Lancio del Boeing Starliner: come osservare il decollo dello storico volo degli astronauti

Iscriviti alla newsletter scientifica Wonder Theory della CNN. Esplora l’universo con notizie di scoperte affascinanti, progressi scientifici e altro ancora.



CNN

Il programma di volo spaziale della Boeing potrebbe raggiungere un traguardo importante lunedì sera con il lancio della navicella spaziale Starliner, che porterà finalmente in orbita due astronauti della NASA.

La missione, chiamata Crew Flight Test, potrebbe decollare lunedì alle 22:34 ET dalla stazione spaziale di Cape Canaveral in Florida.

Verrà trasmessa la diretta dell’evento Canali della NASA A partire dalle 18:30 ET di lunedì, secondo Agenzia spaziale.

L’evento è durato un decennio ed è il culmine degli sforzi di Boeing per sviluppare un veicolo spaziale in grado di trasportare gli astronauti da e verso la Stazione Spaziale Internazionale nell’ambito del Commercial Crew Program della NASA.

Problemi di sviluppo, problemi di volo di prova e altri costosi contrattempi rallentarono il percorso dello Starliner verso la rampa di lancio. Nel frattempo, SpaceX, un concorrente di Boeing nell’ambito del Commercial Crew Program della NASA, è diventato il fornitore di trasporto preferito per gli astronauti dell’agenzia spaziale.

Ora, la NASA e la Boeing hanno finalmente ritenuto la navicella spaziale Starliner pronta per il test finale: consentire agli astronauti di testare il veicolo nello spazio.

Gli astronauti veterani della NASA Sonny Williams e Butch Wilmore saranno a bordo della missione di lunedì, portando lo Starliner alla Stazione Spaziale Internazionale per un soggiorno di una settimana.

Durante il loro viaggio, Willmore e Williams condurranno una serie di test, tra cui assumere brevemente il controllo del veicolo spaziale autonomo e valutare come funziona il veicolo per gli astronauti.

Il volo regolare potrebbe essere un momento vincente per il programma di volo spaziale della Boeing e per l’azienda in generale, che si è trovata in difficoltà a causa di problemi con la sua divisione di aerei commerciali.

READ  I più grandi rettili marini mai trovati possono competere con le dimensioni delle balene blu

Ecco cosa sapere sul volo dello Starliner prima del suo storico volo di prova con equipaggio.

I funzionari della Boeing hanno cercato di chiarire che Starliner opera separatamente dal segmento della società responsabile degli aerei commerciali. La preoccupazione principale del team Starliner è garantire il regolare svolgimento della missione di test e la sicurezza dell’equipaggio, secondo Mark Nappi, vicepresidente e responsabile del programma Starliner presso Boeing.

“Abbiamo umani che volano su questo veicolo. Lo prendiamo sempre sul serio”, ha detto Nappi durante l’AD le notizie la settimana scorsa. “Ho trascorso la mia carriera in questo settore ed è sempre stato in cima alla mia lista.”

Terry Reyna/AP

Gli astronauti della NASA Sonny Williams, a sinistra, e Butch Wilmore posano per una foto dopo essere arrivati ​​al sito di lancio dello Starliner in Florida il 25 aprile 2024.

Due astronauti dello Starliner hanno aspettato anni prima che la navicella fosse pronta a trasportare un equipaggio. Dopo aver fatto ruotare diversi astronauti dentro e fuori le missioni nel test di volo dell’equipaggio dello Starliner, Wilmore Ha ottenuto il suo appuntamento nel 2020. La NASA ha trasferito la Williams su questo volo nel 2022 dopo averla inizialmente assegnata nel 2018 a una successiva missione Starliner.

“Avevamo un paio di date di lancio e ci siamo detti, ‘OK, siamo pronti a partire'”, ha detto Williams in una conferenza mercoledì. Conferenza stampa. “Ma ora sembrano passati cinque giorni e finalmente è vero, e devo darmi un pizzicotto per capire che andremo davvero.

In una conferenza stampa il mese scorso, Steve Stich, direttore del Commercial Crew Program della NASA, ha affermato che la NASA aveva chiesto a Boeing e SpaceX di soddisfare una certa soglia relativa al rischio che la missione avrebbe portato alla morte di astronauti: 1 su 270.

READ  È stato scoperto un pianeta delle dimensioni della Terra in orbita attorno a una stella vicina che sopravviverà al Sole per 100 miliardi di anni

Ha detto: “Il Boeing supera questo numero perdendo 1 membro dell’equipaggio su 295”.

Boeing si è aggiudicata il contratto con la NASA per costruire lo Starliner nel 2014, nello stesso momento in cui l’agenzia spaziale ha selezionato SpaceX per costruire la sua capsula Crew Dragon.

La NASA ha assegnato alle due società accordi per un valore complessivo di 6,8 miliardi di dollari, con la speranza che le capsule di Boeing e SpaceX siano pronte a volare entro il 2017.

Questa previsione non ha funzionato.

Impiegando più tempo del previsto, SpaceX ha lanciato la sua prima capsula astronauta Crew Dragon nell’estate del 2020. Da allora ha completato 13 missioni in orbita per gli astronauti della NASA e i clienti paganti.

Ma Boeing – sebbene i funzionari della NASA inizialmente credessero che Starliner sarebbe stata pronta prima della Crew Dragon di SpaceX – ha dovuto affrontare anni di ulteriori ritardi, battute d’arresto e spese aggiuntive che sono costate alla società più di 1 miliardo di dollari, secondo i registri finanziari pubblici.

Vale la pena notare che la prima missione di prova dello Starliner, condotta senza equipaggio alla fine del 2019, era piena di errori. Il veicolo fallì in orbita, sintomo di problemi software che includevano un errore di codifica che fermò l’orologio interno di 11 ore.

secondo Test di volo senza pilota nel 2022 Sono stati rilevati ulteriori problemi software e problemi con alcuni motori del veicolo.

Queste interruzioni hanno ritardato il volo inaugurale con equipaggio fino al 2023. Ma poi è emersa una nuova lista di problemi: i paracadute della navicella avevano alcuni componenti più deboli del previsto e il nastro adesivo sulla navicella si è rivelato infiammabile.

READ  Le lesioni agli occhi aumentano dopo un'eclissi solare

Boeing ha quindi dovuto rimuovere questo nastro lungo più di un miglio e completare ulteriori test con il paracadute.

Finalmente, dopo un decennio di sviluppo, La NASA e la Boeing hanno autorizzato il veicolo per il volo degli astronauti.

Williams e Willmore hanno adottato un approccio misurato nel rispondere alle domande sui problemi di sviluppo della Starliner.

“Capisco quando dici ‘battuta d’arresto'”, ha detto Wilmore durante la recente conferenza stampa. “Ma onestamente, con tutte le scoperte che abbiamo avuto – è così che le chiameremmo – sono stati dei passi avanti.

“Questa non è stata una battuta d’arresto, è stato un passo avanti”, ha detto. “E le nostre famiglie l’hanno vissuto con noi.”

La Williams ha aggiunto che era pronta per andare in missione lunedì con la speranza che sorgessero problemi minori.

“Troviamo sempre cose, e troveremo sempre cose”, ha detto mercoledì. “Non tutto sarà assolutamente perfetto mentre voliamo con la navicella spaziale e questo è davvero il nostro obiettivo. Siamo arrivati ​​​​a un punto – tutti noi, una grande squadra – in cui ci sentiamo sicuri e a nostro agio con il modo in cui voliamo. questa navicella spaziale, e abbiamo dei rinforzi nel caso ne avessimo bisogno.

“Siamo qui perché siamo pronti”, ha detto Williams.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto