Kyle Larson è frustrato dopo i primi tre giorni di prove della Indy 500

Lui gioca

INDIANAPOLIS — Tony Kanaan è stato qui 22 volte come pilota. Conosce l’imprevedibilità del clima primaverile nell’Indiana centrale e l’estrema frustrazione che può comportare. Sa benissimo che otto ore di prove possono trasformarsi rapidamente in sole tre o quattro ore in pit lane e qualche decina di giri.

Ecco perché Kanaan è il mentore perfetto per Kyle Larson, l’ultimo concorrente “doppio” che è abituato a vincere quasi tutte le auto con cui si trova e che potrebbe già avere le carte in regola per vincere la sua prima 500 Miglia di Indianapolis.

Tre giorni dopo l’inizio della sua prima settimana di allenamento per i 500 metri, le frustrazioni di Larson per la mancanza di tempo in pista, a causa della pioggia, un cambio di motore e un pessimo tiro di dadi durante l’elaborazione del piano di corsa di giovedì, sono chiaramente emerse. In quelle che sarebbero ammontate a 19 ore di pista aperta quando è stato pubblicato per la prima volta il programma delle prove di questa settimana, Larson ha registrato solo 85 giri in tre giorni di 500 prove.

Larson e l’equipaggio numero 17 della Arrow McLaren Chevy hanno percorso solo 29 giri giovedì, quando gli schizzi raramente portano a una pausa nel tempo in pista, e non sono riusciti a soddisfare le aspettative del campione della NASCAR Cup Series 2021.

“Pensavo che il tempo sarebbe stato bello e che avremmo fatto molti giri oggi, e tutti stavano facendo giri tranne me”, ha detto Larson dalla corsia dei box dopo aver percorso solo 11 giri durante la gara di cinque ore e otto di giovedì. gara. 500 ore di pratica. A quel tempo, il miglior giro di Larson da quella mattina si classificò all’ultimo posto tra le 34 vetture. “Era noioso e un po’ frustrante.

READ  Follia di marzo: solo 116 gironi sono ancora perfetti dopo le partite di giovedì

“Onestamente voglio solo uscire, fare qualche giro e passare un po’ di tempo. Torno al mio camper per rilassarmi, sdraiarmi sul divano e aspettare. Questi giorni sono molto lunghi, ma spero che tutto vada bene”. come previsto” per noi e il nostro team, e possiamo effettivamente iniziare a lavorare e imparare cose e permettere anche a me di imparare di più.”

Pochi minuti dopo che Larsson ha concluso il 25esimo Sulle classifiche dei tempi (22,805 mph) Alla vigilia di un venerdì veloce che potrebbe soffrire di pioggia, IndyStar ha chiesto a Kanaan, direttore sportivo della Arrow McLaren, delle continue frustrazioni di Larsson emerse nella sua intervista a Peacock quel pomeriggio, immediatamente prima. Il pilota è andato e ha fatto altri 11 giri, risalendo dal fondo della classifica dei tempi.

Kanaan ha detto che vedere e sentire Larson ribollire ore prima è stata la parte meno sorprendente della sua giornata: essere sopravvissuto guardando l’equipaggio n. 17 fare un cambio motore al mattino, presentandosi nella pitlane per correre in un gruppo senza nessuno interessato a giocare , per poi dover tornare al box per passare alla configurazione da qualifica, mentre Larson trascorreva ore e ore ad aspettare inattivo.

Kyle Larson tenta il raddoppio: Programma 500 Miglia di Indianapolis-NASCAR Cup

“Sapevamo che sarebbe successo”, ha detto Kanaan delle frustrazioni di Larson. “Quando dici a un pilota: ‘Hai otto ore di allenamento’, e in realtà non sono otto ore, perché piove e ci sono due incidenti, e all’improvviso diventano tre, e senti la pressione delle persone fuori che ti dicono: “Perché stai?” stai correndo?’ In realtà è abbastanza comune.

