Giugno 27, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

Biden impone le prime sanzioni al programma di armi della Corea del Nord dopo i test missilistici

Il missile è stato lanciato durante un resoconto dei media statali secondo cui si trattava di un test missilistico ipersonico l’11 gennaio 2022 in una località sconosciuta della Corea del Nord, questa foto è stata rilasciata il 12 gennaio 2022 dalla North Korea Central News Agency (KCNA). KCNA via REUTERS

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

WASHINGTON, 12 gen. (Reuters) – L’amministrazione Biden ha imposto sanzioni ai programmi di armamento della Corea del Nord da mercoledì, a seguito di una serie di missili lanciati dalla Corea del Nord nelle ultime due settimane.

Le sanzioni hanno preso di mira sei nordcoreani, con una società russa e una russa, Washington, che hanno affermato di essere responsabili dell’acquisto di materiali per i progetti da Russia e Cina.

Il Tesoro degli Stati Uniti ha affermato che la mossa mirava a impedire alla Corea del Nord di portare avanti i suoi piani e i suoi sforzi per espandere la sua tecnologia delle armi.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Gli Stati Uniti hanno proposto che cinque di queste persone siano inserite in una lista di detenzione dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, il che richiederebbe il consenso unanime dei 15 membri del panel delle sanzioni nordcoreane. Per saperne di più

L’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha fallito nei suoi tentativi di persuadere Pyongyang a sganciare le sue bombe atomiche e missili da quando è entrato in carica nel gennaio dello scorso anno.

Il portavoce del Dipartimento di Stato americano Nate Price ha affermato che gli Stati Uniti sono impegnati a perseguire la diplomazia con la Corea del Nord.

READ  40 La migliore reti ombreggianti giardino del 2022 - Non acquistare una reti ombreggianti giardino finché non leggi QUESTO!

“Quello che abbiamo visto negli ultimi giorni… sottolinea solo la nostra convinzione che se vogliamo andare avanti, dobbiamo impegnarci in quel dialogo”, ha detto in una normale conferenza stampa.

Il Dipartimento del Tesoro ha imposto sanzioni in seguito al lancio di sei missili nordcoreani da settembre, ciascuno in violazione delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell’ONU.

La Corea del Sud, un alleato degli Stati Uniti che ha spinto Washington a sostenere un ulteriore impegno con la Corea del Nord, ha affermato di non credere che la mossa abbia inasprito l’amministrazione di Biden.

Un portavoce del ministero degli Esteri sudcoreano ha dichiarato in una conferenza: “Pensiamo che la mossa degli Stati Uniti rifletta la posizione degli Stati Uniti secondo cui l’attuazione delle sanzioni è importante”.

Brian Nelson, vice segretario del Tesoro degli Stati Uniti per il terrorismo e l’intelligence finanziaria, ha affermato che la mossa mirava a “continuare a utilizzare gli inviati esteri della Corea del Nord per acquistare armi illegali”.

Nelson ha affermato in una dichiarazione che i recenti lanci della Corea del Nord sono “un’ulteriore prova che la comunità internazionale, nonostante gli appelli alla diplomazia e al disarmo nucleare, continua a perseguire piani sotto embargo”.

Cho Myong Hyun della Corea del Nord con sede in Russia, Roman Anatolyevich Allar e la società russa Barzek LLC sono stati nominati dal Dipartimento di Stato per “attività o transazioni che contribuiscono materialmente alla proliferazione delle armi di distruzione di massa o dei loro mezzi di distribuzione”.

Choe Myong Hyon, un rappresentante della Seconda Accademia di Scienze Naturali (SANS) della Corea del Nord di Vladivostok, ha affermato che stava lavorando per acquistare apparecchiature per le telecomunicazioni dalla Russia.

READ  Il visto australiano di Novak Djokovic è stato revocato

Sono stati presi di mira anche quattro rappresentanti nordcoreani con sede in Cina di organizzazioni affiliate alla SANS – Sim Kwang Chok, Kim Chang Han, Kang Sol Haq e Pyongyang Kwang Sol – e un altro nordcoreano con sede in Russia, O Yong Ho.

Il Tesoro ha detto di aver lavorato all’acquisto della Sim Kwang Chok, con sede a taliana, leghe di acciaio e Kim Chang Han, Shenyang, software e prodotti chimici.

In una dichiarazione, il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha lavorato per acquistare una serie di articoli, tra cui applicazioni di missili balistici, tra cui Olar Yong Ho, direttore di Porsche LLC e sviluppo aziendale, allarme, Kevlar Nool e Aramid, almeno tra il 2016 e 2021. Fibra, cherosene, cuscinetti a sfere e fresatrici di precisione.

Composti di carburante per missili

Plinken ha detto che Aller ha anche fornito a O Yong Ho le istruzioni per la creazione di composti di carburante per razzi solidi.

“Il rapporto di approvvigionamento e distribuzione tra O Yong Ho, Roman Anatolyevich Alar e Parsek LLC è una fonte chiave di materiali e tecnologie utilizzabili per i missili per il programma missilistico della RPDC”, si legge in una nota.

Ha anche affermato che O Yong Ho ha lavorato per acquistare beni, tra cui fibra aramidica, tubi di acciaio inossidabile e cuscinetti a sfere, da “paesi terzi” senza nome.

La missione Onu della Corea del Nord, le ambasciate cinesi in Russia ea Washington e l’agenzia russa non hanno risposto alle richieste di commento.

I media nordcoreani hanno riferito martedì che il presidente Kim Jong Un aveva osservato il test di un missile ipersonico per la seconda volta in una settimana, promettendo nel suo discorso di Capodanno di potenziare l’esercito con una tecnologia all’avanguardia. Per saperne di più

READ  Le azioni sono scivolate mentre le sanzioni della Russia hanno morso e le esplosioni di petrolio hanno superato i $ 110

Albania, Francia, Irlanda, Giappone e Regno Unito si sono confrontate martedì, poche ore dopo la missione statunitense presso le Nazioni Unite, condannando il lancio la scorsa settimana e sollecitando le Nazioni Unite ad attuare gli obblighi sanzionatori. Chiamato per paesi. Per saperne di più

Le risoluzioni delle Nazioni Unite impongono sanzioni alla Corea del Nord per i suoi test sui missili balistici e sulle armi nucleari.

Anthony Ruggiero, un ex esperto di sanzioni dell’amministrazione Trump che non è riuscito a convincere Kim a ritirare il suo programma nucleare nonostante un coinvolgimento senza precedenti, ha definito le nuove sanzioni “un buon inizio”.

Tuttavia ha riconosciuto che il loro numero non era sufficiente per sconfiggere il regime di Obama.

Alla domanda sul motivo per cui nessun individuo o organizzazione cinese è stato preso di mira, o soprattutto se Cina e Russia stessero facendo abbastanza per attuare sanzioni, Price non ha risposto, ma ha sottolineato l’importanza che tutti i paesi delle Nazioni Unite lo facessero: “Ovviamente non l’abbiamo fatto. Ho visto tutto .” “

Le operazioni di mercoledì congelano i beni di proprietà degli Stati Uniti di coloro che sono stati presi di mira e vietano tutte le attività con essi.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Segnalato da David Brunstrom e Chris Gallagher; Segnalazioni aggiuntive di Simon Lewis e Michael Nichols e Hyunhee Shin a Seoul; Montaggio di Jonathan Odyssey, Howard Collar, Grant McCoul e Michael Perry

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.