Agosto 9, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

Gli Stati Uniti considerano “potenti” restrizioni alle esportazioni contro la Russia tra le tensioni in Ucraina

Washington: gli Stati Uniti sono pronti a imporre sanzioni e restrizioni all’esportazione in settori chiave dell’economia russa sotto il presidente russo Vladimir Putin. Occupa l’Ucraina, hanno detto i funzionari statunitensi.

“Le opzioni di controllo delle esportazioni che stiamo prendendo in considerazione con i nostri alleati e partner influenzeranno gravemente le ambizioni strategiche di Putin di industrializzare l’economia e potrebbero influenzare aree per lui importanti nell’intelligenza artificiale, nell’informatica quantistica o nella sicurezza, nell’aerospazio o in altri settori chiave”. ha detto un alto dirigente.

I funzionari esecutivi hanno rifiutato di approfondire i tipi di sanzioni che avrebbe imposto, ma hanno affermato che le misure aumenterebbero le vendite sui mercati russi, aumenterebbero i costi finanziari del paese e influirebbero sul valore della valuta russa.

Funzionari della Casa Bianca Prepararsi per l’invasione russa La Russia si infiltra in Ucraina dopo aver dispiegato oltre 100.000 soldati al confine del Paese. Oltre alle sanzioni, gli Stati Uniti hanno detto che faranno lo stesso Rafforzare le forze della NATO Nell’Europa orientale. Lunedì, il Pentagono ha annunciato di essere pronto a inviare 8.500 soldati nell’area.

Il presidente Biden ha dichiarato in una conferenza stampa che gli Stati Uniti erano pronti a scatenare sanzioni contro la Russia se il presidente Vladimir Putin avesse preso provvedimenti contro l’Ucraina. Biden ha anche delineato una possibile risoluzione diplomatica. Foto: Susan Walsh / Associated Press (Video dal 19/01/22)

Funzionari statunitensi affermano che sta emergendo un consenso tra gli Stati Uniti e i paesi europei sulle sanzioni future. Promette inoltre che gli Stati Uniti lavoreranno per garantire l’approvvigionamento energetico se Putin invaderà l’Ucraina. Funzionari statunitensi affermano di essere alla ricerca di riserve energetiche in Nord Africa, Medio Oriente, Asia e Stati Uniti

“Di conseguenza, siamo in trattative con i principali produttori di gas naturale in tutto il mondo, con la possibilità di aumentare temporaneamente la loro capacità e produzione di gas naturale e di assegnare queste quantità agli acquirenti europei”, ha affermato un alto funzionario.

L’annuncio degli Stati Uniti arriva il giorno dopo che il presidente Biden ha discusso della crisi ucraina con diversi leader europei. I leader, tra cui il primo ministro britannico Boris Johnson, il presidente francese Emmanuel Macron e il cancelliere tedesco Olaf Scholes, hanno discusso delle sanzioni e dell’armonizzazione della situazione in Ucraina.

I leader hanno convenuto che nessuna sanzione importante dovrebbe essere tolta dal tavolo, ha affermato un funzionario dell’UE, aggiungendo che alcune potrebbero essere utilizzate solo come ultima risorsa. Questi includono azioni che potrebbero danneggiare le banche in Occidente, come disconnettere la Russia dalla rete finanziaria SWIFT che aiuta le banche a regolare le transazioni in tutto il mondo e vietare le importazioni di energia dalla Russia.

“I leader hanno convenuto che in caso di un’altra incursione russa in Ucraina, gli alleati avrebbero dovuto attuare misure di ritorsione senza precedenti, comprese le sanzioni”, ha affermato. Lo ha detto l’ufficio di Johnson in una nota dopo la telefonata. “Hanno deciso di continuare a coordinare da vicino una tale risposta”.

Scrivere a Gordon Lubold a Gordon.Lubold@wsj.com e Lawrence Norman a laurence.norman@wsj.com

Copyright © 2022 Dow Jones & Company, Inc. Tutti i diritti riservati. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

READ  Il capo del giuramento di fedeltà è apparso in tribunale con l'accusa di tradimento