“Ricordo i miei primi anni qui, e questa è la cosa che la mia squadra mi ha sottolineato perché è così che vieni catturato e come crolli.

READ  40 La migliore intimo termico sci del 2022 - Non acquistare una intimo termico sci finché non leggi QUESTO!

Giovedì si sono svolte quasi sei ore di azione in pista, con due piloti vittime di piccoli errori che hanno lasciato loro enormi compiti di riparazione e un divario più ampio da colmare per raggiungere la vetta entro la fine del fine settimana di qualifiche. Non importa se sei un debuttante, come Linus Lundqvist di Chip Ganassi Racing, o un vincitore della 500, come Marcus Ericsson di Andretti Global. A IMS non importava molto.

Il semplice fatto che Larson non cada probabilmente non sarebbe considerato un successo notevole nelle note quotidiane di una partenza di Coppa, ma se non altro, ha detto Kanaan, è un segno che i 500 titolari stanno ascoltando.

“Quello che cerco di spiegargli è cosa significa correre di qualità e cosa significa correre solo per la tua testa. Se fai 30 giri da solo con due macchine in pista, non imparerai nulla”, ha detto Kanaan. “Ma è comprensibile . Domani è un venerdì veloce e non sai cosa aspettarti, e penso che ci siano più persone a rovinarlo oltre a lui.

“Come pilota, pensi sempre di essere indietro. Questa è la sfida più grande, e devo spiegarglielo, ma la gente non se ne rende conto finché non lo provi. Anche i ragazzi più fiduciosi come lui se lo chiedono : ‘Perché questo posto è così?’” È pazzesco quanto tu possa essere vulnerabile e potresti improvvisamente diventare lui.

“Può guidare qualsiasi cosa con le ruote”: I compagni di squadra della Arrow McLaren su Kyle Larson

Mentre le ore scorrevano fino a giovedì e Larson si trovava in fondo alla classifica con meno di una dozzina di giri nel corso di cinque ore – niente più che un cambio di motore programmato e un piano di corsa sfortunato – i social media hanno iniziato a mostrare mormorii su di noi chiedendoci se ci fosse capitato un disastro. Un altro su una McLaren 500 (Fernando Alonso, circa 2019).

READ  Brandon McManus: giocatore di football della NFL accusato di aver aggredito sessualmente due assistenti di volo durante un volo di squadra la scorsa stagione

Quando gli è stato chiesto se pensava che le paure degli estranei avessero qualche merito, Kanaan non si è fatto beffe dell’idea. Non ci sono due modi per aggirare la cosa. I primi tre giorni del 500esimo allenamento di Larson non sono andati esattamente secondo i piani. Ma ancora una volta, non succede proprio nulla. È così che il pilota, il capotecnico, i meccanici e gli ingegneri rispondono all’imprevedibilità, che gioca un ruolo chiave nell’organizzazione della griglia.

L’auto è del colore giusto. Il volante è bloccato. Finora, non ci sono stati problemi di rapporto di trasmissione o confusione tra pollici e centimetri che hanno colpito la squadra. Kanaan sottolinea che non c’è nulla di cui preoccuparsi in questi tre giorni. Nel frattempo, le sorti di IMS potrebbero cambiare rapidamente. La positività ti porta solo lontano. Nelle prossime 48 ore realismo, onestà e calma saranno più importanti dei sorrisi forzati.

“Abbiamo due vetture molto forti con Pato (Oward) e (Alexander) Rossi, e abbiamo i dati per dimostrarlo. Non siamo preoccupati. Ora, saremo all’altezza delle aspettative di (Larson) che vuole essere in gara primi nove? Kanaan ha detto: non lo so.” “In termini di velocità, non sono preoccupato. Ma non importa neanche questo. Venerdì aumenteremo, vedremo, potremmo preoccuparci di nuovo, e poi arriverai ai playoff, e non si sa mai.

“Tutto può succedere, nel bene o nel male, sia per noi che per le altre 33 vetture”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto