L’obiettivo è riconnettersi con il merchandising Pride dopo il contraccolpo della destra

Aaron M. Sprecher/AP

L’obiettivo è limitare il numero di negozi che vendono la merce del Pride Month quest’anno.


New York
CNN

L’obiettivo è determinare quanti negozi venderanno Merchandise a tema LGBTQ per il mese del Pride A giugno, dopo il boicottaggio dell’anno scorso da parte di attivisti di destra, che ha avuto ripercussioni negative sulla società Il risultato finale del marchio.

Quest’anno, Obiettivo Egli ha detto Venderà solo “abbigliamento per adulti” e articoli per la casa con il logo dell’orgoglio “in negozi selezionati, sulla base delle prestazioni di vendita storiche” – un’inversione radicale per la catena che ha tipicamente venduto articoli in molti dei suoi negozi statunitensi negli ultimi dieci anni.

Circa la metà dei suoi 2.000 negozi venderà la collezione Pride, Secondo Bloomberg, che per primo ha riportato la notizia. L’assortimento sarà venduto anche da Target sito web.

Un portavoce di Target ha dichiarato in una dichiarazione alla CNN che è “impegnato a sostenere” la comunità LGBTQ durante il mese del Pride, citando la programmazione interna e la partecipazione agli eventi Pride locali, anche nella sua città natale di Minneapolis.

“Ancora più importante, vogliamo creare un ambiente accogliente e solidale per i membri del nostro team LGBTQIA+, che rifletta la nostra cultura di cura per le oltre 400.000 persone che lavorano in Target”, ha affermato la società in una nota.

Neil Saunders, amministratore delegato della vendita al dettaglio di GlobalData, ha dichiarato alla Galileus Web che i cambiamenti rappresentano un “approccio sensato”. Ma ha avvertito: “Si rischia di accusare Target di non essere orgoglioso del Pride”.

READ  I token basati su Solana JUP e JTO raggiungono traguardi importanti: che dire di SOL?

“Sfortunatamente per Target, è stato trascinato nelle guerre culturali ed è in una posizione in cui non può vincere con qualunque cosa faccia”, ha detto.

La campagna per i diritti umani ha risposto, rilasciando una dichiarazione in cui afferma che vendere prodotti Pride “significa qualcosa” e poiché la comunità LGBTQ costituisce il 30% della generazione Z, il Comitato per i diritti umani ha affermato: “Le aziende devono capire che i membri della comunità e gli alleati vogliono che le aziende esprimere pieno sostegno alla comunità”.

“La decisione di Target è deludente e allontana gli individui e gli alleati LGBT, il che minaccia non solo i loro profitti ma anche i loro valori”, ha affermato il presidente dell’HRC Kelly Robinson.

L’anno scorso, Target ha ritirato la merce Pride da alcuni negozi dopo che l’azienda e i suoi dipendenti sono diventati il ​​fulcro di una campagna “volatile” contro la comunità LGBTQ, che includeva minacce contro i lavoratori nei suoi negozi.

L’azienda aveva già detto giornale di Wall Street Le persone si sono confrontate con i lavoratori nei negozi, hanno distrutto le esposizioni della merce Pride e hanno pubblicato post minacciosi sui social media con video dall’interno dei negozi. Alcune persone hanno gettato a terra oggetti dell’orgoglio.

Importanti attivisti di destra, leader politici repubblicani e media conservatori hanno concentrato la loro attenzione sui costumi da bagno femminili, che sono stati descritti come “flessibili” per la loro capacità di nascondere i genitali maschili. Sui social media si è diffusa la disinformazione secondo cui il prodotto veniva venduto ai bambini, ma non era così.

Ciò, combinato con la debole domanda di beni discrezionali, ha causato un calo delle vendite trimestrali di Target per la prima volta in sei anni durante il trimestre che includeva le vendite della collezione Pride.

READ  Martedì Trump Truth Social inizierà le negoziazioni sul Nasdaq

Un dirigente di Target ha affermato durante la conferenza sugli utili che c’è stata una “forte reazione” alla merce Pride e che la reazione è stata “un segnale per noi di fermarci, adattarci e imparare”.

Nathaniel Myerson della CNN ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto