Il procuratore speciale che si è opposto al giudice Cannon nel caso dei documenti riservati afferma che “nessun singolo funzionario della Casa Bianca di Trump ha sostenuto” le affermazioni dell'ex presidente di privatizzare i documenti.

Washington – L'avvocato speciale Jack Smith ha esortato un giudice federale a tenere il Presidential Registration Act fuori dalle istruzioni della giuria. Caso di documenti segreti contro l'ex presidente Donald Trump, secondo i documenti giudiziari depositati dal gruppo di Smith martedì scorso. I pubblici ministeri hanno avvertito che includere la legge nelle istruzioni potrebbe mettere a repentaglio il procedimento e hanno segnalato che avrebbero presentato ricorso se il giudice si fosse pronunciato contro di loro.

Lo scorso mese, Il giudice della corte distrettuale degli Stati Uniti Eileen Cannon, I team legali di Smith e Trump che supervisionano il caso in Florida gli hanno chiesto di presentare istruzioni alla giuria sulla base di due ipotetici scenari: primo, il presidente ha il potere di classificare qualsiasi documento come privato ai sensi del Presidential Records Act (PRA). In questa situazione, ha scritto Cannon, “né un tribunale né una giuria” avrebbero la capacità di rivedere la decisione, il che potrebbe invalidare gran parte del caso del procuratore speciale contro Trump.

In un altro, una giuria potrebbe esaminare un documento conservato da un ex presidente e scoprire che è “personale o presidenziale” ai sensi della PRA. In questa situazione, i giurati potrebbero scoprire che alcuni documenti ufficiali sono stati gestiti in modo errato.

I pubblici ministeri federali hanno respinto entrambe le proposte, scrivendo martedì che la PRA, una legge del 1978 che preserva i documenti della Casa Bianca prodotti durante ogni presidenza, “non dovrebbe svolgere alcun ruolo nelle indagini”, sostenendo la cattiva gestione dei documenti riservati da parte di Trump. La sua presidenza è finita.

Martedì Trump e Smith hanno presentato mozioni separate per ottenere istruzioni dalla giuria sul caso, anche se la data del processo non è stata ancora fissata.

Avvocati detto martedì Entrambi gli scenari ipotetici di Cannon “si basano su una premessa legale non dichiarata e fondamentalmente errata”. Qualsiasi istruzione arbitrale che incorpori la PRA verrà “distrutta”.[ing] indagine”, hanno detto.

Invece, il consulente speciale ha raccomandato che i giudici decidano solo su tre elementi del caso, piuttosto che se Trump conservasse consapevolmente informazioni sulla sicurezza nazionale senza autorizzazione federale.

Il gruppo di Smith ha chiesto che, se il giudice avesse voluto includere il linguaggio relativo al PRA, gli sarebbe stato concesso tempo sufficiente per ricorrere ai tribunali superiori prima del processo.

Il team legale dell'ex presidente ha espresso il punto di vista opposto, scrivendo che Cannon “ha affermato correttamente la legge” quando ha suggerito un'istruzione alla giuria che avrebbe dato a Trump un'autorità troppo ampia ai sensi del PRA.

“Se questo caso fosse sottoposto a una giuria – e non dovrebbe esserlo – l'arbitro sarebbe costretto a risolvere questioni fattuali riguardanti non solo le classificazioni del PRA ma anche il presunto stato di classificazione dei documenti”, ha detto la difesa di Trump. Hanno sostenuto nella loro petizione.

in proprio Istruzioni arbitrali proposteIl team legale di Trump ha suggerito ai giurati che Trump era autorizzato ad accedere a documenti riservati durante la sua presidenza e che alcuni precedenti consentono agli ex presidenti di accedere a determinati documenti.

Il procuratore speciale ha accusato Trump di 40 capi d'accusa, 32 dei quali riguardano violazioni del National Security Act, che rende illegale la cattiva gestione delle informazioni sulla sicurezza nazionale. L'ex presidente è stato anche accusato di aver intrapreso un piano di appropriazione indebita come parte di un tentativo di impedire agli investigatori federali di conservare documenti con identità riservate. L'FBI alla fine ha recuperato più di 300 documenti governativi sensibili dalla casa di Trump a Mar-a-Lago, che i pubblici ministeri sostengono avesse illegalmente conservato.

Trump si è dichiarato non colpevole di tutte le accuse e ha negato qualsiasi addebito.

Il procuratore speciale, in una dichiarazione di mezzanotte di martedì, ha sostenuto che la questione dei documenti presidenziali e privati ​​ai sensi del PRA non è una questione della giuria perché non è rilevante per la condotta di Trump. Si tratta invece di una questione legale che dovrebbe essere lasciata al giudice, hanno detto gli avvocati.

