Ottobre 1, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

Il leader dell’opposizione afferma che l’Occidente dovrebbe opporsi alla Russia in Kazakistan

  • L’Occidente deve agire contro il Kazakistan, afferma il leader dell’opposizione
  • La Cina sarà dalla parte – dice Aplyasov
  • Putin cerca di creare una nuova Unione Sovietica – afferma Aplyasov
  • Le lotte occidentali non sono finanziate – afferma Aplyasov

Londra, 7 gennaio (Reuters) – L’ex leader dell’opposizione kazaka Reuters ha detto ai giornalisti che l’Occidente dovrebbe tirare fuori il Kazakistan da Mosca o trascinare il presidente russo Vladimir Putin in una “struttura di tipo sovietico centrale”. .

proteste Narsultan Nazarbayev, che ha iniziato questa settimana in risposta all’aumento dei prezzi del carburante, si è dimesso da presidente nel 2019 dopo decenni in carica, ma rimane una vera forza in Kazakistan.

Il presidente Qasim-Jomar Tokayev, il successore eletto di Nazarbayev, ha chiamato truppe dalla Russia alleata come parte di una coalizione guidata da Mosca chiamata Joint Security Agreement (CSTO). Per saperne di più

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Mukhtar Aplyasov, ex banchiere e ministro del governo, leader del movimento di opposizione Kazakistan’s Democratic Choice, ha invitato l’Occidente a dimettersi.

“Altrimenti, il Kazakistan diventerà la Bielorussia e (il presidente russo Vladimir) Putin imporrà formalmente il suo piano: creare una struttura simile all’Unione Sovietica”, ha detto Aplyasov a Reuters in russo da Parigi. “Le nazioni occidentali devono strappare il Kazakistan dalla Russia”.

“La Russia è già entrata e ha inviato truppe. La CSTO è la Russia. Questa è l’occupazione della Russia”, ha detto.

Non ha detto come l’Occidente dovrebbe espellere il Kazakistan dall’orbita della Russia, o se dovrebbe usare la forza.

L’ex repubblica sovietica è divisa tra Kazakistan, Russia, Cina, Kirghizistan, Uzbekistan e Turkmenistan.

READ  La Corte Suprema della Carolina del Nord annulla le nuove mappe di voto :: WRAL.com

Aplyasov ha detto che la Cina si farà da parte in Kazakistan e guarderà semplicemente gli eventi.

Il veicolo, bruciato durante le proteste scatenate dall’aumento dei prezzi del carburante, è stato ritrovato il 6 gennaio 2022, su una strada ad Almaty, in Kazakistan. REUTERS / Pavel Mikheyev

Apliasov, 58 anni, condannato per frode, frode e cospirazione per commettere omicidio mentre era assente dal Kazakistan, vive nella Francia dei rifugiati. Nega che le accuse contro di lui in Russia e Kazakistan siano politicamente motivate.

Ha servito come ministro dell’energia sotto Nazareth negli anni ’90, ma le relazioni si sono deteriorate. Funzionari kazaki affermano che Aplyasov ha finanziato le proteste nel 2016, che hanno costretto Nazarbaye a ritardare le impopolari riforme dei diritti fondiari.

I “Mobili” di Nazarbayev

Apliasov ha ritratto Nazarbayev, il leader del Partito comunista kazako prima di diventare presidente, come un dittatore che aveva portato il popolo del Kazakistan in una situazione di stallo geopolitico.

“Nazarbayev – non è nel paese ora – ma non significa nulla per lui perché ha telefono e telecomunicazioni – tutti al potere, incluso Tokayev, faranno ciò che comanda”, ha detto, descrivendo Tokaye come “i mobili” dell’ex Presidente. “.

“Mi vedo come il leader dell’opposizione”, ha detto Aplyasov. “Ogni giorno i manifestanti mi chiamano: ‘Cosa dovremmo fare? Siamo qui: cosa dovremmo fare?’

Ha detto che era pronto ad andare in Kazakistan per guidare il governo ad interim se le proteste dovessero intensificarsi.

“Non tornerò – mi chiedono in continuazione quando tornerò, accusandomi di non tornare a guidare le proteste – ma la gente non capisce quanto sia difficile per me tornare perché la Russia mi ha condannato a 15 anni di carcere. Per la vita del Kazakistan”, ha detto.

Apliasov ha respinto i suggerimenti che l’Occidente stesse finanziando le lotte nel tentativo di distogliere l’attenzione dalle radici delle proteste.

READ  I benchmark della CPU di punta Intel Core i9-12900K Alder Lake sono trapelati di nuovo, equivalgono a un veloce chip single-thread e write-on con AMD Raison 9 5950X nei test multi-thread

“Conosco il cliché sovietico di una spia occidentale, ma sono contento di essere una spia americana o europea perché viviamo come le persone in America o in Europa – tutti ridono”, ha detto. “Purtroppo l’Occidente non mi sta aiutando, l’Occidente mi sta trattenendo”.

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Rapporto Guy Balkanbridge; Montaggio di Alex Richardson, Angus Maxwan e Timothy Heritage

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.