Gennaio 28, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

Biden ha detto a Putin che se la Russia si intensifica in Ucraina, “ciò che non abbiamo fatto nel 2014, ora siamo pronti a farlo”.

“Guardo negli occhi il presidente Biden e vi dico oggi che siamo pronti a fare ciò che non abbiamo fatto nel 2014”, ha detto ai giornalisti martedì pomeriggio il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan. Dopo la telefonata di Biden con Putin.

Negli ultimi mesi, La Russia ha stabilito rotte di rifornimentoDue fonti che hanno familiarità con le ultime valutazioni dell’intelligence hanno detto alla CNN che se Mosca scegliesse di occupare l’Ucraina, potrebbe sostenere un conflitto, anche nel settore medico e del carburante. Valuta le ultime scoperte dell’intelligence statunitense Con un massimo di 175.000 truppe concentrate al confine, la Russia potrebbe lanciare un’offensiva militare in Ucraina in pochi mesi. Sullivan ha affermato che l’amministrazione crede ancora che Putin non abbia deciso se lanciare un attacco militare contro l’Ucraina.

Sullivan non è entrato nei dettagli, ma ha affermato che gli Stati Uniti si stanno coordinando con gli alleati europei “a un certo livello profondo”.

Biden ha affermato di essere stato “diretto e onesto con il presidente Putin come sempre”, e poi “c’era un sacco di dare e avere. Il presidente era chiaro sulla posizione degli Stati Uniti, ma su tutte queste questioni”.

Sullivan ha affermato che Biden ha affermato che gli Stati Uniti sono pronti ad aumentare le capacità di sicurezza nella regione, insieme ai cambiamenti economici menzionati nella chiamata.

“Ha ribadito il sostegno degli Stati Uniti alla sovranità e all’integrità territoriale dell’Ucraina. “Forniremo agli ucraini una difesa sempre maggiore di quella che già abbiamo e rafforzeremo ulteriormente gli alleati della NATO a est in risposta a tale aumento”.

Sullivan ha detto che un’altra opzione è l’espansione e la diplomazia.

“Gli Stati Uniti e i nostri alleati europei saranno impegnati in un’importante discussione che includerà le nostre preoccupazioni strategiche con la Russia e questioni strategiche, compresa quella russa. Siamo stati in grado di farlo al culmine della Guerra Fredda e sviluppare meccanismi per aiutare a ridurre l’instabilità e aumentare la trasparenza”, ha affermato.

READ  Il CDC avverte dei progressi contro il morbillo minacciato tra le epidemie di COVID-19

Una chiamata alla stanza situazionale

Putin e Putin hanno parlato per circa due ore durante una videochiamata sicura all’inizio di martedì.

I due presidenti hanno incaricato le rispettive squadre di proseguire le discussioni e la Casa Bianca ha aggiunto che “gli Stati Uniti lavoreranno in stretto coordinamento con alleati e partner”.

Oltre alla questione dell’Ucraina, la Casa Bianca ha affermato che i due leader hanno discusso “dialogo USA-Russia sulla stabilità strategica, dialogo separato sul ransomware e lavoro congiunto su questioni regionali come l’Iran”.

Una foto della Casa Bianca dell’incontro, iniziato alle 10:07 ET e terminato alle 12:08. Situazione durante la videochiamata.

Vi hanno partecipato entrambi i leader Vertice A Ginevra lo scorso giugno. La loro ultima chiamata pubblica conosciuta Era luglio.

Martedì pomeriggio, Biden ha parlato con il presidente francese Emmanuel Macron, il cancelliere tedesco Angela Merkel, il primo ministro italiano Mario Draghi e il primo ministro britannico Boris Johnson – con lo stesso gruppo di alleati europei che ha presentato lunedì sera. Il martedì segna l’ultimo giorno pieno della Merkel.

Biden ha spiegato la chiamata di Putin agli alleati e, secondo una dichiarazione della Casa Bianca, “i leader hanno sottolineato il loro sostegno alla sovranità e all’unità regionale dell’Ucraina e hanno sottolineato la necessità che la Russia riduca le tensioni e si impegni nella diplomazia”.

Martedì Sullivan ha detto in una conferenza stampa che il panel della Casa Bianca stava informando i membri della NATO, i membri dell’UE e le ambasciate dei principali alleati indo-pacifici sulla chiamata USA-Russia. Giovedì Biden terrà colloqui con il presidente ucraino Volodymyr Zhelensky.

Biden dovrebbe parlare con entrambi i leader del Congresso”, ha detto Sullivan. Aggiunto.

I russi hanno letto l’incontro Biden-Putin come un tema “importante” del dialogo ucraino e Biden ha sottolineato la “minaccia” del movimento delle truppe russe vicino al confine ucraino e ha delineato le sanzioni. Gli Stati Uniti e i loro alleati sarebbero pronti a applicare se la situazione si è aggravata.

READ  SpaceX ritarda la partenza della nave cargo Dragon dalla stazione spaziale a causa del tempo di Splash Town. Come guardare la domenica.

In risposta, Vladimir Putin ha sottolineato che la Russia non dovrebbe sottrarsi alle proprie responsabilità perché la NATO sta sviluppando pericolose capacità militari sui nostri confini mentre compie pericolosi tentativi di impadronirsi del territorio ucraino “, ha affermato il Cremlino in una nota. La Russia è fortemente interessata a garantire affidabilità, legalmente garanzie vincolanti, piuttosto che mantenere il sistema”.

L’aiutante di Putin, Yuri Ushakov, ha detto a una conferenza martedì sera che mentre gli americani erano preoccupati per le truppe russe a migliaia di chilometri di distanza, Mosca aveva detto al presidente russo Biden che “la nostra sicurezza è, in effetti, la sicurezza della Russia in tutto il mondo”. Sentimento. “

Alla domanda se Putin avesse promesso a Biden che non avrebbe usato le sue forze in Ucraina, Ushakov ha respinto l’idea di un’invasione.

“Non c’è nemmeno un dibattito del genere. Che cos’è la convocazione di forze, che cos’è – un’invasione o cosa? È fuori discussione”, ha detto Ushakov.

Attività in esame

I funzionari statunitensi sono aumentati di peso negli ultimi giorni Vuoi fornire una gamma più ampia di barriere L’obiettivo della Russia è impedire a Putin di lanciare un’invasione dell’Ucraina. Questi includono nuove misure contro i membri della cerchia ristretta di Putin e i produttori di energia russi, e una possibile “opzione nucleare” – disconnettere la Russia dal sistema tariffario internazionale SWIFT utilizzato dalle banche di tutto il mondo.

I funzionari hanno affermato che non è stata presa alcuna decisione definitiva su quando e quando applicare le nuove sanzioni e che l’amministrazione Biden è attualmente in trattative con gli alleati europei – molti dei quali hanno stretti legami economici con la Russia – nella speranza di coordinarsi. Azione.

Considerando le sanzioni, l’amministrazione sta esplorando la possibilità che la Russia occupi l’Ucraina e crei un peggioramento della situazione di sicurezza occupando la Russia. Mezza dozzina di fonti dicono CNN. Fonti affermano che la pianificazione di emergenza è guidata dal Pentagono e l’amministrazione sta spiegando al Congresso come si stanno preparando gli Stati Uniti. In una conferenza “oscura” dei senatori che Victoria Nuland ha dato ai senatori anziani lunedì sera, Nuland ha delineato le dure sanzioni imposte dall’amministrazione in risposta all’attacco russo, ma ha riconosciuto che le opzioni statunitensi per prevenire un’invasione erano giustificate. Definito, ha detto qualcuno che ha familiarità con la descrizione.

Nuland ha dichiarato martedì che gli Stati Uniti si aspettano che il controverso gasdotto Nord Stream 2 venga “chiuso” se la Russia si sposta in Ucraina.

READ  Il GM Mike Mayog è stato licenziato dai Las Vegas Raiders dopo tre stagioni

Ma mentre sono in corso colloqui con la Germania sull’oleodotto nel contesto di una possibile invasione russa dell’Ucraina, la Casa Bianca ha affermato che l’azione non deve essere un deterrente molto efficace contro l’aggressione russa.

L’Unione europea (UE) “sostiene pienamente l’Ucraina di fronte all’aggressione russa”, ha dichiarato martedì il presidente dell’UE Ursula van der Leyen in un tweet.

“Risponderemo a qualsiasi aggressione misurando ed espandendo le barriere esistenti”, ha aggiunto.

Ha aggiunto che l’UE è “pronta a lavorare con i nostri alleati per adottare ulteriori misure di controllo”.

“Il terrorismo e l’ascesa della dittatura possono anche essere un problema di sicurezza per i paesi. In questo contesto, dobbiamo parlare dei movimenti militari russi al confine orientale dell’Ucraina e della loro struttura massiccia”, ha continuato.

La storia è stata aggiornata martedì con ulteriori miglioramenti.

Kevin Liptok, Natasha Bertrand, Ellie Kaufman, Jennifer Honsler, Zahra Ullah, Anna Chernova, Jim Ciuto, Anna Chernova e Ulyana Pavlova della CNN hanno contribuito al rapporto.