Giugno 29, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

Ultime notizie e annunci dal vivo

MSCI Inc. E altri fornitori di indici questa settimana hanno ritirato le azioni russe dai benchmark globali, increspando miliardi di dollari di investimenti che monitorano i mercati globali.

Le modifiche dell’MSCI sono entrate in vigore mercoledì pomeriggio e stanno interessando due importanti mercati emergenti: gli ETF: iShares Core MSCI Emerging Markets ETF e iShares MSCI Emerging Markets ETF, che passa attraverso Tigger EEM.

MSCI Inc., S&P Dow Jones Indices e FTSE Russell hanno affermato che dopo aver consultato i partecipanti al mercato, le azioni russe sarebbero state ridotte dagli standard azionari globali a “zero” o “zero effettivo”. Le modifiche all’S&P sono entrate in vigore mercoledì mattina.

S&P Dow Jones Indices ha anche affermato che stava consultando i partecipanti al mercato sulla rimozione delle obbligazioni russe dal suo indice a reddito fisso. FTSE Russell Una mossa simile è stata fatta la scorsa settimana.

I fornitori di indici hanno affermato che avrebbero rimosso la Russia dopo che gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni al paese, escludendo la Russia dall’Organizzazione finanziaria mondiale. I fondi negoziati in borsa, che controllano le attività russe, le obbligazioni sulle valute e le sue azioni, sono diminuiti durante una serie di frenetiche sessioni di trading nell’ultima settimana. Il paese è stato tagliato fuori dall’economia mondiale dall’occupazione dell’Ucraina.

La società ha affermato che più di 250 codici S&P sarebbero stati interessati dal cambiamento. La Russia viene rimossa da oltre 9.600 codici nell’MSCI.

L’impatto della mossa determinerà il peso della Russia su ogni scala, hanno affermato gli analisti.

Ad esempio, EEM replica l’indice dei mercati emergenti MSCI, che a fine febbraio pesava l’1,6% in Russia. Circa 26 miliardi di dollari sono stati valutati a 155 milioni di dollari dalla banca russa Sberbank alla fine di dicembre, secondo i rendiconti finanziari. A partire da martedì, il livello era di $ 3.023,37 e il fondo non gli dava alcun peso.

READ  Un nuovo studio suggerisce che l'Amazzonia si sta avvicinando al punto di transizione dalla foresta pluviale alla savana

Molti gestori di fondi comuni attivi monitorano anche questi indici e possono detenere più o meno azioni del paese nei loro portafogli. Se i loro titoli sono disabilitati, li porterà a rimanere indietro nella scala.

“Ha molto senso per i gestori attivi”, ha affermato Todd Rosenblut, capo dell’ETF e della ricerca sui fondi comuni di investimento presso CFRA. “In teoria, se ne hai di più [of your portfolio] Non puoi rimuoverli in azioni liquide, sarà un freno temporaneo per il tuo portafoglio.

Ad esempio, se un gestore finanziario attivo decide di detenere più azioni russe rispetto al benchmark, assegnerà di più ad azioni che ora sono sostanzialmente prive di valore, ad eccezione degli investimenti passivi che monitorano l’indice. Può pesare il reddito.