato che un giocatore ceco, Renata Vorakova, è stata detenuta nella stessa custodia Sig. Quanto a Djokovic, “con molti tennisti”. Ha “dimostrato lo stato di assenza di infezione per qualificarsi per il torneo” e ha già giocato in un evento di allenamento, ma ha “deciso di lasciare l’Australia per partecipare ulteriormente al torneo”, afferma la dichiarazione. Per limitate possibilità di allenamento.

READ  I paesi stanno scendendo a compromessi sulla questione del carbone contro l'accordo sul clima delle Nazioni Unite

Lo ha riferito anche l’Australian Broadcasting Corporation Un ufficiale di tennis europeo Ha lasciato il paese in circostanze simili.