Dicembre 6, 2022

Napoli Calcio Mania

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più sul Napoli Calcio Mania

Novak Djokovic ha rifiutato di entrare in Australia a causa di un’esenzione dal vaccino

Il tennista numero 1 al mondo Novak Djokovic ha viaggiato tutto il giorno da Dubai all’Australia mercoledì per iniziare il suo viaggio per difendere il campionato di singolare Australian Open.

Giovedì, dopo un assedio di 10 ore con funzionari governativi all’aeroporto di Melbourne, gli è stato detto di lasciare il paese, dove è stato rinchiuso durante la notte in una stanza per domande sulla validità del suo visto e sulle prove mediche. Esenzione dal vaccino contro il virus corona. Djokovic, 20 volte campione del Grande Slam e una delle più grandi star di questo sport, è stato esentato dalla partecipazione agli Australian Open nonostante non fosse vaccinato.

Djokovic non ha lasciato immediatamente il paese e giovedì la sua squadra ha presentato ricorso legale contro il verdetto. Il giudice ha detto che Djokovic sarebbe stato autorizzato a rimanere in Australia fino a lunedì, mentre i suoi avvocati aspettavano l’udienza.

Un portavoce della star del tennis non ha risposto subito alle richieste di commento. Poche ore dopo, i fan si sono radunati fuori dall’hotel di Melbourne dove si crede che Djokovic alloggi, sventolando bandiere serbe per protestare contro la sua decisione di rifiutare il visto.

La serie di eventi ha rappresentato una svolta sorprendente per Djokovic, che ha ricevuto un permesso speciale dell’ultimo minuto per giocare all’Open per più di 24 ore, imbarcandosi su voli intercontinentali, principalmente dal Primo Ministro australiano. Che non è stato accolto nel paese.

Presidente ad un certo punto Alexander Vusic Ha parlato con Djokovic in Serbia e ha criticato il governo australiano per aver ospitato la più grande star dello sport del suo paese.

Negli ultimi due anni questa epidemia ha devastato lo sport di ogni tipo. Le Olimpiadi estive di Tokyo sono state rinviate di un anno. I grandi eventi hanno avuto luogo in lotti liberi. I fuoriclasse sono stati isolati prima delle partite dopo essere risultati positivi al virus.

La situazione di Djokovic, una delle figure più polarizzanti del tennis, era applicabile a ognuna di esse. Ciò ha portato a uno scontro tra una superstar dello sport e il leader più potente in uno dei paesi più ricchi del mondo, dove funzionari di governo, cittadini, media e persino alcuni colleghi hanno criticato l’eccezione, provocando un cambiamento improvviso.

READ  40 La migliore t deteinato del 2022 - Non acquistare una t deteinato finché non leggi QUESTO!

Questa decisione promette di essere un altro punto di svolta nel dibattito sui vaccini, soprattutto in Australia, dove l’uguaglianza è considerata un principio sacro – e il cosiddetto “tennis” Open, ed è altamente auspicabile. Appare spesso come un’intera nazione di fanatici dello sport.

UN Rapporto Giovedì, l’Australian Border Force ha dichiarato: “Le nostre guardie di frontiera continueranno a garantire il rispetto delle nostre leggi e dei requisiti di ingresso”. Per soddisfare i requisiti di ingresso per l’Australia, Mr. L’ABF conferma che Djokovic non è riuscito a fornire prove adeguate e che il suo visto è stato successivamente revocato.

Secondo Djokovic, questa è la peggior controversia in una vita piena di cose recenti e più discutibili, e quasi tutto ciò che è causato dal comportamento di un campione. Su di esso.

Djokovic non si è mai vergognato di esprimere la sua opinione Viste insolite Scienza e medicina (una volta ha espresso sostegno all’idea che la preghiera e la fede possono purificare l’acqua tossica) e in diverse occasioni ha espresso la sua opposizione agli ordini sui vaccini, affermando che la vaccinazione è una decisione personale e personale. Tuttavia, non ha detto fino a questa settimana se era stato vaccinato.

Martedì, lui Annunciato Ha detto su Twitter che tutte le persone che entrano in Australia erano esentate dall’obbligo di essere vaccinate o isolate per 14 giorni. Poi si è imbarcato su un volo da Dubai all’Australia.

In una dichiarazione quel giorno, Craig Dyley, amministratore delegato di Tennis Australia, ha spiegato che i giocatori in cerca di esenzioni dovrebbero incontrarsi con un team di due professionisti medici. Questo processo comporta la modifica delle informazioni personali per garantire la privacy.

“Sono stati stabiliti protocolli equi e indipendenti per valutare le domande di esenzione medica, che ci aiuteranno a garantire che l’Australian Open 2022 sia sicuro e divertente per tutti”, ha affermato Daily. “Il fulcro di questo processo è sulle decisioni prese da professionisti medici indipendenti e tenute in debita considerazione da ciascun richiedente”.

In un’intervista televisiva di mercoledì, il Daily ha affermato che 26 giocatori hanno fatto domanda per le esenzioni e che sono state concesse “a pochi”. Secondo il Daily, il 99% delle oltre 3.000 persone che sono venute in Australia per il torneo sono state vaccinate. Alcuni degli esclusi avevano una condizione medica o il governo 19 negli ultimi sei mesi, anche se i funzionari sanitari australiani hanno affermato che non sarebbe stato sufficiente per entrare nell’ultima infezione alla fine dello scorso anno.

READ  40 La migliore borse lavoro donna del 2022 - Non acquistare una borse lavoro donna finché non leggi QUESTO!

Tennis Australia ha affermato che Djokovic è stato esentato da un gruppo indipendente nominato dal Victoria Department of Health.

Djokovic è atterrato all’aeroporto Tullamarine di Melbourne intorno alle 23:30 di mercoledì. A quel punto, era diventato la figura centrale nella tempesta di fuoco su come avesse ottenuto il permesso di entrare in Australia, che sta vivendo un aumento sorprendente dei casi di virus corona.

Il paese ha condotto una delle battaglie di maggior successo contro Govt-19, ma rimane Ha un prezzo alto. Il grave blocco è durato per diversi mesi. Fino a poco tempo fa, i confini internazionali erano in gran parte chiusi. I viaggiatori in arrivo dovevano aderire a un costoso isolamento di due settimane. Per molto tempo sono stati vietati anche i viaggi interni tra gli Stati. Il paese ha subito circa 2.200 morti, ma ne ha affrontati di più da quando ha aperto i suoi confini alla fine dello scorso anno. 30.000 casi al giorno.

Quando Djokovic è volato a Melbourne, il primo ministro australiano Scott Morrison ha chiesto all’autorità del governo di negare l’ingresso a Djokovic.

“Qualsiasi individuo che desideri entrare in Australia deve rispettare i nostri requisiti di frontiera”, ha detto Morrison.

“Stiamo aspettando la sua presentazione e quali prove ci fornisce per supportarla”, ha aggiunto Morrison. “Se queste prove non sono sufficienti, non sarà trattato in modo diverso da chiunque altro e tornerà a casa con il prossimo volo. Non dovrebbero esserci regole speciali per Novak Djokovic. Niente”.

READ  Moon della Corea del Sud si scusa per aver insultato l'ex presidente Park in mezzo a una feroce competizione presidenziale

Sempre mercoledì, il ministro dello sport ad interim del Victoria, Jala Bulford, proprietario del sito aperto Melbourne, ha affermato che il governo statale non sosterrà la domanda di visto di Djokovic. Pulford ha scritto su Twitter: “L’approvazione dei visti è una questione di competenza del governo federale”.

La sua dichiarazione segue i commenti del ministro degli Interni australiano Karen Andrews secondo cui il governo ha il potere di impedire a Djokovic di entrare nel paese. In una dichiarazione dal titolo,Le regole del confine australiano si applicano a tutti“Mentre il governo di Victoria e Tennis Australia consentono al giocatore non vaccinato di partecipare all’Australian Open, il governo del Commonwealth al confine australiano soddisferà le nostre esigenze”, ha affermato Andrews.

La decisione di concedere a Djokovic un’esenzione medica è stata accolta da una giuria di due esperti Sospetto e rassegnazione Da alcuni dei suoi commilitoni, e La rabbia Dagli australiani.

“Non credo che otterrò un’esenzione se non sarò vaccinato”, ha detto martedì il britannico Jamie Murray.

Altri hanno criticato il governo australiano per aver confuso il processo e aver maltrattato il numero uno al mondo.

Dennis Sandgren, un professionista americano contro l’ordine dei vaccini, ha dichiarato su Twitter che “l’Australia non è idonea a ospitare il Grande Slam”.

Djokovic, che ha vinto 20 titoli del Grande Slam con Rafael Nadal e Roger Federer, sarebbe stato desiderabile vincere il suo 21° titolo a Melbourne, dove ha vinto 9 volte. Melbourne ha una piccola ma energica comunità di stranieri serbi che assistono a tutte le partite di Djokovic alla Rod Laver Arena, la sede principale dell’Open, e gli offrono un raro supporto entusiasta dalla sua terra natale.

Mentre i tour professionali per uomini e donne non richiedono vaccinazioni, i funzionari del tennis sono alla mercé dei governi locali, statali e nazionali al potere di organizzare tornei. Se Djokovic ha bisogno di un vaccino per entrare nei paesi o di una vaccinazione lavorativa per un lavoro nel governo locale, Djokovic potrebbe affrontare queste situazioni in altre competizioni.

Gli Open di Francia, Wimbledon e US Open, che si svolgono in tarda primavera e in estate, non hanno ancora annunciato se sia necessaria la vaccinazione.

Andrea Das, Isabella Kwai, Livia Albeck-Ripka e Damien Cave Rapporto contributo.