Il team legale di Trump ha presentato diverse istanze per archiviare il caso contro di lui, inclusa una sulla base del fatto che la PRA ha concesso a Trump “discrezionalità non verificabile” sui documenti riservati.

“Mentre il presidente Trump era ancora presidente degli Stati Uniti, ad esempio, molti dei documenti in questione furono imballati (presumibilmente dalla GSA), trasportati e consegnati a Mar-a-Lago”, hanno scritto in un atto giudiziario di febbraio. .

Gli avvocati dell'ex presidente hanno anche sostenuto che la PRA “impedisce il controllo giurisdizionale” dei documenti del presidente, sostenendo che il tribunale non ha giurisdizione sulla questione, il che si rifletteva nell'ordine di Cannon che chiedeva input sulle istruzioni arbitrali proposte.

Tuttavia, la squadra di Smith si è opposta nel rispondere alle dichiarazioni del tribunale, scrivendo che gli oltre 300 documenti con identità classificate recuperati da Trump erano “senza dubbio presidenziali, non personali”.

“Trump non è autorizzato a tenere documenti riservati”, hanno detto gli avvocati.

L’indagine federale sulla gestione dei documenti riservati da parte di Trump fa seguito a uno sforzo durato mesi da parte dei funzionari federali per raccogliere quelli che secondo loro sono documenti mancanti. Gli investigatori alla fine hanno eseguito un mandato di perquisizione nella sua casa e club in Florida, Mar-a-Lago, nell'agosto 2022 dopo che l'ex presidente presumibilmente non aveva risposto completamente a un mandato di comparizione del gran giurì.

Nella dichiarazione di martedì, la squadra di Smith si è nuovamente opposta, affermando che l'uso del PRA da parte di Trump – ovvero l'affermazione di avere l'autorità di dichiarare privati ​​alcuni documenti governativi – è stato “trovato” come una difesa “fittizia” della sua condotta. Solo dopo l'avvio dell'indagine federale. Il procuratore speciale ha affermato che né le comunicazioni con la sua squadra di sicurezza né le testimonianze dei testimoni hanno supportato le affermazioni di Trump durante il processo.

Durante l'indagine del grand jury, i pubblici ministeri hanno rivelato che l'ufficio del procuratore speciale ha intervistato persone vicine all'ex presidente, compreso il suo capo dello staff e gli avvocati della Casa Bianca.

“Nessuno ha sentito Trump dire che i documenti erano privati ​​o che era responsabile dello spostamento di scatoloni a Mar-a-Lago. PRA”, secondo il procuratore speciale. “Al contrario, ogni testimone a cui è stata posta questa domanda non aveva mai sentito una cosa del genere.”

Tuttavia, in risposta all'ordine di Cannon, gli avvocati di Trump hanno ribadito la loro tesi secondo cui l'ex presidente è protetto dai procedimenti giudiziari ai sensi della PRA.

“Non vi è alcuna base affinché una giuria possa giudicare l'Ufficio del procuratore speciale, questa corte o le classificazioni PRA specifiche dei documenti del presidente Trump”.

Cannon deve ancora pronunciarsi su nessuna delle mozioni di Trump volte a respingere l'accusa, e il team legale dell'ex presidente lo ha nuovamente esortato a pronunciarsi a suo favore martedì. Anche due degli assistenti dell'ex presidente, Walt Nauta e Carlos de Oliveira, sono accusati del caso e hanno presentato le proprie cause, che rimangono irrisolte. Nauta e de Oliveira si sono dichiarati non colpevoli di aver cospirato con l'ex presidente per ostacolare un'indagine federale.

Il giudice non ha ancora fissato la data del processo – originariamente previsto per la fine di maggio – e non ha emesso alcuna ordinanza in merito alla richiesta di Smith di riconsiderare la sentenza, che includeva i nomi dei testimoni protetti. Ha tenuto udienze su entrambe le questioni il 1° marzo.

Trump inizialmente ha sostenuto che il processo non dovrebbe svolgersi prima delle elezioni autunnali, ma ha riconosciuto che ad agosto sarebbe stato possibile se il giudice avesse deciso di procedere. Il procuratore speciale ha spinto affinché l'udienza iniziasse a luglio, con il dossier di Cannon contenente ancora diverse mozioni irrisolte che difficilmente verranno accettate.

READ  Blocco della MLB: si dice che gli aggiornamenti in tempo reale della Lega assumano automaticamente un "tono minaccioso" prima della scadenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto