Israele attende la risposta di Hamas dopo aver accettato l'accordo sugli ostaggi proposto dagli Stati Uniti

I media israeliani hanno riferito sabato sera che la delegazione israeliana in Qatar aveva accettato un accordo americano sulla questione del numero di prigionieri palestinesi da scambiare con ciascun ostaggio israeliano e stava aspettando la risposta di Hamas.

Secondo i rapporti, inizialmente ci sono stati notevoli disaccordi su questa cifra, che hanno portato alla proposta di soluzione americana.

La squadra israeliana in Qatar è stata autorizzata a discutere il ritorno dei palestinesi nel nord di Gaza, secondo N12, che ha anche riferito che la risposta di Hamas richiederebbe probabilmente alcuni giorni per ricevere a causa della logistica necessaria per ottenere l'approvazione dalla leadership di Hamas a Gaza. .

Il capo del Mossad David Barnea si è recato in Qatar venerdì per incontrare il direttore della CIA William Burns, il primo ministro del Qatar Mohammed al-Thani e il ministro dell'intelligence egiziano Abbas Kamal per discutere l'accordo sugli ostaggi, che il segretario di Stato americano Antony Blinken ha affermato di ritenere possa essere concordato. . Anche se “è ancora un lavoro duro arrivarci”.

N12 ha riferito che anche alti funzionari di Hamas, come Ismail Haniyeh, erano presenti ai colloqui in Qatar.

Persone mostrano cartelli durante una protesta che chiede il rilascio immediato degli ostaggi detenuti a Gaza che sono stati rapiti da uomini armati del gruppo islamico palestinese Hamas nel sud di Israele il 7 ottobre durante un attacco mortale, in una piazza a Tel Aviv, Israele, 11 novembre 2023 (Foto: REUTERS/Ammar Awad)

Una rete di notizie con sede in Qatar Al Jazeera Sabato ha pubblicato un rapporto esclusivo in cui rivendicava alcuni dei termini concordati durante l’accordo.

Il rapporto affermava che Israele aveva accettato di consentire a 2.000 abitanti di Gaza di ritornare nel nord della Striscia di Gaza, due settimane dopo la firma dell'accordo. Il rapporto afferma inoltre che Israele ha respinto la richiesta di Hamas di rilasciare 30 prigionieri per ogni donna soldato e ha risposto offrendosi di rilasciare cinque prigionieri per ogni donna soldato.

READ  Gaza: il primo ministro israeliano Netanyahu afferma che l’attacco di Rafah avverrà indipendentemente dall’accordo

Inoltre, l'AAl Jazeera È stato riferito che Israele ha richiesto il rilascio dei corpi di Hadar Goldin e Oron Shaul.

Ancora più importante, nessun funzionario israeliano ha confermato alcuna delle accuse contenute in questo rapporto.

“La squadra israeliana esistente [in Doha] “Ha l’autorità per raggiungere un accordo”, ha detto Blinken ad Al Arabiya English in una video intervista giovedì tra le notizie secondo cui la delegazione era soggetta a restrizioni.

Venerdì Blinken ha esortato il governo israeliano a trovare una soluzione alla questione della leadership a Gaza dopo che Hamas ha affermato che “anche dopo le operazioni a Rafah, la sfida che Hamas dovrà affrontare rimarrà, e il caos e l’anarchia peggioreranno nuovamente, se non ci sarà una leadership alternativa”. .” Lo ha riferito Moriya Ashraf Wolberg di Channel 13.

A Washington, il consigliere per le comunicazioni per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, John Kirby, ha dichiarato venerdì di ritenere che le due parti siano vicine a raggiungere un accordo.

Il fatto che le discussioni continuino – e avvengano al ritmo con cui si stanno svolgendo e con la partecipazione di tutte le parti – è un buon segno, ha detto Kirby.

“Non si negozia nulla finché non si negozia tutto, ma crediamo che il divario si stia riducendo e che ci stiamo avvicinando”, ha affermato Kirby.

Il Forum per le famiglie degli ostaggi e delle persone scomparse organizza una protesta per i prigionieri di Gaza

Il Forum per le famiglie degli ostaggi e delle persone scomparse ha organizzato sabato sera in Piazza degli ostaggi una manifestazione intitolata “Nessun ritorno senza accordo”.

“Quest'anno per Purim, non c'è mitzvah più grande del bideon shevuyim (redenzione dei prigionieri)”, ha detto il forum in un invito alla marcia. L'incontro prevedeva una lettura di Esther e numerosi relatori, compresi i familiari degli ostaggi.

READ  Otto bambini e un adulto sono morti di malattia dopo aver mangiato carne di tartaruga marina su una remota isola africana

Migliaia di persone hanno protestato sabato sera davanti al quartier generale militare di Kirya, chiedendo la consegna degli ostaggi e la lettura dei nomi degli ostaggi, secondo le organizzazioni di protesta. Centinaia si sono radunati anche a Gerusalemme e i manifestanti portavano uno striscione con la scritta “Accordo o condanna a morte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto