Settembre 29, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

“Criminale di guerra” o “uomo forte intelligente”? L’invasione di Putin accresce il divario repubblicano | repubblicani

L’invasione russa dell’Ucraina ha rivelato a Una spaccatura nel Partito Repubblicano Tra “falchi” che denunciano Vladimir Putin e seguaci di “America First” che esprimono ammirazione per l’uomo forte.

Ma ciò che finora ha unito le due ali è un’opportunità per segnare punti politici esprimendo il proprio voto Joe Biden Debole e paga il prezzo del fallimento in Afghanistan.

La divisione è stata chiara giovedì quando i repubblicani a Washington hanno condannato Putin come un “criminale di guerra”, mentre molti conservatori presenti a un congresso in Florida hanno concordato con l’ex presidente. Donald Trump Che il despota russo è “intelligente”.

Mitch McConnell, il leader della minoranza al Senato, ha definito Putin un “teppista” e ha criticato Biden per essere stato troppo lento nell’imporre sanzioni severe. “È un peccato che la deterrenza dopo il fatto non sia affatto deterrenza”, ha detto.

La senatrice Lindsey Graham, alleata di Trump e falco tradizionale, ha aggiunto: “L’amministrazione Biden continua a interpretare male il momento… Dobbiamo andare avanti in modo aggressivo contro Putin, un criminale di guerra, e chiedere che i nostri alleati si uniscano a noi”.

Anche Kevin McCarthy, il leader della minoranza pro-Trump House, ha definito “sconsiderata e viziosa” la sua dichiarazione sull’invasione di Putin e ha fatto eco a Biden dicendo che il presidente russo “deve essere ritenuto responsabile delle sue azioni”.

Ma a 850 miglia di distanza a Orlando, c’era meno senso di urgenza Conferenza di azione politica conservatrice (CPAC), Un incontro annuale dominato da Trump in cui i sostenitori del partito come McConnell e il senatore Mitt Romney sono stati a lungo persona non grata.

Ted Cruz alla conferenza di Orlando.
Ted Cruz alla conferenza di Orlando. Fotografia: Chris Dumond/Rex/Shutterstock

Il Ucraina La crisi è apparsa in alcuni discorsi e tavole rotonde, ma ha svolto un ruolo secondario in questioni locali come la “cultura dell’annullamento”, i mandati per maschere e vaccini nella pandemia di coronavirus e l’insegnamento della “teoria critica della razza” nelle scuole.

Chiunque ascolti le diatribe di Ted Cruz, il senatore del Texas, o Ron De Santis, Il governatore della Florida non avrebbe immaginato che si stesse verificando la più grande conflagrazione militare in Europa dal 1945.

Ma Josh Hawley, il senatore di destra del Missouri che ha appoggiato la falsa affermazione di Trump di elezioni rubate, ha interrotto l’apatia per affrontare la crisi, citando “debolezza da parte di Joe Biden”.

Ha detto: Viene in ufficio e cosa fa? Ha interrotto la produzione di energia degli Stati Uniti e ha dato il via libera alla produzione di energia russa. Ha dato il via libera all’oleodotto di Putin e ha chiuso gli oleodotti americani. C’è da stupirsi che Vladimir Putin si senta incoraggiato a fare tutto ciò che vuole? “

Hawley ha usato questo argomento per chiamare Biden a “sbloccare la produzione di energia americana” senza menzionare la crisi climatica. Ha aggiunto: “Siamo il produttore di energia numero uno al mondo – o dovremmo esserlo. Joe Biden l’ha dato via”.

“E’ ora di riprenderlo. E se vuoi mandare un messaggio a Vladimir Putin, ecco un messaggio da mandargli: “Saremo noi a fornire petrolio e gas al mondo. Chiuderemo il vostro settore energetico e ci apriremo come non avete mai visto prima”.

In precedenza, la conferenza ha ascoltato un messaggio simile da KT MacFarland, che ha servito come vice consigliere per la sicurezza nazionale di Trump. Indossava il giallo come espressione di solidarietà con il popolo ucraino e affermava che l’indipendenza energetica era una parte fondamentale della strategia di Trump.

Possiamo sostituire la Russia, possiamo sostituire altri paesi nel mondo come fornitore di energia dominante nel mondo, ma questo farà scendere anche il prezzo del petrolio. Questa è la chiave per la Russia. Se il petrolio è a 40 dollari al barile, come era quando il presidente Trump ha lasciato l’incarico, i russi sono in bancarotta. Non possono permettersi di andare in guerra, la guerra è troppo costosa”.

Josh Hawley parla in alto.
Josh Hawley parla in alto. Fotografia: Chris Dumond/Rex/Shutterstock

MacFarland ha aggiunto: “Ora arriva il presidente Biden, cosa sta facendo? Bene, se al presidente Trump piaceva, Biden lo odiava, quindi ha immediatamente chiuso l’industria energetica americana. Petrolio e gas naturale, l’energia che abbiamo esportato in altri paesi, si è fermato anche lui. Cos’è successo? Il prezzo del petrolio è salito alle stelle. Vladimir Putin è ricco, deve scegliere un momento per invadere”.

Trump, che ha più volte espresso ammirazione per gli autoritari, questa settimana ha elogiato l’invasione delle regioni separatiste dell’Ucraina da parte di Putin definendola un “genio”, “intelligente” e “intelligente”. Mike Pompeo, il suo ex segretario di Stato, ha descritto Putin come uno “statista di talento”, “intelligente” e “capace”.

Tucker Carlson, un presentatore senior del conservatore Fox News, ha detto agli spettatori: “Potrebbe essere utile chiedersi, dal momento che sta diventando così serio, di cosa si tratta davvero? Perché odio così tanto Putin? Putin mi ha chiamato razzista? ha minacciato di licenziarmi per averlo violato?” “

Interviste ai partecipanti a CPAC Ha trovato simpatia per tali opinioni. Marnie Allen, 51 anni, ha detto di Putin: “Ovviamente è più intelligente di Joe Biden, altrimenti non sarebbe entrato in Ucraina e non avrebbe ancora controllato un intero paese. Puoi essere un genio militare e un cretino allo stesso tempo”.

Allen, un direttore dell’istruzione superiore che vive a Orlando, indossava una maglietta “Let’s Go Brandon” (il simbolo dell’ala destra per aver insultato Biden) e un cappello “DeSantisLand”. Ha detto che era un falco, ma è stata “presentata nel modo giusto” e ora si considera “America First”.

“Un tweet sotto il presidente Trump, non sarebbe successo”, ha detto dell’invasione.

“Non credo che l’avrebbero fatto se Trump fosse stato il presidente”, concorda Tom Freeman, 66 anni, vicepresidente di una società di vendita al dettaglio che si descrive come un “esperto di storia”.

Alla domanda sulla descrizione di Putin da parte di Trump come un “genio”, “intelligente” e “intelligente”, Freeman, di Jupiter, Florida, ha risposto: “Beh, non credo che nessuna di queste sia bugie. Putin è sempre stato pieno di merda ma è molto potente ed è decisamente più intelligente di noi Presidente Joe Biden”.

Altri nel CPAC sembravano pronti a comprendere il punto di vista di Putin. “Penso che si possa dire che sta perseguendo il suo interesse”, ha detto Sam Leiter, 56 anni. “Il motivo per cui Putin è popolare in Russia è perché sta flettendo i muscoli della Russia: si comporta come un duro. È una specie di Al Capone russo, Penso, ma fa quello che è.” nel loro interesse”.

Leiter, logopedista di Baltimora, nel Maryland, ha spiegato: “Se sei Vladimir Putin e vuoi uno sbocco per l’acqua dolce e vuoi entrare nella terra di proprietà dell’Ucraina e vedere cosa ha fatto Biden in Afghanistan, avresti essere un idiota, davvero stupido, non cogliere questa opportunità per andare a fare ciò che pensi nell’interesse del tuo paese”.

“È una tempesta perfetta per lui”, ha detto Lauren Lamb, 22 anni, di New York. “Hai Biden come, ‘L’ho fatto, imponiamo sanzioni.’ Ci ritireremo ora. No, andranno in tutta l’Ucraina e forse oltre, il che è molto strategico da parte sua perché non c’è nessuno che lo fermi, soprattutto ora che sono amici della Cina”.

Molti qui sono convinti che se Trump avesse scontato un secondo mandato, la guerra non sarebbe scoppiata. Lamb, che si occupa di fallimento aziendale, ha chiesto: “Putin l’avrebbe fatto quando Trump era in carica? Niente affatto, perché Trump in sé e per sé era un deterrente abbastanza grande e Putin diceva: ‘Sai, non lo facciamo voglio fare casino con quell’orso. “.

In effetti, Trump ha elogiato autocrati come Putin e ha scambiato “lettere d’amore” con il dittatore nordcoreano Kim Jong Un. Ma alcuni analisti hanno ritenuto che Trump incarni la “teoria del pazzo” della politica estera e che ci siano vantaggi nella sua capricciosa imprevedibilità.

“Quando tua madre ti disciplina e tu hai regole e limiti, ascolti, non oltrepasserai quei confini”, ha detto Nikki Murphy, 35 anni, operatore sanitario a Winter Haven, in Florida. “Ecco come Trump ha gestito l’estero con pugno di ferro. Sapevano che poteva essere pazzo di quanto basta per affrontare le sue minacce, quindi non lo hanno perseguito”.

Nei corridoi e nei padiglioni degli espositori CPAC, c’era poco senso di una tragedia globale. Quando le è stato chiesto se teme l’escalation nella terza guerra mondiale, Rachel Shelley, 53 anni, un capo della sicurezza delle informazioni del Kentucky settentrionale, ha detto con una risata: “Beh, se ciò accade, potrebbe essere una buona opportunità per far uscire alcune persone”. Da Energia. sai cosa intendo?”

READ  Zelensky chiede una no-fly zone e sanzioni più severe alla Russia durante l'incontro con i legislatori statunitensi