Apple, al WWDC, entra nella corsa all’intelligenza artificiale con l’ambizione di superare i primi leader

CUPERTINO, California (AP) – Apple Inc. si è lanciata nella corsa per portare l’intelligenza artificiale generativa alle masse, evidenziando lunedì una serie di funzionalità progettate per migliorare i suoi dispositivi iPhone, iPad e Mac.

Con una mossa adatta a un’azienda nota per la sua abilità nel marketing, la tecnologia AI che verrà fornita come parte degli aggiornamenti software gratuiti entro la fine dell’anno è stata descritta come “Apple Intelligence”.

Anche se ha cercato di imprimere la propria impronta nei settori più importanti della tecnologia, Apple ha implicitamente ammesso durante la Worldwide Developers Conference di aver bisogno di aiuto per mettersi al passo con aziende come Microsoft e Google, emerse come tra le prime aziende leader nel campo della tecnologia. intelligenza artificiale. Apple si affida a ChatGPT, creato dalla startup OpenAI di San Francisco, per rendere il suo assistente virtuale Siri, spesso balbettante, più intelligente e utile.

“Tutto questo va oltre l’intelligenza artificiale, è l’intelligenza personale, che è il prossimo grande passo per Apple”, ha affermato il CEO Tim Cook.

Il gateway Siri opzionale per ChatGPT sarà gratuito per tutti gli utenti iPhone e sarà disponibile su altri prodotti Apple una volta che questa opzione sarà integrata nella prossima generazione di sistemi operativi Apple. Gli abbonati a ChatGPT dovrebbero essere in grado di sincronizzare facilmente i propri account esistenti quando utilizzano un iPhone e dovrebbero ottenere funzionalità più avanzate rispetto agli utenti gratuiti.

Per annunciare l’alleanza con Apple, il CEO di OpenAI Sam Altman si è seduto in prima fila nell’affollata conferenza, alla quale hanno partecipato sviluppatori provenienti da più di 60 paesi.

“Insieme ad Apple, stiamo rendendo più semplice per le persone trarre vantaggio da ciò che l’intelligenza artificiale può offrire”, ha affermato Altman in una nota.

Oltre a consentire a Siri di attingere al bagaglio di conoscenze di ChatGPT, Apple sta dando al suo assistente virtuale di 13 anni un radicale restyling progettato per renderlo più elegante e versatile, anche se attualmente riceve circa 1,5 miliardi di query al giorno.

READ  Salsa rossa - Il New York Times

Quando Apple rilascerà aggiornamenti gratuiti al software che alimenta l’iPhone e gli altri prodotti questo autunno, Siri segnalerà la sua presenza con luci lampeggianti lungo i bordi del display. Sarà in grado di gestire centinaia di attività in più, comprese quelle di routine che potrebbero richiedere l’utilizzo di hardware di terze parti, rispetto a quanto può fare ora, in base alle presentazioni di lunedì.

La suite completa di funzionalità provenienti da Apple funzionerà solo sui modelli più recenti di iPhone, iPad e Mac perché i dispositivi richiedono processori avanzati. Ad esempio, i consumatori dovranno avere l’iPhone 15 Pro dell’anno scorso o acquistare il prossimo modello in uscita entro la fine dell’anno per sfruttare appieno la suite AI di Apple, anche se tutti gli strumenti funzioneranno sui Mac risalenti al 2020 dopo aver installato il seguente sistema operativo sistema per questo computer. .

Gli aggiornamenti basati sull’intelligenza artificiale in arrivo nelle prossime versioni del software Apple mirano a consentire ai miliardi di persone che utilizzano i dispositivi dell’azienda di fare di più in meno tempo, dando loro anche l’accesso a strumenti creativi che possono dare vita alle cose. Ad esempio, Apple utilizzerà l’intelligenza artificiale per consentire alle persone di creare rapidamente emoji, soprannominati “Genmoji”, per adattarli all’atmosfera che stanno cercando di trasmettere.

L’obiettivo di Apple con l’intelligenza artificiale “non è quello di sostituire gli utenti, ma di dare loro potere”, ha detto ai giornalisti Craig Federighi, vicepresidente senior dell’ingegneria del software di Apple. Gli utenti avranno anche la possibilità di accedere alle impostazioni del dispositivo per disattivare tutti gli strumenti di intelligenza artificiale che non desiderano.

La presentazione di lunedì sembrava mirata a dissipare i timori che Apple possa perdere il suo vantaggio con l’avvento dell’intelligenza artificiale, una tecnologia che si prevede sarà rivoluzionaria quanto l’introduzione del telefono nel 2007. Entrambi Google E SAMSUNG Ha già rilasciato modelli di smartphone che pubblicizzano le funzionalità di intelligenza artificiale come le sue principali attrazioni, mentre Apple è rimasta bloccata in una routine. Calo delle vendite insolitamente prolungato.

READ  Spotify prevede di lanciare un abbonamento lossless a Music Pro

L’ossessione per l’intelligenza artificiale è la ragione principale per cui Nvidia, il produttore di chip dominante che è alla base di questa tecnologia, ha visto il suo valore di mercato salire da circa 300 miliardi di dollari alla fine del 2022 a… Circa 3mila miliardi di dollari. La rapida ascesa di Nvidia le ha permesso di superare Apple come seconda azienda di maggior valore negli Stati Uniti. All’inizio di quest’anno, Microsoft ha superato anche il produttore di iPhone sulla base del suo successo finora nel campo dell’intelligenza artificiale.

Gli investitori non sono sembrati così colpiti dalla presentazione dell’intelligenza artificiale di Apple quanto la folla che è venuta al quartier generale dell’azienda a Cupertino, in California, per vederla. Lunedì il prezzo delle azioni Apple è sceso di quasi il 2%.

Nonostante questa reazione negativa, l’analista di Wedbush Securities Dan Ives ha sottolineato in una nota di ricerca che Apple sta “prendendo la strada giusta”. Ha elogiato la presentazione definendola una giornata “storica” ​​per un’azienda che ha già rimodellato l’industria tecnologica e la società.

Oltre a tirare fuori dalla borsa i suoi trucchi sull’intelligenza artificiale, Apple ha anche utilizzato la conferenza per confermare che implementerà una tecnologia chiamata Rich Communications Service, o RCS, nella sua app iMessage. Questa tecnologia dovrebbe migliorare la qualità e la sicurezza dei messaggi di testo tra iPhone e dispositivi Android, come Samsung Galaxy e Google Pixel.

La modifica, prevista per la prossima versione del software operativo iPhone, non rimuoverà le bolle blu che indicano il testo inviato dagli iPhone e le bolle verdi che indicano il testo inviato dai dispositivi Android: una distinzione che è diventata fonte di stigma sociale. .

In un altro sviluppo imminente per l’app di messaggistica dell’iPhone, gli utenti saranno in grado di digitare un testo (o ottenere uno strumento AI per crearlo) in anticipo e programmare un orario specifico per inviarlo automaticamente.

La presentazione di lunedì segna il secondo anno consecutivo in cui Apple ha fatto scalpore alla conferenza degli sviluppatori utilizzandola per inaugurare una forma di tecnologia alla moda che altre aziende hanno già utilizzato.

READ  I Solos arriveranno finalmente su Apex Legends nella stagione 21 – Spiegazione dei Solos

L’anno scorso Apple ha introdotto… Uno sguardo in anteprima al visore per realtà mistaVision Pro, che non verrà rilasciato fino all’inizio del 2024. Tuttavia, la spinta di Apple verso la realtà mista – con uno sviluppo descritto come “calcolo spaziale” – ha fatto sperare che ci sarà un maggiore interesse da parte dei consumatori per questa tecnologia di nicchia.

Parte di questo ottimismo deriva da La storia di Apple Lanciare la tecnologia più tardi rispetto ad altri, quindi utilizzare design eleganti e grandi campagne di marketing per superare il suo avvio tardivo.

Portare più intelligenza artificiale su iPhone probabilmente solleverà problemi di privacy, un argomento che Apple ha fatto di tutto per rassicurare i suoi clienti fedeli che ci si può fidare di non approfondire le loro vite personali. Lunedì Apple ha parlato ampiamente dei suoi sforzi per creare forti protezioni e controlli della privacy attorno alla sua tecnologia di intelligenza artificiale.

Un modo in cui Apple sta cercando di convincere i consumatori che l’iPhone non verrà utilizzato per spiarli è sfruttando la tecnologia dei suoi chip in modo che la maggior parte delle funzionalità basate sull’intelligenza artificiale siano gestite sul dispositivo stesso anziché in data center remoti, spesso chiamati un “data center”. Cloud.” Seguire questa strada aiuterebbe anche a proteggere i margini di profitto di Apple perché l’elaborazione dell’intelligenza artificiale tramite il cloud è molto più costosa che se fosse eseguita solo sul dispositivo.

Quando gli utenti Apple richiedono un’intelligenza artificiale che richieda una potenza di calcolo superiore a quella disponibile sul dispositivo, le attività verranno gestite da quello che l’azienda chiama un “cloud privato” che dovrebbe proteggere i loro dati personali.

L’intelligenza artificiale di Apple “prenderà conoscenza dei tuoi dati personali senza raccoglierli”, ha affermato Federighi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto