La prima grande ondata di caldo dell’estate sta devastando gli Stati Uniti occidentali con un caldo pericoloso

Dopo aver già battuto i record in California, nel sud-ovest desertico e in Texas questa settimana, la prima grande ondata di caldo della stagione raggiungerà il picco negli Stati Uniti occidentali giovedì e venerdì. Più di 30 milioni di persone in tutta la regione, che comprende le aree metropolitane di Phoenix, Las Vegas e Sacramento, sono in allerta per temperature pericolosamente calde mentre le autorità invitano i residenti a prendere precauzioni contro le malattie da calore.

Avvisi e avvisi di caldo estremo sono in vigore per la maggior parte della California, del Nevada occidentale e meridionale, dell’Arizona occidentale e meridionale e di parti dello Utah, del Nuovo Messico e del Texas sud-occidentale, con temperature previste in aumento di 15-20 gradi sopra la norma. Luoghi come Las Vegas, la California sudorientale e le aree desertiche del Texas sudoccidentale hanno registrato il rischio più elevato di caldo estremo da parte del Servizio meteorologico nazionale. Pericolo di calore Previsione, che valuta il rischio per la salute umana.

I funzionari raccomandano alle persone di limitare il tempo trascorso fuori durante le ore più calde della giornata, di rimanere idratati e di accedere all’aria condizionata. Ricordano anche agli operatori sanitari Non dimenticare mai nessuno in una macchina calda.

Il caldo si è diffuso dal Messico agli Stati Uniti occidentali, che nelle ultime settimane sono stati colpiti da un’ondata di caldo prolungata e mortale. L’analisi scientifica indica che il riscaldamento è causato dal cambiamento climatico causato dall’uomo.

Dopo che martedì sono stati stabiliti diversi record giornalieri in Texas, tra cui 111 gradi a San Angelo e 109 gradi a Del Rio, mercoledì il caldo si è diffuso in Arizona e California. Le voci dei giorni di calendario per mercoledì includono:

READ  La fastidiosa infezione Evergreen si diffonde in Cina per registrarsi
  • Del Rio, Tex., alto 107 (pareggio 107)
  • PalmdaleCalifornia, alta 105 (alta 103)
  • VescovoCalifornia, massimo 102 (massimo 101)
  • pennoneArizona, alta 89 (alta 88)

A est, la Florida continua a ribollire. Mercoledì Fort Myers ha raggiunto 98, stabilendo il record per la data. Diversi luoghi negli Stati dei Four Corners e in California hanno registrato i primi 5 massimi per la data, tra cui 108 a Las Vegas, il secondo massimo più caldo della città registrato il 5 giugno. Phoenix arriva a 108, la Central Valley della California risorge. Anche 100.

Il caldo torrido continua per tutto il fine settimana

I meteorologi prevedono che il caldo peggiore colpirà parti della Central Valley e del deserto sud-occidentale della California da giovedì a sabato.

Si prevede che le temperature nelle città centrali della California di Redding, Chico, Yuba City, Sacramento, Stockton e Modesto raggiungeranno tra 100 e 105, o quasi 15 gradi sopra la norma, giovedì e venerdì sulle colline pedemontane. La maggior parte della regione era esposta a un rischio di calore di livello 3, descritto come caldo “estremo” che “colpisce chiunque senza un raffreddamento efficace e/o un’idratazione adeguata”.

Si prevede che Las Vegas sarà una delle destinazioni più calde. La previsione del rischio di calore per il periodo di tre giorni era al livello 4, che viene descritto come “periodi rari e/o prolungati di caldo intenso con poco o nessun sollievo durante la notte”. Anche parti del sud-ovest del Texas presentavano un rischio di caldo pari a 4 giovedì, prima che si prevede che l’umidità riduca il rischio a un livello 3 venerdì e nel fine settimana.

Diverse grandi città sono in attesa di un caldo pericoloso e da record:

READ  Seconda giornata delle Olimpiadi invernali: la Nuova Zelanda vince il primo oro in assoluto, la discesa libera maschile è stata posticipata - live! | Sport
  • Nella Valle della Morte, California, si prevede che si avvicinerà a 123 giovedì e venerdì e tra 117 e 119 venerdì e sabato. Se la temperatura raggiunge i 124, sarà molto alta per l’inizio dell’anno.
  • Las Vegas Per giovedì era previsto un massimo vicino a 112, che segna l’inizio dell’anno più caldo per la città, con venerdì e sabato che vanno da 108 a 111. Il massimo medio per quest’anno è 97.
  • Fenice Era pronto per questo La giornata più calda finora quest’anno Giovedì si vedrà un massimo di 113, rispetto al massimo medio della giornata di 102.
  • Tucson I massimi previsti per giovedì e venerdì saranno compresi tra 107 e 108. Mercoledì è stato il primo giorno di 45 gradi in città, con qualche giorno di anticipo rispetto al previsto. In media, il primo giorno della città cade l’11 giugno.

Altri punti caldi includono il Texas meridionale, dove si prevede che giovedì l’indice di calore oscillerà tra 110 e 115; Albuquerque e Roswell nel New Mexico, dove le massime saranno vicine a 100; e Salt Lake City, dove sono previsti picchi fino alla metà degli anni ’90 durante il fine settimana.

Le principali città costiere come San Francisco, Los Angeles e San Diego sono più fresche. Influenza marinaMassimi diurni solo negli anni ’70 fino a quasi gli anni ’80.

I modelli di previsione mostrano un allentamento del caldo negli Stati Uniti occidentali verso la fine del fine settimana. Ma il servizio meteorologico ha avvertito che “il caldo pericoloso inghiottirà gran parte del Great Basin e dell’Intermountain West e persisterà fino alla prossima settimana”.

Il caldo raggiunge la cima dell’indice climatico

L’ondata di caldo in corso è il risultato diretto di una cupola di calore ad alta pressione che ha bruciato il Messico per settimane Il maggio più caldo e secco mai registrato nel Paese – prima di diffondersi nelle parti meridionali degli Stati Uniti settentrionali e occidentali questa settimana. Tali cupole termiche comprimono le nuvole, comprimendo l’aria sottostante e riscaldandola.

READ  In che modo il crollo del ponte di Baltimora influirà sulle catene di approvvigionamento e sull'economia

Centro climatico Indice del cambiamento climatico Inoltre, sottolineando l’influenza dei cambiamenti climatici causati dall’uomo, gran parte degli Stati Uniti sudoccidentali sta raggiungendo il livello 5. Questo è il livello più alto dell’indice, che indica che il cambiamento climatico causato dall’uomo ha prodotto un riscaldamento cinque volte superiore.

Ian Livingston ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto