Le immagini mostrano che il robot morto su Marte sta ancora svolgendo un lavoro utile per la NASA


Il lander InSight della NASA su Marte è rimasto senza energia 18 mesi fa. Ma fornisce comunque informazioni utili all’agenzia spaziale grazie alle immagini ad alta risoluzione scattate dal Mars Reconnaissance Orbiter.

Lui gioca

Il lander InSight della NASA Potrebbe essere rilassante dopo il suo ritiro su Marte, ma il robot continua a fornire all’agenzia spaziale informazioni preziose.

Il 26 novembre 2018, il lander ha iniziato la sua missione su Marte: raccogliendo dati sulla struttura del pianeta, sull’attività sismica e sulla frequenza dei meteoriti. Poi il robot ha esaurito la carica nel dicembre 2022 e ha inviato un’immagine finale. È stato dichiarato “morto” nelle notizie tra cui da New York Times E L’indipendente.

Recentemente, il Mars Reconnaissance Orbiter ha esaminato il suo compagno in pensione e ha inviato una foto del lander InSight sulla superficie del pianeta. Sebbene il lander non possa inviare immagini, la sua semplice presenza sul Pianeta Rosso continua a fornire approfondimenti (nessun gioco di parole).

“Studiando il sito di atterraggio di InSight nel tempo, gli scienziati possono vedere quanto velocemente si accumula la polvere, il che aiuta a stimare l’età di altri disturbi superficiali”, ha affermato la NASA in un post del 6 maggio sul suo sito web. Conto della NASA su Marte Su X, la piattaforma di social media precedentemente nota come Twitter.

“Ragni” su Marte?: Un orbiter ha catturato immagini di “ragni” su Marte in una città Inca. Ma cos’è veramente?

READ  Cosa serve per diventare un astronauta alla NASA

Cosa è successo al lander InSight della NASA?

Dopo il suo lancio nel maggio 2018, visione – abbreviazione di “Interior Exploration Using Seismic Investigations, Geodesy, and Heat Transport” – ha viaggiato per circa 300 milioni di miglia in 6 mesi e mezzo fino a Marte dalla Terra.

Il lander aveva un braccio robotico (con una fotocamera incorporata) che utilizzava per dispiegare una sonda di temperatura e un sismometro per raccogliere dati.

Secondo lo Stato della California, durante la sua missione ha catturato immagini di meteoriti e di oltre 1.300 terremoti marziani. Laboratorio di propulsione a reazione.

Con il progredire della missione, la polvere si accumulò sui pannelli solari. Tuttavia, il robot è sopravvissuto alla sua missione originale di due anni terrestri. Lo ha riferito Space.com.

Poco prima che il robot rimanesse senza energia, la NASA ha pubblicato un messaggio di addio da InSight sui social media: “Sono davvero a corto di energia, quindi questa potrebbe essere l’ultima immagine che posso inviare Ma non preoccuparti per me: è il mio momento qui è stato produttivo e senza incidenti, se riesco a continuare.” Parlando con il mio team di missione, lo farò, ma mi firmerò presto. Grazie per essere rimasto con me.

Anche la navicella spaziale Mars Reconnaissance Orbiter funge da cavallo di battaglia È durato più del doppio della durata prevista Dal suo lancio nel 2005, si prevede che continuerà per molti altri anni.

Come suggerisce il nome, orbita attorno a Marte e acquisisce immagini ad alta risoluzione, comprese le immagini di una valle su Marte che potrebbe estendersi da New York a San Francisco se collocata negli Stati Uniti.

READ  'Completamente distrutto' - Come una porta bloccata impedisce agli astronomi di entrare nel mondo dei raggi X

Le riprese effettuate dall’orbita del robot InSight su Marte aiutano a garantire che i contributi del suo compagno continuino.

“InSight è più che all’altezza del suo nome”, ha affermato. Il direttore del JPL Lori Lishin Al momento del suo pensionamento. “Sì, è triste dover dire addio, ma l’eredità di InSight continuerà a vivere e continuerà a essere fonte di ispirazione e gratificante.”

Questo sembra essere vero ancora oggi.

Contribuiscono: Nathalie Nyssa-Alund e Eric Lagata.

Segui Mike Snyder su X e sui thread: @mikesnider & com.micegsnider.

Di cosa parlano tutti? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie oggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto