Brad Marchand è discutibile per G4; Bruins non è contento del colpo

BOSTON – Giorno 3 Brad Marchand ha subito un infortunio alla parte superiore del corpo dopo una collisione con l’attaccante dei Florida Panthers Sam Bennett in Gara 3 che secondo i Boston Bruins potrebbe aver tagliato il traguardo.

Lo status del capitano dei Bruins per Gara 4 domenica è incerto. Sabato non si è allenato con la squadra. Marchand è il capocannoniere dei Bruins nei playoff con 10 punti in 10 partite (3 gol, 7 assist).

I Panthers guidano la serie 2-1 dopo la vittoria per 6-2 a Boston venerdì sera.

Alcuni sui social media hanno detto che un replay al rallentatore mostrava Bennett che si collegava alla testa di Marchand con il suo guanto destro mentre l’esterno di Boston andava a fare un controllo. Andrew Rycroft, un ex portiere della NHL che copre i Bruins per il NESN, lo ha definito “un pugno a vuoto, non un tiro inverso”.

Una fonte ha detto a ESPN che il dipartimento per la sicurezza dei giocatori della NHL non disciplinerà Bennett per il gioco, che non ha ricevuto una penalità dagli arbitri sul ghiaccio.

L’allenatore dei Bruins Jim Montgomery non ha visto l’incidente in tempo reale ma ha detto: “L’ho visto”. [the replay]C’è una storia con Bennett. È un giocatore bravo e tosto, ma ci sono prove evidenti di quello che è successo. La gente potrebbe dire che non era intenzionale. Abbiamo il nostro punto di vista su questo argomento”.

READ  Caitlin Clark dell'Iowa State ha una strada difficile per tornare alle Final Four

Montgomery ha detto che la storia di Bennett non riguarda Marchand in particolare, ma l’aver sferrato questo tipo di colpi su successi del passato.

Nella serie dei Panthers contro i Toronto Maple Leafs della scorsa stagione, ad esempio, il guanto destro di Bennett è entrato in contatto con la faccia dell’attaccante Matthew Kniss prima che Bennett lo sbattesse sul ghiaccio. Kniss ha subito una commozione cerebrale durante il gioco e alcuni hanno detto che Bennett ha sferrato un pugno al debuttante di Toronto.

L’allenatore della Florida Paul Morris ha detto di non credere che Bennett abbia preso a pugni Marchand.

“No, e non credo che la maggior parte di voi lo avrebbe fatto”, ha detto sabato. “È stata solo una collisione. In un mondo perfetto, ogni squadra è sana. A nessuno piace vederli farsi male”.

Bennett è tornato nella formazione della Florida per la prima volta dalla seconda partita del primo turno contro i Tampa Bay Lightning. Ha giocato 12:43 e ha assistito al gol di power play di Vladimir Tarasenko che ha portato i Panthers in vantaggio per 2-0.

“Colpisce forte. È un ragazzo davvero duro. Sa come ottenere il suo tempismo”, ha detto l’ala dei Panthers Carter Verhaeghe. “È una grande abilità riuscire a segnare successi del genere e ottenere giocatori del genere. Ci sono pochissimi giocatori come lui in campionato che possono farlo e hanno le abilità che ha lui”.

Marchand ha pattinato otto turni nel primo periodo e sette nel secondo, accumulando 10:51 di tempo totale sul ghiaccio prima di partire. Non ha registrato un tiro in porta e ha effettuato un tentativo di tiro.

READ  40 La migliore rulli da allenamento per bici del 2022 - Non acquistare una rulli da allenamento per bici finché non leggi QUESTO!

“Non vorresti mai vedere qualcuno cadere e non essere in grado di rialzarsi, specialmente un ragazzo che è il tuo leader e il tuo miglior giocatore”, ha detto il centro di Boston Charlie Coyle “Ma questa è un’opportunità per i ragazzi di farsi avanti, e noi può farlo.” Ciò ha notato che i Maple Leafs hanno affrontato i Bruins al primo turno dopo aver perso la stella Auston Matthews a causa di un infortunio alla parte superiore del corpo.

“Penso che vedrete i giocatori assumersi maggiori responsabilità e essere all’altezza di quell’occasione”, ha detto Coyle. “Vogliamo giocare con giocatori che sono fuori rosa e vorrebbero essere lì. Giochiamo l’uno per l’altro ed è qualcosa che faremo”. [Sunday]”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto