Alluvioni in Brasile: previsto peggioramento al sud

Eldorado do Sul, Brasile – Sabato ha cominciato a cadere altra pioggia nello stato brasiliano già sommerso del Rio Grande do Sul, dove molti dei residenti rimasti sono poveri e con limitate capacità di spostarsi verso aree meno rischiose.

Secondo un bollettino di venerdì pomeriggio dell’Istituto meteorologico nazionale del Brasile, potrebbero cadere più di 15 centimetri di pioggia nel fine settimana e potenzialmente peggiorare le inondazioni. Ha aggiunto che c’è anche un’alta possibilità che i venti si intensifichino e il livello dell’acqua aumenti nel lago Patos, vicino a Porto Alegre, la capitale dello stato, e nell’area circostante.

I residenti riposano in un rifugio temporaneo per le persone le cui case sono state allagate dalle forti piogge, a Canoas, stato di Rio Grande do Sul, Brasile, mercoledì 8 maggio 2024. (AP Photo/Carlos Macedo)

Sabato pomeriggio sono cadute forti piogge nelle regioni settentrionali e centrali dello stato e il livello dell’acqua è aumentato.

Carlos Sampaio, 62 anni, vive in una comunità a basso reddito vicino allo stadio del Gremio Football Club a Porto Alegre. La sua casa a due piani potrebbe essere utilizzata come bar sportivo.

Nonostante il primo piano fosse allagato, ha detto che non se ne sarebbe andato, in parte per paura di saccheggiatori nel quartiere dominato dalla criminalità, dove la polizia porta fucili d’assalto mentre pattuglia le strade allagate. Ma anche Sampaio non aveva nessun altro posto dove andare, ha detto all’Associated Press.

“Sto analizzando quanto sono sicuro e so che le mie cose non sono affatto sicure”, ha detto Sampaio. “Finché potrò lottare per ciò che è mio, entro i limiti della mia capacità di non lasciarmi esposto, combatterò”.

READ  Le Hawaii sono l’unico stato americano a non essere coperto dall’accordo di difesa della NATO

Le autorità locali hanno dichiarato venerdì che almeno 136 persone sono morte a causa delle inondazioni iniziate la scorsa settimana, e altre 125 risultano disperse. Il numero di persone sfollate dalle proprie case a causa delle forti piogge ha superato le 400.000 persone, di cui 70.000 cercano rifugio in palestre, scuole e altri siti temporanei.

“Sono venuto qui lunedì – ho perso il mio appartamento a causa dell’alluvione”, ha detto Matthews Vicari, un autista Uber di 32 anni, all’interno del rifugio dove alloggia con il suo giovane figlio. “Non passo molto tempo qui. Cerco di uscire e pensare a qualcos’altro.”

Alcuni residenti dello stato di Rio Grande do Sul hanno trovato rifugio nelle seconde case, tra cui Alexandra Zanella, comproprietaria di un’agenzia di contenuti a Porto Alegre.

Zanella e il suo compagno si sono offerti volontari quando sono iniziate le inondazioni, ma hanno scelto di trasferirsi dopo ripetute interruzioni di corrente e acqua. Si è diretta verso la città costiera di Capao da Canoa – finora non colpita dalle inondazioni – dove la famiglia del suo compagno ha una casa estiva.

“Abbiamo fatto un viaggio con mia cognata, abbiamo preso i nostri due gatti, mia madre e una sua amica e siamo arrivati ​​qui sani e salvi. Abbiamo lasciato un disastro a Porto Alegre”, ha detto al telefono Zanella, 42 anni. È molto chiaro che chi ha “Il privilegio di partire è in una posizione più sicura, e chi vive nelle zone povere di Porto Alegre non ha altra scelta”.

Il clima in tutto il Sud America è influenzato dal fenomeno climatico El Niño, un evento naturale che riscalda periodicamente le acque superficiali dell’Oceano Pacifico equatoriale. In Brasile, El Niño ha storicamente causato siccità nel nord e forti piogge nel sud, e quest’anno gli effetti sono stati particolarmente gravi.

Gli scienziati affermano che gli eventi meteorologici estremi si stanno verificando con maggiore frequenza a causa del cambiamento climatico, causato dall’uso di combustibili fossili che emettono gas serra che causano il riscaldamento globale, e concordano in modo schiacciante sul fatto che il mondo debba ridurre significativamente la combustione di carbone, petrolio e gas per limitare il riscaldamento globale. .

Sono necessarie anche risposte di politica sociale, ha affermato Natalie Unterstil, presidente del Talanoa Institute, un think tank sulla politica climatica con sede a Rio de Janeiro.

“Per fornire una risposta efficace al cambiamento climatico in Brasile è necessario combattere la disuguaglianza”, ha affermato Unterstiel.

In Brasile, i poveri spesso vivono in case costruite con materiali meno resistenti come il legno e in aree non regolamentate più vulnerabili ai danni derivanti da condizioni meteorologiche estreme, come le zone basse o sui pendii ripidi.

“Non possiamo dire che il peggio sia passato”, ha detto venerdì sui social media il governatore del Rio Grande do Sul, Eduardo Leyte. Il giorno precedente si stimava che sarebbero necessari 19 miliardi di riyal (3,7 miliardi di dollari) per ricostruire il Paese.

La portata della devastazione potrebbe essere simile a quella dell’uragano Katrina, che colpì New Orleans nel 2005, ha scritto venerdì in una nota Sergio Valle, capo economista di MB Associates.

Secondo l’Istituto Nazionale di Statistica, il Rio Grande do Sul ha il sesto PIL pro capite più alto tra i 26 stati e il distretto federale del Brasile. Molti dei residenti dello stato sono discendenti di immigrati italiani e tedeschi.

“Nell’immaginazione popolare, la gente del Rio Grande do Sul è vista come bianca e benestante, ma questa non è la realtà”, ha detto Marilia Clos, ricercatrice presso il CIPO, un think tank sul clima. “È molto importante dissipare questa fantasia, perché si basa sull’obiettivo politico” di cancellare le popolazioni nere e povere, ha detto.

Nella città di Canoas, una delle città più colpite dello stato, la piccola casa di legno di Paolo Cesar Wolf è stata completamente sommersa, insieme a tutti i suoi averi. L’autista del camion, che è nero, ora vive nel retro di un camion in prestito con sei dei suoi vicini, che cucinano, mangiano e dormono lì.

Wolf, 54 anni, sta pensando di lasciare la zona rurale dove vive fin dall’infanzia, ma non ha nessun altro posto dove andare e non vuole lasciare indietro i suoi quattro figli adulti.

“È troppo tardi perché qualcuno come me si trasferisca da qualche altra parte”, ha detto Wolf, indossando una giacca donatagli mentre si trovava sull’autostrada.

L’Istituto Meteorologico prevede che l’arrivo di una massa d’aria fredda e secca ridurrà le possibilità di pioggia a partire da lunedì. Ma significa anche che le temperature sono destinate a scendere bruscamente, fino a sfiorare lo zero entro mercoledì. Ciò rende l’ipotermia una preoccupazione per coloro che sono umidi e privi di elettricità.

Celebrità, tra cui la top model Gisele Bündchen del Rio Grande do Sul, hanno condiviso link e informazioni su dove e come donare per aiutare le vittime delle inondazioni. Chiese, imprese, scuole e cittadini comuni si sono mobilitati in tutto il Paese per offrire sostegno.

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati distribuisce coperte e materassi. Sta inviando ulteriori articoli, come rifugi di emergenza, set da cucina, coperte, lampade solari e kit igienici, dalle sue scorte nel nord del Brasile e in altre parti della regione.

Giovedì il governo federale brasiliano ha annunciato un pacchetto di 50,9 miliardi di reais (10 miliardi di dollari) per i dipendenti, i beneficiari di programmi sociali, gli stati, i comuni, le imprese e i produttori rurali del Rio Grande do Sul.

Lo stesso giorno, l’aeronautica brasiliana ha paracadutato più di due tonnellate di cibo e acqua in aree inaccessibili a causa delle strade chiuse. La Marina ha inviato tre navi per assistere le persone colpite, inclusa la nave aerea multiuso Atlantic, che è considerata la più grande nave da guerra dell’America Latina. Sabato ha raggiunto la costa dello stato.

Il portavoce della sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby, ha dichiarato venerdì che gli Stati Uniti hanno inviato 20.000 dollari per prodotti per l’igiene personale e la pulizia e che forniranno altri 100.000 dollari in aiuti umanitari attraverso i programmi regionali esistenti.

___

Eleonor Hughes ha riferito da Rio de Janeiro.

___

La copertura climatica e ambientale di AP riceve sostegno finanziario da molteplici fondazioni private. AP è l’unico responsabile di tutti i contenuti. Cerca punti di accesso Standard Per collaborare con enti di beneficenza, elenco dei sostenitori e aree di copertura finanziate AP.org.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto