Gennaio 29, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

Primo sulla CNN: l’intelligence statunitense indica la Russia che si prepara a giustificare l’invasione dell’Ucraina.

Il funzionario ha affermato che gli Stati Uniti avevano prove che gli agenti erano stati addestrati all’uso delle munizioni per compiere sabotaggi contro la guerra civile e gli stessi delegati della Russia.

L’accusa fa eco a una dichiarazione rilasciata venerdì dal Ministero della Difesa ucraino, secondo cui le forze speciali russe stavano preparando provocazioni contro le forze russe nel tentativo di ricostruire l’Ucraina. Il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan ha rilasciato la dichiarazione dell’intelligence durante una conferenza stampa giovedì.

“La nostra comunità di intelligence ha creato informazioni che ora sono state declassate e la Russia sta gettando le basi per creare una scusa per un’invasione”, ha detto giovedì Sullivan. “Abbiamo visto questo playbook nel 2014. Stanno ridisegnando questo playbook e il management avrà maggiori dettagli su quali sono le possibilità per usare la scusa per condividere con la stampa nelle prossime 24 ore”.

Il ministero della Difesa ucraino ha dichiarato venerdì in una dichiarazione che “unità militari nei territori occupati e nei suoi satelliti stanno ricevendo ordini per prepararsi a tali provocazioni”.

La scoperta dell’intelligence statunitense arriva dopo un incontro diplomatico di una settimana tra funzionari russi e occidentali sul dispiegamento russo di decine di migliaia di truppe al confine ucraino. Ma i colloqui non sono riusciti a compiere alcun progresso perché la Russia non ha promesso di intensificarsi ei funzionari degli Stati Uniti e della NATO hanno affermato che le richieste di Mosca – che la NATO non avrebbe mai permesso all’Ucraina di entrare nell’alleanza – non erano un inizio.

Il funzionario statunitense ha affermato che l’amministrazione Biden crede che la Russia possa prepararsi a invadere l’Ucraina, il che potrebbe portare a diffuse violazioni dei diritti umani e crimini di guerra se la diplomazia non riesce a raggiungere i propri obiettivi.

READ  Il Returnhouse Arbitration Board esaminerà due video richiesti dalla fonte su un laptop

“L’esercito russo prevede di avviare queste operazioni diverse settimane prima dell’invasione militare, che inizierà tra metà gennaio e metà febbraio”, ha affermato il funzionario. “Abbiamo visto questo playbook nel 2014 con Crimea”.

Il funzionario ha affermato che gli Stati Uniti hanno anche visto attori influenzati dalla Russia iniziare a dare la priorità al pubblico russo per un intervento, sottolineando le descrizioni delle violazioni dei diritti umani in Ucraina e la maggiore militanza dei leader ucraini.

“A dicembre, i contenuti in lingua russa che coprono tutte e tre le storie sui social media sono aumentati a una media di 3.500 post al giorno, in aumento del 200% rispetto alla media giornaliera di novembre”, ha affermato il funzionario.

Funzionari statunitensi, NATO ed europei hanno tenuto incontri ad alto livello con funzionari russi questa settimana. Al termine dei tre incontri di giovedì, entrambe le parti hanno espresso una visione pessimistica. Il viceministro degli esteri russo ha suggerito che i colloqui hanno raggiunto un “punto morto” e ha avvertito che non c’era motivo di portarli avanti. “Il grido di guerra è forte” Dopo le sessioni diplomatiche.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha dichiarato venerdì che la Russia spera che la NATO aumenti la sua presenza al confine con l’Ucraina se Mosca non si attenga alle richieste occidentali.

“Mentre le nostre proposte mirano a ridurre i conflitti militari e ad ampliare la situazione generale in Europa, in Occidente sta accadendo il contrario. I membri della NATO stanno rafforzando la loro forza e il traffico aereo.

Questa storia sarà interrotta e aggiornata.