La navicella spaziale russa Soyuz trasporta un equipaggio di 3 persone sulla Stazione Spaziale Internazionale

Due giorni dopo il lancio, lunedì un traghetto russo con equipaggio Soyuz ha raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale e si è avvicinato per un attracco perfetto, portando due membri dell'equipaggio a breve termine e un astronauta della NASA per iniziare un soggiorno di sei mesi nella stazione spaziale internazionale. orbita.

Con il comandante della Soyuz MS-25/71S Oleg Novitsky, il pilota ospite bielorusso Marina Vasilevskaya e la veterana della NASA Tracy Dyson che monitoravano l'avvicinamento robotico, la navicella spaziale scivolò dal fondo e si attraccò nel modulo Preshal rivolto verso la Terra alle 11:03 EDT.

Lunedì la navicella spaziale Soyuz MS-25/71S sorvolerà la Croazia durante il suo avvicinamento finale alla Stazione Spaziale Internazionale. A bordo: l'astronauta veterano Oleg Novitsky, l'ospite bielorussa Marina Vasilevskaya e l'astronauta della NASA Tracy Dyson.

televisione della NASA


Dopo un controllo delle perdite per verificare la tenuta strutturale, i portelli sono stati aperti e L'equipaggio della Sojuz È volato alla stazione ed è stato accolto dal comandante della ISS Oleg Kononenko, dagli astronauti Nikolai Chub e Alexander Grebenkin, insieme agli astronauti della NASA Loral O'Hara, Matthew Dominic, Michael Barratt e Janet Epps.

Vasilievskaya (tuta di volo blu, a sinistra) saluta la telecamera pochi istanti dopo l'imbarco sulla Stazione Spaziale Internazionale. O'Hara galleggia accanto a lei in alto a sinistra con Janet Epps in basso a sinistra.

televisione della NASA


“Marina, hai aperto le porte alla Bielorussia per andare nello spazio”, ha trasmesso alla radio da Mosca il controllore russo. “Quindi hai un lavoro fantastico e sicuro. Goditi il ​​tuo lavoro e le tue vacanze. Siamo molto orgogliosi di te. L'intero popolo bielorusso è orgoglioso di te.”

“Sono molto felice che la Bielorussia sia arrivata sana e salva alla Stazione Spaziale Internazionale”, ha detto Vasilevskaya, con un ampio sorriso, attraverso un traduttore.

“Ci sono voluti un paio di giorni, ma siamo di ottimo umore e sono molto felice che sia andata come è andata. Ne ho amato ogni aspetto. … Siamo molto contenti del vostro supporto. Mi rende molto felice e ci dà forza”.

Il team di controllo missione della NASA si è congratulato con Nowitzki per il suo ritorno sano e salvo “nella tua seconda casa. Siamo felici di rivederti sulla stazione”.

“Tracy, è così meraviglioso vedere di nuovo il tuo volto sorridente sulla Stazione Spaziale Internazionale”, ha detto Costa Mavridis, il collegamento della navicella spaziale della NASA. “Tutti qui a Houston, compresi la tua famiglia e i tuoi amici nella sala di visione, sono raggianti di orgoglio mentre guardano lo schermo.”

L'equipaggio di 10 persone della stazione si è riunito per una breve videochiamata con il centro di controllo missione russo vicino a Mosca. Ultima fila (da sinistra a destra): Nikolai Chub, Alexander Grebenkin, Mike Barratt, Oleg Kononenko, Matthew Dominic, Loral O'Hara. Prima fila (da sinistra a destra): Tracy Dyson, Oleg Novitsky, Marina Vasilevskaya, Janet Epps.

televisione della NASA


Erano Kononenko, Chubb e O'Hara È stato lanciato lo scorso settembre A bordo della nave traghetto Soyuz MS-24/70S all'arrivo di Dominic, Barratt, Epps e Grebenkin Anticipo questo mese A bordo della Crew Dragon di SpaceX.

Dyson sostituirà O'Hara, che tornerà sulla Terra il 6 aprile con Novitsky e Vasilevskaya a bordo della vecchia navicella spaziale MS-24/70S che l'ha portata in orbita l'anno scorso. Dyson tornerà a casa il prossimo settembre con Kononenko e Chubb utilizzando la navicella spaziale MS-25/71S consegnata da Nowitzki.

Lo scambio della Soyuz era necessario perché Kononenko e Chub erano nel bel mezzo di un anno di permanenza a bordo della stazione, e le navi russe con equipaggio non sono certificate per viaggi che durano più di sei mesi.

Dopo la partenza di Novitsky, Vasilevskaya e O'Hara, le postazioni della NASA presso la stazione continueranno ad andare avanti con le ricerche in corso e i preparativi per l'arrivo all'inizio di maggio della navicella spaziale Starliner della Boeing, il primo volo di prova di un sostituto sponsorizzato dalla NASA per la Crew Dragon di SpaceX. navicella spaziale. .

Dopo due voli di prova senza pilota e un lungo lavoro per correggere problemi software e problemi imprevisti con le valvole usurate del sistema di propulsione, i funzionari della NASA e della Boeing affermano che la navicella spaziale è finalmente pronta per trasportare gli astronauti da e verso la stazione.

Rappresentazione artistica della navicella spaziale Boeing Starliner nel suo avvicinamento finale alla Stazione Spaziale Internazionale. Il primo volo di prova dello Starliner è previsto per l'inizio di maggio.

NASA


Per l'imminente “Crew Flight Test”, gli astronauti Barry “Butch” Wilmore e Sunita Williams metteranno alla prova i sistemi di controllo manuale e automatizzato della nave durante il volo da e verso la stazione, trascorrendo circa 10 giorni a bordo dell'avamposto.

Se il volo andrà bene, lo Starliner sarà certificato per l'uso nelle future missioni di rotazione dell'equipaggio della ISS, in alternanza con il Crew Dragon di SpaceX e fornendo alla NASA ridondanza quando si tratta di lanciare astronauti da e verso la stazione spaziale.

“Oggi, tutti i nostri Crew Dragons vengono lanciati su (razzi SpaceX Falcon 9)”, ha affermato Dana Weigel, responsabile del programma della stazione spaziale. “Se ci fosse un problema con un F9, per esempio, e dovessimo fermarci per un po’… se avessimo un altro mezzo potremmo continuare a volare”.

Ciò contribuirebbe a garantire una presenza americana permanente a bordo della stazione spaziale.

“Ecco perché, quando parliamo di avere più fornitori, è così importante per noi avere questa capacità continua”, ha affermato Weigel.

READ  Potrebbe essere necessario un secondo intercalare negativo per regolare la rotazione più lenta della Terra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto