Sunak nel Regno Unito punta sul Servizio Nazionale: cos’è e in quali paesi lo hanno? | Novità degli interpreti

Il primo ministro britannico Rishi Sunak si è impegnato a ripristinare il servizio nazionale obbligatorio se il partito conservatore al potere vincesse le elezioni nazionali del 4 luglio, innescando un dibattito a livello nazionale su una politica che la Gran Bretagna ha abbandonato più di 60 anni fa.

Secondo l’annuncio fatto domenica da Sunak, i diciottenni potranno scegliere tra lavorare a tempo pieno nelle forze armate o fare volontariato nella loro comunità.

Il leader conservatore, che spera di aumentare la popolarità del suo partito, che nei sondaggi d’opinione segue il Partito laburista all’opposizione, ha affermato che il piano favorirà “uno scopo condiviso tra i nostri giovani e un rinnovato senso di orgoglio per il nostro Paese.” “Il nostro Paese.”

I partiti dell’opposizione hanno criticato questo piano, affermando che le sue conseguenze sull’economia e sulla società non sono chiare.

Come viene svolto il servizio nazionale?

Il sistema di servizio nazionale proposto non è come la coscrizione obbligatoria, dove le persone sono legalmente obbligate ad arruolarsi nell’esercito per un periodo di tempo.

Dà invece ai giovani la possibilità di scegliere tra iscriversi a un programma di addestramento militare della durata di un anno o svolgere il servizio civile un fine settimana al mese durante lo stesso periodo di tempo.

Secondo la proposta, la prima opzione richiederebbe di fare domanda per uno dei 30.000 posti di lavoro militari “selettivi” riservati agli adolescenti considerati i “più brillanti e migliori” in settori quali la logistica, la sicurezza informatica, gli appalti e altri.

Pertanto, solo una piccola minoranza di diciottenni parteciperà a qualsiasi addestramento militare.

Il ministro degli Interni James Cleverley ha affermato che nessuno sarà incarcerato per non aver partecipato, ma che saranno imposte sanzioni non penali a coloro che si rifiutano, senza entrare nei dettagli.

Non ha specificato se si applicheranno esenzioni o se le persone che studiano o lavorano a tempo pieno potranno differire.

Non è chiaro se un anno di servizio militare sarà rimborsato, ma i conservatori hanno affermato che i potenziali incentivi potrebbero includere “colloqui rapidi” per programmi di laurea nei settori pubblico e privato e “incoraggiare” i datori di lavoro a prendere in considerazione coloro che hanno completato l’addestramento militare.

READ  Il rapporto di 60 Minutes afferma che la "sindrome dell'Avana" è collegata all'unità di spionaggio russa

Il partito ha detto che condurrà un’inchiesta pubblica con il compito di appianare i dettagli del piano in caso di vittoria delle elezioni.

Il suo obiettivo è quello di avviare un programma di test entro settembre 2025 e di attuare l’intero programma entro la fine della prossima legislatura, che potrebbe avvenire entro il 2029.

Il costo del progetto è stimato a 2,5 milioni di sterline (3,2 miliardi di dollari). Parte di questo importo sarà raccolto attraverso la “repressione dell’evasione e dell’elusione fiscale”, mentre il resto proverrà dal Fondo britannico per la prosperità condivisa, istituito per sostituire il sostegno finanziario dell’UE alle organizzazioni comunitarie dopo che il Regno Unito ha lasciato l’Unione.

Altri paesi hanno programmi simili?

L’addestramento militare obbligatorio per gli uomini di età compresa tra 17 e 21 anni è terminato nel Regno Unito nel 1960, anche se successivamente sono stati completati periodi di servizio differiti. Nel 2011, l’ex primo ministro David Cameron ha lanciato un programma volontario che prevedeva la partecipazione dei giovani a progetti comunitari, anziché al servizio militare, ma con una partecipazione limitata.

Secondo un sondaggio YouGov del 2023, il 64% dei britannici si oppone alla coscrizione obbligatoria, mentre i programmi volontari sono sostenuti dalla maggioranza della popolazione.

Molte democrazie impongono ancora una qualche forma di servizio militare obbligatorio, mentre la coscrizione obbligatoria è qualcosa che i governi di tutta Europa sono riluttanti a reintrodurre.

Secondo la World Population Review, 66 paesi hanno il servizio militare obbligatorio. Tuttavia, molti di loro non applicano più pienamente le regole.

Negli Stati Uniti, ad esempio, esiste ancora la leva obbligatoria, ma meno dell’1% della popolazione presta servizio militare. Si basa sulla coscrizione volontaria, ma dispone anche di un sistema di coscrizione obbligatoria – noto come servizio selettivo – a cui si può ricorrere in caso di necessità.

READ  Ministero degli Esteri: la diplomazia ucraina di Mosca era una "scusa"

Il governo tedesco ha sospeso il servizio militare obbligatorio nel 2011, quando le sue forze armate si sono trasformate in un corpo di volontari.

Il presidente francese Emmanuel Macron, il primo presidente francese a non prestare servizio militare, ha condotto una campagna per reintrodurre il servizio militare obbligatorio, terminato nel 1997. Nel 2021, ha introdotto un periodo volontario di un mese nel tentativo di promuovere il dovere civico e l’orgoglio nazionale.

Un numero minore di paesi impone ancora la coscrizione obbligatoria. In Finlandia, unico paese Nato confinante con la Russia, la coscrizione resta obbligatoria per gli uomini e volontaria per le donne, e la sua durata varia da 165 a 347 giorni. Anche la Norvegia ha un obbligo di servizio di 12-19 mesi, mentre la Svezia ha abolito il servizio militare obbligatorio nel 2010 ma lo ha ripristinato di 6-15 mesi nel 2018.

La Lettonia ha recentemente reintrodotto la coscrizione obbligatoria nel gennaio di quest’anno, dopo averla abolita nel 2006. L’Estonia ha mantenuto una forma di coscrizione obbligatoria sin dalla sua indipendenza nel 1991, ma ha recentemente ampliato la portata della coscrizione obbligatoria.

Il servizio militare obbligatorio è da tempo una questione controversa a Taiwan, dove è ampiamente impopolare tra i giovani nonostante le crescenti tensioni con la Cina. A gennaio, il periodo di coscrizione è stato esteso da quattro mesi a un anno, poiché Pechino ha intensificato la pressione sull’isola per far valere le proprie rivendicazioni di sovranità.

Anche il servizio militare è obbligatorio per tutti gli uomini brasiliani, ma i cittadini che vivono all’estero possono chiedere il congedo. Si stima che meno del 10% dei coscritti adempia ai propri obblighi di servizio di 10-12 mesi.

READ  Il Papa si ritira all'ultimo minuto dall'evento del Venerdì Santo “per preservare la salute” | Papa Francesco

Qual è la controversia che circonda la proposta?

Cleverley ha dichiarato alla BBC che il servizio nazionale lavorerà per coinvolgere nuovamente i giovani nella società in un momento in cui “molti vivono nella propria bolla”. Ha detto che questa politica “affronterà la divisione della società”.

“Vogliamo tornare a una situazione in cui i giovani si mescolano con persone – in diverse regioni, diversi gruppi economici, diverse religioni – per cercare di trovare un modo per affrontare il tipo di frammentazione che vediamo così spesso”. Ha detto il segretario.

Douglas Ross, leader dei conservatori scozzesi, ha affermato che il servizio nazionale obbligatorio sarebbe una “grande opportunità” per i giovani di arruolarsi nell’esercito, mentre il volontariato potrebbe affrontare la solitudine degli anziani nel sistema sanitario pubblico.

I partiti di opposizione hanno criticato questa proposta. Rachel Reeves, cancelliere ombra del Labour, ha detto alla BBC Radio che il piano era “uno stratagemma disperato dei conservatori senza alcun modo efficace per finanziarlo”.

Il leader liberaldemocratico Ed Davey ha affermato che i conservatori hanno “minato le forze armate per troppo tempo” e che i militari hanno bisogno di “soldati professionisti, non di persone che restano lì per un anno”.

Il vice leader del Partito nazionale scozzese Keith Brown ha detto di essere fortemente contrario all’idea. “È un bastone viscoso per coprire il calo degli investimenti nelle forze armate”, ha detto alla BBC Scotland Brown, un ex Royal Marine e veterano della guerra delle Falkland.

Pur sostenendo l’aumento della spesa per la difesa, ha affermato che la soluzione è una migliore retribuzione, alloggio e formazione per rendere la vita militare più attraente.

Il leader laburista scozzese Anas Sarwar ha affermato che i soldi dovrebbero essere spesi per “stabilizzare la nostra economia” per fornire migliori servizi sanitari e sociali ai residenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto