La Russia avanza in Ucraina mentre Putin incontra Xi in Cina: aggiornamenti in tempo reale

7:15 ET, 16 maggio 2024

I media statali russi hanno riferito che il soldato americano detenuto in Russia si era “dichiarato colpevole”.

Da Radina Jegova della CNN e dal team di Mosca

Il soldato americano Gordon Black, arrestato in Russia con l’accusa di furto, si è “dichiarato colpevole” e sta collaborando alle indagini, ha riferito giovedì l’agenzia di stampa statale russa TASS, citando le forze dell’ordine.

Un rappresentante delle forze dell’ordine ha detto alla TASS: “L’imputato si è dichiarato colpevole e sta collaborando alle indagini attraverso un interprete”.

Sergente Il tribunale distrettuale di Pervomaisky a Vladivostok ha affermato che Gordon Black è stato arrestato a Vladivostok il 2 maggio. È accusato di “aver commesso un furto segreto” di proprietà e di aver causato “gravi danni”.

Black rimane in custodia cautelare mentre le autorità valutano se gli è stato fornito tutto ciò di cui ha bisogno, compreso l’accesso a un avvocato, ha detto alla TASS il capo della Commissione regionale di controllo pubblico (ONC) Vladimir Naydin.

Black era di stanza in Corea del Sud e, dopo aver completato il suo servizio, è andato a Vladivostok per visitare una donna russa con la quale aveva una relazione romantica, secondo la TASS. È stato arrestato in un momento in cui le tensioni tra Stati Uniti e Russia aumentavano mentre continuava la guerra in Ucraina. Tuttavia, un rappresentante del ministero degli Esteri russo ha dichiarato alla TASS che il caso “non è legato alla politica o allo spionaggio”.

Il Dipartimento di Stato americano ha confermato al momento del suo arresto che in Russia era detenuto un cittadino americano. “Non abbiamo priorità più alta della sicurezza e dell’incolumità dei cittadini americani all’estero”, disse all’epoca un portavoce del Dipartimento di Stato. In Russia sono detenuti anche molti altri americani, tra cui due che il Dipartimento di Stato americano ha dichiarato ingiustamente detenuti: il giornalista del Wall Street Journal Evan Gershkovich e l’ex marine Paul Whelan.

READ  Gli Stati Uniti imporranno sanzioni a Putin dopo l'invasione dell'Ucraina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto