Dicembre 9, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

L’attacco informatico interrompe completamente la produzione Toyota in Giappone

L'attacco informatico interrompe completamente la produzione Toyota in Giappone

Immagine dell'articolo intitolato Cyberattack per fermare tutta la produzione Toyota in Giappone

strano Una sospensione temporanea di tutta la produzione interna della più grande casa automobilistica giapponese dopo che il Giappone ha sostenuto l’Ucraina. Tutto questo e altro ancora turno del mattino Il 28 febbraio 2022.

Prima marcia: Toyota la spegne

Di tutte le case automobilistiche giapponesi, la Toyota è l’alfiere del paese, forse meglio visto dagli stretti legami che ha con essa. Iniziative governative sull’idrogeno. Comunque, il Giappone ha appena sostenuto l’Ucraina, E ora Toyota ha chiuso tutta la sua produzione nazionale a causa di quello che sostiene essere un attacco informatico. Da Reuters:

Toyota Ha detto che avrebbe sospeso tutte le operazioni della fabbrica locale martedì, poiché ha perso circa 13.000 auto dopo che un’azienda che fornisce parti in plastica e componenti elettronici è stata colpita da un sospetto. Attacco Internet.

Nessuna informazione è stata immediatamente disponibile su chi c’era dietro l’attacco o il motivo.

L’attacco arriva dopo che il Giappone si è unito agli alleati occidentali nel reprimere la Russia per la sua invasione Ucrainaanche se non era chiaro se l’attacco fosse collegato.

Sarà interessante vedere come ciò influisca sulla produzione di alcuni dei modelli più popolari di Toyota, nonché su quelli che la aiutano a rispettare le normative sulle emissioni più severe. Ad esempio, il bZ4X EV è prodotto in Giappone.

Seconda marcia: la Volkswagen la spegne

La Volkswagen ha interrotto definitivamente parte della sua produzione a causa dell’invasione russa dell’Ucraina, chiudendo “due fabbriche tedesche mentre l’Ucraina esaurisce le forniture”. Financial Times Rapporti:

La Volkswagen è stata costretta a chiudere due dei suoi stabilimenti tedeschi dopo che non è riuscita a ottenere parti dall’Ucraina, nella più chiara indicazione finora che l’invasione russa del suo vicino sta interrompendo le catene di approvvigionamento della casa automobilistica europea.

Un portavoce dello stabilimento della casa automobilistica di Zwickau nella Germania orientale ha confermato che sarebbe rimasto inattivo per quattro giorni a partire dalla prossima settimana e che il vicino stabilimento di Dresda sarebbe stato chiuso per tre giorni, aggiungendo che era impossibile dire quanto tempo sarebbero durati gli arresti.

La Volkswagen non è stata in grado di proteggere i cavi elettrici dai produttori ucraini, secondo persone che hanno familiarità con la questione, e giovedì si è resa conto che avrebbe dovuto tagliare la produzione. Volkswagen ha rifiutato di nominare il fornitore.

Come la Toyota, le migliori auto elettriche Volkswagen sono prodotte nel loro paese d’origine. Lo stabilimento di Zwickau produce modelli ID, quindi sarà interessante vedere come le cose si sposteranno per la conformità normativa di VW.

Terza marcia: le aspettative della Toyota per la sua peggior auto sono basse

Potrebbe non essere necessario preoccuparsi troppo della produzione della Toyota bZ4X, perché la stessa Toyota non si aspetta di vendere così tante di queste cose, Notizie sull’auto:

In un primo evento di test drive fuori Tokyo la scorsa settimana, Toyota ha evitato le domande su quante aziende prevede di produrre e vendere dopo bZ4X sarà in vendita a metà del 2022.

Daisuke Ido, direttore generale dello stabilimento ZEV dove Toyota sta sviluppando una flotta di nuovi veicoli elettrici, afferma che i volumi dovrebbero crescere con l’adozione di veicoli elettrici su scala più ampia.

ma il Giappone Nikki Il giornale, citando fornitori che hanno familiarità con la pianificazione di Toyota, ha riferito che la casa automobilistica ha preso di mira solo 60.000 veicoli in tutto il mondo nel primo anno della bZ4X, per poi scendere a circa 50.000 l’anno successivo. In confronto, Toyota ha venduto 407.000 crossover RAV4 lo scorso anno solo negli Stati Uniti.

Questi numeri sono un po’ controversi, poiché le Toyota bz4X saranno prodotte in Cina e non vengono prese in considerazione qui.

Devo ancora chiedermi se la Toyota stia attivamente cercando di tagliare le vendite di questa cosa. Come si dice bZ4X? Non sono “spine occupate”? “Ascia calabrone?” Io sono confuso.

Quarta marcia: Rivian promette che potrà, a un certo punto e probabilmente, in futuro, vendere molte auto

Rivian Forum Potrebbe non essere del tutto falso che le persone dicano di aver effettivamente ricevuto qualcuno dei Rivian, ma Rivian è felice di dirlo a un certo punto, forse non ora, ma sicuramente in futuro, e alla fine, a un certo punto, un sacco di la gente comprerà e riceverà Riviani, come Reuters Rapporti:

Scarringe, in risposta a una domanda su quanto potrebbe essere grande Rivian entro il 2030, ha affermato che la società è nella posizione del marchio per “costruire un portafoglio … per permetterci davvero di lavorare per costruire una posizione con una quota di mercato del 10% all’interno dei veicoli elettrici spazio.”

Chiamata La carenza globale di chip semiconduttori Il limite “più doloroso” nel pagare per costruire la produzione. Startup con sede in California Ha prodotto 1015 auto l’anno scorsoal di sotto del suo obiettivo di 1.200 a causa dei vincoli della catena di approvvigionamento.

Scaring ha affermato che Rivian ha sostituito alcuni chip in alcune parti con altri chip più accessibili. Ha detto che la carenza globale sarà un fattore durante il resto dell’anno.

Quinta marcia: ecco una buona clip audio di Teamster che regola i conducenti di camion portuali

Forse la grave crisi degli autotrasporti del paese avrebbe potuto essere evitata se le compagnie di trasporto semplicemente pagassero meglio i loro lavoratori e fornissero migliori condizioni di lavoro. Sai chi aiuta con queste due cose? sindacati! Comunque, Questo è un bel podcast di Bloomberg I camionisti dovrebbero lavorare per standardizzare i conducenti di camion nei porti operativi. Ecco la propaganda dei B’berg:

Alcuni camionisti guadagnano bene e hanno un alto grado di controllo sul loro programma. Altri lavorano per salari bassi in condizioni molto difficili. I conducenti di camion portuali, in particolare, hanno dovuto far fronte a salari bassi, debiti elevati, furto di salari e altre condizioni difficili. Ma si sta facendo uno sforzo per organizzarsi per una situazione migliore. In questo episodio, parliamo con Ron Herrera, Direttore di Teamsters Port, degli sforzi del sindacato e di come si adattano alle pressioni più ampie sulla catena di approvvigionamento.

Retro: gli Stati Uniti lanciano Discoverer 1, un satellite spia segreto che non riesce a raggiungere l’orbita

Il 28 febbraio 1959, abbiamo girato Discoverer 1 al largo delle coste della California in orbita polare, e abbiamo annunciato che aveva raggiunto l’orbita e quindi non era mai stato visto, sentito o tracciato di nuovo. Ecco una storia divertente su questa piccola bugia americana Dal 2009, dopo la piena natura del programma Declassificato nel 1995, secondo la NASA.

Neutrale: come è la tua rappresentanza sindacale?

Il mio amico è appena entrato a far parte dei Teamsters (che lavorano nella produzione in California) e sembra essersi divertito finora. Sono contento che abbia ricevuto assistenza sanitaria ora che ha comprato una mountain bike.

READ  Il crollo dell'IPO delle azioni 'tech' immobiliari e SPAC: House Flippers Opendoor e Redfin Come Unglued, dopo Zillow