Avvocato: le accuse contro Brandon McManus sono “completamente fittizie”

Il giocatore dei Commanders Brandon McManus è stato accusato di violenza sessuale da due assistenti di volo sull’aereo che ha portato la sua ex squadra, i Jaguars, a Londra durante la stagione 2023. McManus, tramite il suo avvocato, ha negato le accuse.

“Per essere chiari”, ha detto l’avvocato Brett R. Galloway (tramite Sam Fortier di Washington Post),”Queste sono affermazioni completamente fittizie e palesemente false È stato condotto come parte di una campagna per screditare e denigrare un giocatore della NFL talentuoso e rispettato. “Intendiamo difendere vigorosamente i diritti e l’integrità di Brandon e riabilitare il suo nome dimostrando la verità di queste accuse: un tentativo di estorsione”.

In generale, pochi, se non nessuno, gli imputati civili assumono un avvocato per dire al mondo dopo aver intentato una causa: “Sì, l’ho fatto”. In questo caso, la negazione è forte e radicale e va oltre il semplice dire che non è successo, fino a presentare un movente di ricatto a due persone diverse e ai loro avvocati.

Se è inventato, la verità lo dimostrerà. Ora che è stata intentata una causa, entrambe le parti avranno la possibilità di dimostrare la propria tesi. I procuratori racconteranno la loro storia. McManus glielo dirà. I testimoni aiuteranno a spostare l’ago in un modo o nell’altro. Salvo un accordo, la giuria deciderà chi sta dicendo la verità, dato il basso livello di preponderanza delle prove/molto probabilmente.

L’ipotesi che si sia trattato di un tentativo di estorsione solleva la questione se i querelanti avessero precedentemente tentato di ottenere denaro da McManus per risolvere le richieste. Questo è quello che è successo con la persona che ha accusato il quarterback dei Cowboys Dak Prescott di violenza sessuale. Prescott e i suoi avvocati hanno scelto la mossa molto aggressiva di citare in giudizio la presunta vittima e il suo avvocato.

READ  "Oggi correvo per la madre di Urška" - La vittoria di Tadej Pogačar a Liegi allevia due anni di dolore

Se McManus fosse stato precedentemente informato di questa affermazione, la domanda successiva diventa se l’avrebbe rivelata ai Jaguars, ai Chiefs o alla NFL. Su questo punto, la Politica di Condotta Personale contiene un requisito chiaro e inequivocabile: “I club e i giocatori sono obbligati a segnalare tempestivamente qualsiasi questione che venga alla loro attenzione (attraverso, ad esempio, denunce di vittime o testimoni, forze dell’ordine, procedimenti civili o media.” (segnalazioni) che potrebbero costituire una violazione di questa politica.”

Se McManus fosse stato informato di queste affermazioni come tentativo di transazione prima di intentare una causa (cosa fin troppo comune nella professione legale), probabilmente avrebbe avuto il dovere di divulgarle. Se lo avesse saputo prima di firmare un contratto con i Comandanti che includeva 1,5 milioni di dollari in garanzie alla firma, questo probabilmente diventerebbe una questione separata.

Ci sono due questioni diverse qui. Innanzitutto, ha fatto ciò di cui è stato accusato? In secondo luogo, quando ha saputo dell’accusa, l’ha denunciata immediatamente? Non importa se lo nega. Non importa se davvero non l’ha fatto. In tal caso, la NFL applicherà la politica così come scritta.

Sappiamo per esperienza che questo non è qualcosa che accade sempre.

Quindi questi sono i problemi del momento. È successo questo? Il sistema giudiziario risolverà questo problema. McManus ha rispettato i requisiti di segnalazione della Politica di condotta personale? Dipende da fatti che non sono ancora stati rivelati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto