Amanda Knox è stata nuovamente condannata per diffamazione in Italia per aver accusato un uomo innocente dell’omicidio della compagna di stanza Meredith Kercher nel 2007.

Firenze, Italia — Un tribunale italiano ha confermato la sentenza definitiva di Amanda Knox derivante dall’omicidio, avvenuto nel 2007, della sua compagna di stanza britannica Meredith Kercher.

Knox è stato condannato per diffamazione nel 2009 per aver accusato falsamente Patrick Lumumba di aver ucciso Kercher a Perugia, in Italia. Mercoledì la corte d’appello di Firenze ha confermato la condanna.

Knox è stata assolta dall’omicidio di Kercher dalla Corte Suprema italiana nel 2015.

Due giudici hanno detto alla giuria di sei persone, con due sostituti, che dopo che un’emozionata Knox ha detto alla corte che era “dispiaciuta” non si è sforzata troppo di ritirare le accuse ed era una giovane donna in crisi esistenziale. Quando lei lo ha accusato. “Non so chi sia l’assassino”, ha detto alla corte.

Un nuovo processo non minaccia la Knox con più tempo in prigione. Aveva già scontato la condanna per diffamazione originale, quando scontò quattro anni di carcere in seguito alla sua ingiusta condanna per l’omicidio della Kercher.

Nel 2007, durante un processo, la Knox, allora ventenne, accusò il suo allora capo Patrick Lumumba di omicidio, portandola all’arresto e a due settimane di prigione.

La Knox ha firmato due dichiarazioni preparate dalla polizia in relazione all’accusa, ma in seguito ha scritto una nota scritta a mano mettendo in dubbio le sue accuse. È stato giudicato colpevole di diffamazione di Lumumba e condannato a tre anni di carcere, che aveva già scontato per il processo per omicidio nel 2009, che ha portato alla sua prima condanna.

Nel 2023, la Corte europea dei diritti dell’uomo ha stabilito che i suoi diritti erano stati violati durante il processo, portando all’incriminazione di Lumumba, costringendo la Corte Suprema italiana a ordinare un nuovo processo a livello di corte d’appello. Il caso, che si è concluso mercoledì, è stato un nuovo processo per le sue accuse di diffamazione.

READ  40 La migliore gazebo in ferro giardino del 2022 - Non acquistare una gazebo in ferro giardino finché non leggi QUESTO!

Si apre una lunga storia legale

La sentenza di mercoledì estende un lungo calvario che ha attraversato i processi, le condanne e l’eventuale assoluzione della Knox nel 2015 per l’omicidio di Kercher.

Parlando in italiano nella stessa aula del tribunale dove fu condannato dieci anni fa, Knox disse al giudice che era “esausto e confuso” mentre accusava Lumumba di omicidio.

Ha detto che la polizia gli ha detto che “deve aver commesso un crimine atroce” e mi hanno gridato di “ricordare, ricordare”. Si è anche scusata per non essere sembrata stressata in quel momento. “Questa è una dichiarazione fatta da una giovane donna in crisi esistenziale”, ha detto.

Prima di comparire, la Knox ha scritto su X che sperava di “chiarire una volta per tutte tutte le false accuse contro di me”.

La sentenza di mercoledì vanifica questo obiettivo, anche se non chiude necessariamente il libro sulla storia del diritto; La decisione dovrà passare ancora una volta alla Corte Suprema italiana, e la Knox probabilmente presenterà appello.

“La decisione di Amanda è molto triste”, ha detto mercoledì fuori dal tribunale il suo avvocato, Carlo Dalla Vedova, aggiungendo che il suo team legale è rimasto sorpreso dal verdetto. “Sono ormai 17 anni che non vede l’ora di andare a fondo nel processo giudiziario.”

Lumumba è stata arrestata nel novembre 2007 insieme alla Knox e al suo allora fidanzato Raffaele Sollecito, sulla base di una dichiarazione rilasciata dalla Knox alla polizia durante un interrogatorio senza avvocato.

Knox, Sollecito e Rudy Goode della Costa d’Avorio, il cui DNA è stato trovato nella camera del delitto, sono stati condannati per l’omicidio nel 2009. Goode ha ammesso di essere stato a casa con Kercher la notte in cui è morto, ma ha negato di averlo ucciso. Ha detto che sia la Knox che Sollecito erano lì.

READ  Mercato azionario oggi: aggiornamenti in tempo reale

Guede verrà rilasciato nel 2021 dopo aver scontato 13 dei 16 anni di condanna.

Le condanne per omicidio di Knox e Sollecito sono state annullate nel 2011 dalla Corte d’Appello di Perugia dopo un esame indipendente delle principali prove forensi, e la Corte Suprema italiana ha annullato l’assoluzione nel 2013. Una corte d’appello fiorentina ha successivamente condannato nuovamente la coppia nel 2014. La Knox era tornata negli Stati Uniti e non era presente al processo.

La 36enne nativa di Seattle, ora madre di due figli, e Sollecito sono stati assolti dall’omicidio della Kercher nel 2015 dopo che la Corte Suprema italiana aveva annullato una nuova condanna del 2013.

Ma dopo essere stato assolto dall’omicidio, la Knox è stata dichiarata colpevole di diffamazione, cosa che è stata confermata dalla Corte Suprema italiana nel 2015. È stata condannata a tre anni di carcere, che ha scontato in attesa del processo nel caso di omicidio originale e del successivo appello.

Filo della CNN & © 2023 Cable News Network, Inc., una società della Warner Bros. Discovery. Tutti i diritti riservati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto