Giugno 27, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

Il primo ministro lettone afferma che le forze russe si stanno spostando nell’Ucraina orientale mentre gli Stati Uniti avvertono che un’invasione su larga scala potrebbe essere imminente

Il primo ministro lettone afferma che le forze russe si stanno spostando nell'Ucraina orientale mentre gli Stati Uniti avvertono che un'invasione su larga scala potrebbe essere imminente

Ciò “è probabile che accada entro le prossime 24 ore”, ha affermato Morrison, il cui paese è membro dell’alleanza Five Eyes che condivide l’intelligence.

Mercoledì mattina, il primo ministro della Lettonia, membro della NATO, ha detto alla Galileus Web che le forze russe si erano spostate nella regione separatista dell’Ucraina che la Russia ha ora riconosciuto come “indipendente”. Il Pentagono ha anche detto più tardi mercoledì che credeva che le forze russe si stessero muovendo nell’area.

“Crediamo certamente che altre forze militari russe si stiano muovendo in quell’area”, ha detto il segretario stampa del Pentagono John Kirby durante un briefing con la telecamera al Pentagono. “Non possiamo confermare con grande precisione i numeri, quali sono le formazioni, quali sono le capacità, ma pensiamo di sì”.

Il presidente Volodymyr Zelensky, in un discorso pubblicato su Facebook nelle prime ore di giovedì mattina, ora ucraina, ha affermato di aver tentato di contattare il presidente russo Vladimir Putin mercoledì, ma senza successo.

“Oggi ho iniziato una conversazione telefonica con il presidente della Federazione Russa. Silenzio. Anche se ci deve essere silenzio nel Donbass”, ha detto Zelensky.

Tra gli avvertimenti – così come le dichiarazioni del presidente degli Stati Uniti Joe Biden martedì sull’inizio dell’invasione russa – mercoledì il parlamento ucraino ha approvato la dichiarazione dello stato di emergenza del governo, che sarà imposto in tutto il paese a partire dalla mezzanotte di mercoledì.

“Secondo le informazioni che ho, Putin sta spostando ulteriori truppe e carri armati nei territori occupati del Donbass”, ha detto il primo ministro lettone Arturs Krishanis Kariche al corrispondente della CNN Jim Sioto. “Con quale definizione questo è l’attraversamento di un territorio sovrano in un paese vicino.”

Pressato specificamente sul fatto che si riferisse all’ingresso di ulteriori forze russe da quando Mosca ha riconosciuto le regioni separatiste all’inizio di questa settimana, Karish ha risposto: “Sì, secondo le informazioni che ho, è esattamente quello che stiamo vedendo”.

I presidenti dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk e della Repubblica popolare di Luhansk, le due regioni separatiste nell’Ucraina orientale, hanno chiesto mercoledì a Putin di aiutare a respingere le forze armate ucraine, ha detto all’agenzia di stampa RIA-Novosti il ​​portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

Altre due fonti che hanno familiarità con l’intelligence statunitense hanno confermato alla CNN che ulteriori truppe russe hanno di fatto attraversato il confine nella regione del Donbass da quando Putin ha riconosciuto le due regioni e ha ordinato il dispiegamento di “peacekeepers” nel Donbass martedì. Secondo un alto funzionario statunitense a conoscenza delle ultime informazioni, la Russia ha schierato da uno a due gruppi tattici del battaglione, la principale formazione da combattimento russa, ciascuno con una media di circa 800 soldati.

READ  L'attacco mortale degli squali in Australia costringe le spiagge di Sydney a chiudere

La CNN non ha verificato in modo indipendente la presenza di ulteriori forze russe nel Donbass.

Nuovi avvisi di intelligence

Il nuovo avvertimento dell’intelligence statunitense è stato trasmesso all’Ucraina martedì mattina, ora locale di Kiev, secondo tre fonti. Un alto funzionario ucraino ha affermato che l’Ucraina non ha verificato l’intelligence e ha notato che gli Stati Uniti avevano emesso avvertimenti simili in precedenza su attacchi che alla fine non si sono concretizzati.

Gli Stati Uniti hanno valutato che la Russia aveva completato tutti i preparativi per un’invasione, ha affermato un alto funzionario della difesa statunitense che conosce le ultime informazioni. “Sono il più preparati possibile”, ha detto il funzionario.

Gli alleati della NATO hanno ricevuto un’analoga valutazione dell’intelligence che avverte di un attacco imminente, secondo un funzionario militare della NATO. Il funzionario ha avvertito che “nessuno sa per certo” cosa farà Putin.

NEWSETTIMANA prima menzionato In avvertimento gli Stati Uniti.

Gli Stati Uniti hanno avvertito che la principale città nord-orientale di Kharkiv è particolarmente preoccupante, secondo un alto funzionario ucraino e un funzionario occidentale che ha familiarità con l’intelligence. Martedì, il ministro degli Esteri ucraino ha dichiarato che non ci sono piani per evacuare la città.

“Non abbiamo piani del genere”, ha detto in una conferenza stampa a Washington insieme al Segretario di Stato Anthony Blinken.

La Casa Bianca ha affermato mercoledì che gli Stati Uniti credevano che Putin stesse “improvvisando” e “adattandosi” in risposta alle rivelazioni statunitensi sui suoi piani di guerra. Parlando durante un briefing quotidiano, il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha affermato che Putin non si aspetta il livello di trasparenza dagli Stati Uniti su ciò che vedono sul campo e su come si aspetta che Putin vada avanti.

“La nostra valutazione è che il presidente Putin non si aspettava che gli Stati Uniti avessero il livello di informazioni che abbiamo, non si aspettava che mettessimo insieme così tante informazioni che abbiamo fornito e non ci aspettavamo che la comunità internazionale fosse unita. Compreso come ieri la comunità internazionale è stata unita nell’istituire le sanzioni”.

Psaki ha detto che gli Stati Uniti non si aspettavano “un giorno, un momento o un’ora” da un attacco russo, ma ha detto che gli Stati Uniti credevano ancora che “le forze militari russe sono in una posizione offensiva” e “capaci di agire”.

READ  Attacco di squalo: il nuotatore muore dopo essere stato morso a Little Bay Beach a Sydney, in Australia

Il vicepresidente Kamala Harris ha minacciato ulteriori sanzioni contro la Russia per le azioni aggressive del paese in vista di un incontro con i leader del Black National Rally of State Legislators mercoledì, definendo la situazione sul campo una “re-invasione”.

“Se la Russia andrà oltre, imporremo più costi che saranno rapidi e severi”, ha detto Harris.

Il vicesegretario di Stato americano Wendy Sherman ha avvertito che l’invasione russa dell’Ucraina non sarebbe solo una “guerra di scelte”, ma anche una “guerra di massacro” che potrebbe uccidere migliaia di persone. In un’intervista con Wolf Blitzer della CNN, Sherman ha affermato che “migliaia di vite potrebbero andare perse” se Putin lanciasse un attacco a tutto campo contro l’Ucraina.

Il Pentagono afferma che le forze russe sono in posizione pronta

Un alto funzionario della difesa ha detto ai giornalisti del Pentagono mercoledì che l’80% delle forze russe ammassate al confine ucraino sono “in quelle che consideriamo posizioni avanzate e pronte all’uso”. Un alto funzionario della difesa ha detto ai giornalisti durante un briefing fuori campo al Pentagono mercoledì.

Il funzionario ha affermato che le forze militari russe “sparpagliate in Ucraina e Bielorussia sono il più preparate possibile” per l’invasione.

Il funzionario ha aggiunto che le capacità militari russe lungo il confine ucraino sono “vicine al 100% di tutte le forze” che il Pentagono si aspettava che Putin si trasferisse nella regione. Il funzionario ha affermato che Putin ha “una gamma completa di capacità” già trasferite al confine ucraino, inclusa “una significativa capacità missilistica offensiva”, “più di due dozzine di navi da guerra nel Mar Nero” e “corazza, artiglieria e certamente fanteria”.

Mercoledì è stato trovato uno strumento di hacking per cancellare i dati su centinaia di computer in Ucraina, secondo i ricercatori della sicurezza informatica, sollevando i timori di un devastante attacco informatico mentre l’esercito russo si sposta nelle regioni separatiste dell’Ucraina.

Non è stato immediatamente chiaro chi fosse il responsabile dell’incidente di hacking, che ha fatto seguito a un diverso attacco informatico mercoledì sui siti Web del governo ucraino. Il governo ucraino non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento della CNN.

I video dei social media geolocalizzati e analizzati della CNN negli ultimi giorni mostrano il continuo accumulo di veicoli corazzati e di supporto a meno di 30 chilometri oltre il confine in Russia.

READ  Russia e Cina attenuano il testo del G20 sulle tensioni geopolitiche

Funzionari statunitensi hanno affermato di aspettarsi un’invasione di terra e attacchi aerei se la Russia avesse lanciato un attacco.

“Missili e bombe russi cadranno in tutta l’Ucraina. Le comunicazioni saranno interrotte. E gli attacchi informatici chiuderanno le principali istituzioni ucraine”, ha detto Blinken al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite la scorsa settimana, descrivendo come gli Stati Uniti ritengono che si verificherà un attacco russo all’Ucraina. “Dopodiché, carri armati e soldati russi avanzeranno verso obiettivi chiave che sono già stati identificati e redatti in piani dettagliati”.

Gli Stati Uniti e l’Europa affermano che altre sanzioni sono pronte se Putin dovesse intensificarsi ulteriormente

Biden martedì ha descritto gli eventi che stanno avvenendo in Ucraina come “l’inizio di un’invasione russa”, anche se gli alti funzionari dell’amministrazione non avrebbero inizialmente confermato se altre forze russe fossero entrate nel Donbass, dove le forze russe non contrassegnate hanno sostenuto i combattenti separatisti dal 2014.

Martedì, gli alleati statunitensi ed europei hanno imposto sanzioni a Mosca in risposta alle azioni di Putin e della Casa Bianca annunciato mercoledì Consentiranno che le sanzioni vadano avanti nei confronti della società responsabile della costruzione del gasdotto Nord Stream 2 dalla Russia alla Germania.

Karic ha detto alla CNN che il primo round di sanzioni da parte degli Stati Uniti e dell’Europa sarebbe stato solo l’inizio di una risposta occidentale a Mosca se Putin avesse ulteriormente intensificato la sua escalation in Ucraina.

“Penso che ciò che stiamo vedendo ora sia la prima ondata di sanzioni. Quindi Putin sta spostando unità militari in Ucraina e il mondo democratico sta rispondendo immediatamente, entro un giorno, in tutti i fusi orari, con sanzioni coordinate molto profonde”, ha affermato . “Se ci sono più mosse, ci saranno più sanzioni e sarà solo sempre più profondo”.

Mercoledì, un membro della squadra di stampa parlamentare ucraina ha confermato alla CNN che la Verkhovna Rada ha affermato di “affrontare un attacco informatico” sul suo sito web.

Il monitor di Internet NetBlocks ha twittato che i siti web del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero della Difesa, del Ministero dell’Interno, del Servizio di sicurezza e degli uffici del Gabinetto dell’Ucraina sono stati “colpiti da interruzioni della rete”.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori sviluppi.

Barbara Starr, Elie Kaufman, Kevin Liptak, Vasco Cutovio, Tim Lister, Jennifer Hansler, Satyam Kaswala, Sean Lingas e Nikki Carvajal hanno contribuito a questo rapporto.