Le spedizioni di aiuti a Gaza sono state interrotte dopo i danni al porto militare statunitense

Il danno è l’ultimo intoppo per il molo, inaugurato due settimane fa.

Washington:

Martedì il Pentagono ha annunciato che l’esercito americano ha interrotto la fornitura di aiuti via mare alla Striscia di Gaza, dopo che il suo molo temporaneo è stato danneggiato a causa del maltempo.

La vicesegretaria stampa del Pentagono, Sabrina Singh, ha detto ai giornalisti che il mare alto e il maltempo in Nord Africa hanno causato il crollo di parte del molo martedì mattina.

Ha aggiunto: “Il processo di ricostruzione e riparazione del molo richiederà almeno più di una settimana e, una volta completato, dovrà essere reinstallato sulla costa di Gaza”.

“Pertanto, una volta completati i lavori di riparazione e riassemblaggio del molo, l’intenzione è quella di reinstallare il molo temporaneo sulla costa di Gaza e riprendere gli aiuti umanitari alle persone in disperato bisogno”.

Il danno è l’ultimo intoppo per il molo, inaugurato due settimane fa.

Il Comando Centrale degli Stati Uniti (CENTCOM) ha detto sabato che quattro navi militari statunitensi che sostenevano il molo si sono staccate dai loro ormeggi e si sono arenate nel mare agitato.

Due si sono arenati a Gaza mentre gli altri due sono finiti sulla costa di Israele, a 30 miglia (50 chilometri) a sud di Tel Aviv. Uno di loro è stato recuperato e gli altri tre saranno restituiti entro 48 ore, ha detto Singh.

Gaza sta soffrendo la guerra più violenta a cui abbia mai assistito, scoppiata dopo l’attacco senza precedenti lanciato da Hamas contro Israele il 7 ottobre, che ha provocato l’uccisione di oltre 1.170 persone, la maggior parte delle quali civili, secondo un censimento condotto dell’Agence France-Presse sulla base di dati ufficiali.

READ  L’esercito americano entra in una nuova fase nelle operazioni di aiuto a Gaza

Secondo il Ministero della Sanità dell’enclave gestita da Hamas, l’attacco di ritorsione israeliano ha ucciso almeno 35.800 persone a Gaza, la maggior parte dei quali donne e bambini.

Israele ha imposto un blocco a Gaza che ha privato i 2,4 milioni di residenti della Striscia di gran parte di acqua pulita, cibo, medicine e carburante.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden aveva dichiarato a marzo che il molo sarebbe stato costruito per allentare le restrizioni imposte da Israele sulla fornitura di aiuti via terra a Gaza.

Il Comando Centrale degli Stati Uniti ha detto che 1.005 tonnellate di aiuti sono state consegnate dal mare al punto di trasferimento a terra a partire da venerdì, con 903 tonnellate distribuite dal punto di trasferimento al magazzino delle Nazioni Unite.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto