Il lancio di un razzo turistico da parte di Blue Origin pone fine a una pausa di quasi due anni

Iscriviti alla newsletter scientifica Wonder Theory della CNN. Esplora l’universo con notizie di scoperte affascinanti, progressi scientifici e altro ancora.



CNN

Il razzo turistico di Blue Origin ha lanciato passeggeri ai confini dello spazio per la prima volta in quasi due anni, ponendo fine a una pausa lasciata da un volo di prova senza pilota fallito.

Il razzo e la capsula New Shepard sono decollati alle 9:36 EDT (10:36 EDT) dalle strutture di Blue Origin in un ranch privato nel Texas occidentale.

L’NS-25, il settimo volo con equipaggio della Blue Origin fino ad oggi, trasportava sei clienti a bordo della capsula: il venture capitalist Mason Angel; Sylvain Chiron, fondatore del birrificio artigianale francese Brasserie Mont Blanc; l’ingegnere informatico e imprenditore Kenneth L. Hess; Carol Schaller, contabile in pensione. Il pilota Gopi Thottakura; e Ed Dwight, un capitano in pensione dell’aeronautica americana selezionato nel 1961 dal presidente John F. Kennedy per essere il primo astronauta nero candidato alla nazione.

Nonostante abbia completato l’addestramento presso la Scuola sperimentale di ricerca aerospaziale e abbia ricevuto una raccomandazione dall’aeronautica militare, Dwight alla fine non si unì al Corpo degli astronauti della NASA. Ha continuato a diventare un uomo d’affari e scultore. Un nuovo documentario del National Geographic sugli astronauti neri,Corsa allo spaziomette in risalto la storia rivoluzionaria di Dwight.

“Non avevo intenzione di diventare un astronauta. Era l’ultima cosa nella mia lista dei desideri”, ha detto Dwight nel documentario “Ma una volta che mi è stata data la sfida, tutto è cambiato”.

Blu originale

Ed Dwight esce dalla capsula Blue Origin Mission NS-25 dopo il volo di domenica.

Dwight ha completato la sfida e ha raggiunto il limite dello spazio all’età di 90 anni, diventando così la persona più anziana ad avventurarsi a tali altezze, secondo un portavoce di Blue Origin.

READ  Il rapporto sui lavori di febbraio mostra un altro forte guadagno: aggiornamenti in tempo reale

“Pensavo di non averne bisogno nella mia vita”, ha detto Dwight dell’esperienza live streaming di Blue Origin dopo che la capsula è atterrata alle 9:46 EDT (10:46 ET). “Ma ho mentito. Ne avevo davvero bisogno.”

“È un’esperienza che cambia la vita”, ha detto. “Tutti dovrebbero farlo.”

Il razzo è atterrato in sicurezza pochi minuti prima dell’arrivo della capsula.

Durante la missione, l’equipaggio ha volato a una velocità tre volte superiore a quella del suono, ovvero a oltre 2.000 miglia all’ora. Il razzo ha catapultato la capsula attraverso la linea Karman, un’area a 100 chilometri sopra la superficie terrestre. È ampiamente conosciuta come l’altitudine alla quale inizia lo spazio, ma c’è molto di più area grigia.

Al culmine del volo, i passeggeri hanno sperimentato alcuni minuti di assenza di gravità e viste mozzafiato della Terra attraverso i finestrini della cabina.

Il lancio è arrivato dopo un successo Missione scientifica senza equipaggio A dicembre: il primo volo del programma New Shepard dall’incidente avvenuto più di un anno fa.

Blu originale

La missione NS-25 di Blue Origin ritorna sulla superficie terrestre domenica dopo aver raggiunto il confine dello spazio.

Un razzo e un veicolo spaziale New Shepard avrebbero dovuto lanciare una suite di strumenti scientifici il 12 settembre 2022. Ma dopo un minuto dall’inizio del volo, il razzo portava Max Q, un termine spaziale che si riferisce al momento di massima pressione sul veicolo. Ciò accade quando il razzo si trova a un’altitudine relativamente bassa – l’atmosfera è ancora abbastanza densa – ma il veicolo spaziale si muove ad alta velocità, creando un momento di intensa pressione sul veicolo.

In quel periodo, il missile sembrò scatenare un’enorme ondata di fuoco. La capsula New Shepard, che viaggiava in cima al razzo, ha quindi avviato il suo sistema di interruzione del lancio, attivando un piccolo motore per allontanarsi in sicurezza dal razzo paralizzato. Questo sistema ha funzionato come previsto, consentendo un atterraggio sicuro della capsula con il paracadute.

READ  Warren Buffett sale sul palco per la prima volta senza Charlie Munger

Origine Blu più tardi aprire La causa del malfunzionamento è un problema con l’ugello del motore, che è un grande cono che dirige lo scarico in fiamme verso il fondo del missile. Secondo la compagnia, i computer di bordo dell’aereo hanno rilevato con precisione il malfunzionamento e hanno spento il motore.

Blu originale

La missione NS-25 trasporterà un equipaggio di sei persone, tra cui (da sinistra) Sylvain Chiron, Kenneth L. Hess, Ed Dwight, Gopi Thutakura, Mason Angell e Carol Schaller.

Non sono state segnalate vittime sulla Terra e Blue Origin ha affermato che i carichi scientifici e la capsula potrebbero essere lanciati nuovamente.

Ma il razzo, rimasto senza motore funzionante, colpì nuovamente il suolo Ed è stato distrutto. Normalmente, dopo il lancio di New Shepard, il booster del razzo si dirige verso un atterraggio sicuro e diritto in modo che possa volare di nuovo.

Durante un’intervista di dicembre con il conduttore del podcast Lex Friedman, Bezos ha affermato che il sistema di fuga che ha gettato in salvo la capsula è stato il pezzo di ingegneria più difficile dell’intero razzo, ma “è per questo che mi sento a mio agio nel lasciare che qualcuno vada a New Shepard”.

“Il booster (razzo) è il più sicuro e affidabile possibile”, ha aggiunto Bezos. “La densità di energia è così enorme che è impossibile essere sicuri che nulla vada storto… Quindi l’unico modo per migliorare la sicurezza è avere un sistema di fuga.

“Un’auto da turismo, a mio avviso, dovrebbe essere progettata… per essere il più sicura possibile”, ha affermato. “Non puoi renderlo completamente sicuro. È impossibile.”

READ  Le vendite al dettaglio hanno registrato una ripresa a febbraio, segno della resilienza della spesa al consumo

Riparare il missile e rimetterlo in servizio

La Federal Aviation Administration, che concede le licenze per i lanci di razzi commerciali e ha il compito di garantire la sicurezza pubblica, ha supervisionato un’indagine sul fallimento. L’indagine ha rivelato che l’ugello del motore non funzionava correttamente a causa dell’esposizione a temperature più elevate di quelle previste dall’azienda.

Per risolvere il problema, Blue Origin ha affermato di aver implementato “modifiche al design della camera di combustione” – l’area del motore in cui il carburante si mescola in modo esplosivo con l’ossidante – e di aver modificato i “parametri operativi”, ovvero i dati che l’azienda utilizza per modellare voli sicuri.

“Ulteriori modifiche al design degli ugelli hanno migliorato le prestazioni strutturali sotto carichi termici e dinamici”, ha affermato la società in una dichiarazione del marzo 2023. dichiarazione.

La FAA ha ufficialmente concluso le sue indagini sull’incidente il 27 settembre 2023 e ha identificato 21 “azioni correttive” che Blue Origin deve attuare prima di tornare in volo. L’agenzia non ha rivelato dettagli su quali siano queste procedure. Nota il rapporto “Contiene dati sulla proprietà statunitense e sul controllo delle esportazioni Le informazioni non sono disponibili per il rilascio pubblico.”

I cambiamenti e il successo del volo di New Shepard a dicembre hanno spinto la compagnia a riprendere i suoi viaggi nello spazio per gli amanti del brivido.

Prima di fallire nel settembre 2022, i razzi New Shepard avevano effettuato con successo 22 missioni consecutive, di cui sei con passeggeri a bordo. Bezos volò sul razzo nel 2021. Altri importanti turisti spaziali precedentemente trasportati dal veicolo includono un attore di “Star Trek”. William Shatner E conduttore di “Good Morning America”. Michael Strahan.

Madeleine Holcomb della CNN ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto