Agosto 13, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

Puzzle di impronte fossili per scienziati: orso o uomo antico?

WASHINGTON (AP) – Le impronte preistoriche che hanno confuso gli scienziati dagli anni ’70 danno una seconda occhiata: sono state lasciate da animali estinti o antenati umani?

Quando la famosa archeologa Mary Leakey scoprì per la prima volta le impronte in Tanzania 40 anni fa, le prove non erano chiare.

Leakey ha rivolto la sua attenzione ad altre impronte fossili che sono più chiaramente collegate ai primi esseri umani. Quella Impronte, Rinvenuti presso il sito dei Lottoli G, sono la prima chiara testimonianza dell’andatura eretta dei primi esseri umani.

Decenni dopo, un nuovo team ha scavato nuovamente le impronte confuse trovate sul sito di Lottoli A, mettendo a disposizione di altri ricercatori fotografie e scansioni 3D per continuare la discussione.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista mercoledì Naturale.

Rick Potts, che gestisce il progetto Human Origin dello Smithsonian Institution, ha dichiarato: “Queste impronte sono state nella categoria dei misteri per 40 anni.

“È un’idea molto eccitante tirarli fuori di nuovo e leggerli di nuovo”, ha detto Pots, che non è coinvolto nella ricerca.

Ciò che da tempo confonde gli scienziati è che le tracce – le larghe dita del quinto dito e le tracce più larghe stimate in circa 3,7 milioni di anni – non corrispondono strettamente a ciò che gli scienziati hanno identificato altrove.

“Non avevano il peso esatto e il movimento delle gambe per essere facilmente identificati come umani, quindi sono state cercate altre spiegazioni, incluso il fatto che appartenessero a una specie di orso in via di estinzione”, ha detto il coautore e paleontologo di Dartmouth Jeremy DeSilva.

READ  40 La migliore finto camino del 2022 - Non acquistare una finto camino finché non leggi QUESTO!

Lui e altri ricercatori sono tornati sul sito nel 2019 e hanno scoperto stampe intriganti usando le mappe originali di Leakey, che si sono raffreddate e solidificate in uno strato di cenere vulcanica.

Ellison McNaught, professore associato presso l’Università dell’Ohio, ha studiato le dinamiche delle gambe dei cuccioli di orso nero in un centro di salvataggio della fauna selvatica nel New Hampshire per vedere se un piccolo orso che cammina sulle zampe posteriori avrebbe lasciato tracce simili.

Teneva un piatto di salsa di mele per attirare i cuccioli. Ogni impronta è stata registrata su una pista fangosa per l’analisi.

Ha detto che gli orsi in posizione eretta prima mettono il peso sui talloni delle gambe proprio come gli umani. “Ma le tariffe trimestrali non sono le stesse”. Decise che le impronte fossili non erano state lasciate dagli orsi.

Gli autori hanno concluso che altri fattori, come la distanza tra le impronte, potrebbero essere stati lasciati da creature precedentemente sconosciute di origini umane molto antiche.

Non tutti hanno fede.

Potts dello Smithsonian, che ha affermato che si trattava di un antico orso o di un incontro tra un uomo antico, ha affermato che un antico orso potrebbe essersi comportato in modo diverso da un moderno orso nero.

William Harcord-Smith, un antropologo dell’American Museum of Natural History che non è stato coinvolto nella ricerca, ha affermato che non era un orso, ma non era certo che fosse un uomo primitivo.

“Queste asce potrebbero ancora appartenere a qualche forma di scimmia non umana”, ha detto.

Se due specie diverse camminassero erette sulla terra contemporaneamente, suggerirebbero diversi esperimenti contemporaneamente su entrambe le gambe, il che complicherebbe la visione convenzionale dell’evoluzione umana in linea retta.

READ  40 La migliore coltelli da macellaio del 2022 - Non acquistare una coltelli da macellaio finché non leggi QUESTO!

“È così bello pensarci”, ha detto Harcourt-Smith.

___

L’Associated Press Department of Health and Science riceve il sostegno dell’Howard Hughes Medical Institute of Science Education. AP è l’unico responsabile di tutti i contenuti.