Elezioni in Sud Africa: i primi risultati lasciano l’African National Congress al potere senza la maggioranza

JOHANNESBURG (AP) – Risultati parziali Elezioni nazionali in Sud Africa L’African National Congress, da lungo tempo al potere, ha avuto meno del 50% dei voti mentre i voti continuavano a essere contati giovedì, potenzialmente sul punto di perdere la maggioranza per la prima volta da quando è salito al potere sotto Nelson Mandela alla fine dell’apartheid nel 2015. , ha mostrato un rapporto.

Ciò rappresenterebbe un cambiamento epocale per il Sudafrica, dove l’African National Congress è stato dominante per trent’anni della sua nascente democrazia, e l’unico partito al governo che molti hanno conosciuto.

Più di 50 paesi andranno alle urne nel 2024

L’ANC in qualche modo ha ricevuto il maggior numero di voti ed era molto più avanti nei primi risultati, come previsto. Ma se non riuscisse a ottenere la maggioranza, potrebbe dover formare una coalizione per rimanere al governo, cosa mai accaduta prima nel Sudafrica post-apartheid. Senza una maggioranza, l’ANC avrà bisogno anche dell’aiuto di altri partiti per rieleggere il presidente Cyril Ramaphosa per un secondo mandato.

“Penso che stiamo assistendo a un enorme cambiamento nella politica sudafricana”, ha detto all’emittente nazionale SABC Susan Boysen, analista politica e professoressa emerita all’Università del Witwatersrand a Johannesburg.

Con circa il 27% dei voti conteggiati, questo è ancora solo un primo quadro dopo le elezioni di mercoledì. Si prevede che i risultati finali richiederanno giorni, e la Commissione elettorale indipendente afferma che saranno consegnati entro domenica, anche se potrebbero apparire prima.

I sudafricani aspettavano con impazienza di scoprire se il loro paese, l’Africa L’economia più avanzata, stava per entrare in una nuova era. Alcuni analisti hanno affermato che i risultati incompleti erano in realtà senza precedenti in termini di portata L’African National Congress, a lungo dominante A questo punto del conteggio era al di sotto della soglia del 50%.

READ  Le impressionanti richieste di Chandrababu alla NDA

I risultati sono stati annunciati da poco più di 6.000 seggi elettorali su oltre 23.000 seggi elettorali nelle nove province che compongono il Sudafrica, e il processo di conteggio dei voti era molto lontano. I risultati parziali mostrano che l’African National Congress ha ottenuto il 43% dei voti.

La peggiore prestazione dell’ANC alle elezioni nazionali è stata del 57,5% nelle ultime elezioni del 2019. Le proiezioni di un’agenzia governativa e della Sudan Broadcasting Corporation, basate sui risultati delle votazioni anticipate, stimavano che questa volta l’ANC alla fine avrebbe ottenuto circa il 42%. Si tratta di una diminuzione di oltre il 15%, che potrebbe essere un risultato sorprendente nel contesto del Sud Africa.

Se le previsioni continuano, l’ANC dovrà probabilmente co-governare e trovare un partner di coalizione, portando il Sudafrica verso l’ignoto. Fino alle elezioni di mercoledì l’ANC aveva dichiarato di essere fiduciosa di mantenere la maggioranza e di non aver fornito indicazioni su come avrebbe formato un governo di coalizione.

Il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa voterà mercoledì 29 maggio 2024 alle elezioni generali a Soweto, in Sudafrica. (AP Photo/Jerome Delay)

Il Sudafrica “ha dovuto forgiare una nuova direzione, ma senza una chiara indicazione di quale potrebbe essere”, ha affermato Thierry Tsilane, amministratore delegato dell’Africa Electoral Management Services Institute, un think tank elettorale. Lo ha descritto come un momento decisivo.

Queste elezioni È stato visto come un referendum diretto su un governo ininterrotto Partito del Congresso Nazionale Africanoche ha liberato il Sudafrica dal suo sistema di apartheid oppressivo e razzista nel famoso voto di tutte le razze del 1994, ma ha visto un costante calo di popolarità negli ultimi due decenni.

READ  Il rublo russo è sceso a un minimo storico rispetto al dollaro

“Restiamo ottimisti”, ha detto alla SABC il vice segretario generale dell’ANC, Nomvula Mokonyane.

In un’intervista separata, ha affermato che l’ANC ritiene che i primi risultati siano migliori di quanto alcuni si aspettassero.

Le persone si mettono in fila dopo il tramonto per votare in un seggio elettorale a Città del Capo, in Sud Africa, mercoledì 29 maggio 2024. I sudafricani hanno votato mercoledì nelle scuole, nei centri comunitari e in grandi tende bianche allestite in campi aperti durante le elezioni del paese .  Come i più importanti nel loro paese dalla fine dell'apartheid 30 anni fa.  Potrebbe collocare la democrazia emergente in un territorio inesplorato.  (AP Photo/Nardus Engelbrecht)

Le persone si mettono in fila dopo il tramonto per votare in un seggio elettorale a Città del Capo, in Sud Africa, mercoledì 29 maggio 2024. (AP Photo/Nardus Engelbrecht)

“Tutti guardavano all’ANC che avrebbe raggiunto una quota compresa tra il 36% e il 40% e siamo sicuri che supereremo tale percentuale”, ha affermato Mokonyane.

Quasi 28 milioni di persone su una popolazione sudafricana di 62 milioni sono registrate per votare.

Il Sudafrica è anche il paese più sviluppato del continente, ma sta lottando per risolvere la grave disuguaglianza che ha tenuto milioni di persone nella povertà decenni dopo la fine dell’apartheid. Che la disuguaglianza e la povertà sono diffuse Colpisce in modo sproporzionato la maggioranza nera, che costituisce oltre l’80% della popolazione del paese. Il Sudafrica soffre di uno dei peggiori tassi di disoccupazione al mondo, pari al 32%.

Gli elettori hanno ripetutamente citato la disoccupazione e altre questioni come gli scandali di corruzione dell’ANC, i problemi con i servizi governativi di base e l’aumento della criminalità violenta come le loro principali lamentele.

L’ANC ha dovuto affrontare un’opposizione più forte che mai in questo voto. Si sono registrati per partecipare più di 50 partiti politici, la maggior parte dei quali erano presenti alle elezioni nazionali e molti dei quali erano nuovi. Tante le voci dell’opposizione Ci si aspettava che si diffondesse tra una schiera di quegli altri partiti.

I risultati preliminari hanno mostrato che l’Alleanza Democratica ha ricevuto circa il 25% dei voti e il Partito dei Combattenti per la Libertà Economica circa l’8%. Sono il più grande partito di opposizione in Sud Africa. I risultati parziali riflettono anche il potenziale impatto immediato del nuovo partito MK dell’ex presidente Jacob Zuma, che si è rivoltato contro l’ANC da lui una volta guidato. Il KP ha ottenuto il quarto maggior numero di conteggi anticipati nelle sue prime elezioni ed è diventato un fattore importante nel drenare il sostegno dell’ANC.

I sudafricani votano per i partiti e non direttamente per il loro presidente alle elezioni nazionali. Questi partiti ottengono poi seggi in parlamento in base alla loro quota di voti e i legislatori eleggono il presidente. L’ANC ha sempre avuto una chiara maggioranza parlamentare dal 1994, quindi il presidente è sempre stato un ANC.

Il processo di elezione del presidente non sarà così semplice se l’ANC perderà la maggioranza.

La Commissione Elettorale si aspettava un’alta affluenza alle urne, che si è riflessa nelle scene di mercoledì in tutto il paese, quando i sudafricani si sono messi in fila fino a tarda notte per prendere la loro decisione. Lunghe e tortuose file di elettori nelle città, nei paesi e nelle campagne hanno fatto rivivere i ricordi delle elezioni finali del 1994 che hanno cambiato il paese.

Mentre i seggi elettorali chiudevano ufficialmente alle 21:00, le votazioni sono continuate per ore in molti luoghi poiché i funzionari hanno notato un aumento tardivo del numero di voti espressi nelle principali città come Johannesburg e Città del Capo. La Commissione elettorale ha affermato che gli ultimi voti sono stati espressi intorno alle 3 del mattino. Le norme stabiliscono che chiunque si presenti in fila al seggio elettorale entro l’orario di chiusura debba essere autorizzato a votare.

La determinazione dei sudafricani a resistere al freddo invernale fino a mezzanotte suggerisce che milioni di persone hanno accettato quanto siano importanti queste elezioni.

“Direi certamente che siamo di fronte a un momento di cambiamento”, ha affermato Jolene Stein-Kutz, ricercatrice senior sulla democrazia presso il Consiglio di ricerca sulle scienze umane in Sud Africa.

___

Gerald Imray ha riferito da Città del Capo.

___

IP Africa Notizie: https://apnews.com/hub/africa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto