Caitlin Clark guida l'UConn alla seconda apparizione consecutiva nel campionato nazionale sull'Iowa

CLEVELAND – Gabby Marshall lo ha capito subito.

Nel momento in cui si è imbattuta nell'attaccante dell'UConn Aaliyah Edwards, Marshall sapeva che si era mossa e ha dovuto chiamare uno schermo illegale.

Pochi istanti dopo mancavano tre secondi al cronometro e l'Iowa si aggrappava a un punto di vantaggio, il gioco era quasi sigillato. L'Iowa ha sconfitto l'UConn 71-69 e ora si prepara per la sua seconda partita di campionato nazionale, mentre l'UConn torna a casa in modo straziante.

Tutto ciò che Marshall poteva fare era essere felice, avendo fatto grandi soste difensive per l'Iowa tutto l'anno.

“Ero molto felice ed emozionato”, ha detto Marshall. “Lo so nella mia mente. È il terzo schermo mobile del gioco e sappiamo che è un grande momento.

Kaitlyn Clark dell'Iowa e Paige Beukers dell'UConn, in una partita pubblicizzata come due delle ultime tre giocatrici nazionali dell'anno, hanno trovato la decisione al di là delle loro possibilità.

Bukers ha concluso con 17 punti al tiro 7 su 17. Clark aveva 21 punti al tiro 7 su 18, ma nessuna delle due squadre sarebbe stata in gioco se solo le loro stelle avessero giocato.

Gli Huskies hanno ricevuto una grande spinta da Edwards, che ha segnato 17 punti e otto rimbalzi nonostante un fallo nel finale. KK Arnold, che ha recuperato meno di 10 secondi, ha totalizzato 14 punti, 5 assist e 5 palle recuperate nella sua prima Final Four.

READ  Il governatore dell'AC vuole tribunali psichiatrici per i senzatetto

Ma è stato il cast di supporto dell'Iowa a fare la differenza. L'attaccante Hannah Stulke ha guidato l'Iowa con 23 punti. Per la seconda volta quest'anno, Clark non ha guidato gli Hawkeyes nel punteggio.

“Penso che stasera abbia giocato con un'energia tale da poter davvero uscire e dominare”, ha detto Clark. “Lei si scontra faccia a faccia con Aaliyah Edwards, che nella mia mente è una delle migliori giocatrici del paese.”

Tuttavia, l'Iowa è stata una squadra guidata da Clark, ma anche una squadra che ottiene grandi contributi nei grandi momenti. Così come Sidney Affolder, che ha recuperato il tiro libero sbagliato di Clark a tre secondi dalla fine. O Kate Martin, che ha segnato 11 punti e 8 rimbalzi.

Il cast di supporto dell'Iowa si è fatto avanti quando necessario e soprattutto quando Clark ha faticato ad aprire il gioco.

È andato 3 su 11 e non ha segnato una tripla nel primo tempo, e l'UConn ha aperto un vantaggio di 12 punti con 5:18 rimasti nel primo tempo. Affolder ha poi segnato 6 degli ultimi 8 punti dell'Iowa tagliando il vantaggio a 6 nel secondo tempo.

Da lì è stato avanti e indietro. Clark ha segnato la sua prima tripla con 8:39 rimasti nel terzo quarto mandando in delirio il pubblico tutto esaurito del Rockets Mortgage Fieldhouse.

Gli Huskies sono tornati da soli nel quarto quarto.

Con il gioco dell'Iowa in ritmo, UConn era sotto di nove punti con 5:42 rimasti. La squadra dell'UConn, afflitta da infortuni, che ha giocato solo sei partite, sembrava essere a corto di benzina dopo aver giocato gran parte della stagione su una panchina accorciata dagli infortuni.

READ  Dopo i commenti di Biden, il leader ucraino chiede "nessuna incursione minore"

Tuttavia, UConn si è ripreso.

“I nostri medici fanno un buon lavoro assicurandosi che stiamo riposando, recuperando e ricevendo le cure di cui abbiamo bisogno”, ha detto Beukers. “E poi siamo competitivi e siamo semplicemente grati di essere qui e cerchiamo di non dare nulla per scontato, di non pensare alla stanchezza o a cosa fa male, cosa fa male, quanto siamo stanchi. Essere grati per questo noi siamo qui e continuiamo con questo cuore, cerchiamo di giocare e giocare con un atteggiamento senza stancarci.

Sotto di quattro punti a 50 secondi dalla fine, la guardia Nika Muhl ha rubato un brutto passaggio a Martin e ha segnato una tripla dall'altra parte. Il furto di Arnold ha successivamente stabilito il possesso finale di UConn.

Invece di alzare la ripresa, UConn è tornato a casa dopo che è stato chiamato uno schermo illegale.

“Tutti possono fare una grande giocata, ma nessuna giocata fa o perde una partita di basket”, ha detto Beukers. “Sento che molti degli errori che ho commesso avrebbero potuto impedirci di realizzare quella giocata in grande o di realizzare il gioco. Quindi, puoi guardare una giocata e dire, oh, questo ci ha ucciso o ferito. Ma avremmo dovuto farlo un lavoro migliore, assicurandoci di non rinunciare a un'opportunità del genere.” Avrei dovuto fare un lavoro migliore nel decidere la partita lasciando che fosse una decisione sbagliata.

Ma quella partita ha bloccato un'altra partita per Clark in uniforme dell'Iowa e una rivincita contro la Carolina del Sud di alto livello dopo che gli Hawkeyes hanno concluso una stagione imbattuta nelle Final Four dello scorso anno.

Lettura obbligatoria

(Foto: Steph Chambers / Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto