Fin dall'inizio Gmail ci ha condizionato a barattare la privacy con servizi gratuiti

Molto prima che Gmail diventasse abbastanza intelligente da completare le tue frasi, l'ormai onnipresente servizio di posta elettronica di Google stava indottrinando il pubblico con una regola che definiva l'era di Internet: se non paghi per il prodotto, il prodotto sei tu.

Quando Gmail fu annunciato il 1 aprile 2004, le sue nobili promesse e i tempi del suo rilascio è riportato La gente pensava che fosse uno scherzo. Non è stato il primo provider di posta elettronica basato sul Web: Hotmail e Yahoo! La posta esiste da anni, ma Gmail offre un servizio veloce, raggruppamento automatico delle conversazioni per i messaggi, funzioni di ricerca integrate e 1 GB di spazio di archiviazione, che è stato un grande passo avanti rispetto all'archiviazione cloud personale. Google Nel suo comunicato stampa si vanta che un gigabyte è “più di 100 volte” quello che offrono i suoi concorrenti. Tutto questo, gratuitamente.

Inoltre, come ci hanno insegnato Gmail e innumerevoli aziende tecnologiche, non esiste nulla di gratuito. L'uso di Gmail comportava un compromesso ormai comune: ottieni l'accesso al suo servizio e in cambio Google ottiene i tuoi dati. Nello specifico, il suo software può scansionare il contenuto delle e-mail dei titolari di account e utilizzare tali informazioni per offrire loro annunci pubblicitari personalizzati nella barra laterale del Sito. Nel bene e nel male, è un approccio brillante.

“A seconda della tua opinione, Gmail non può essere reale, o può rappresentare il massimo dell'arroganza aziendale, soprattutto se proveniente da un'azienda il cui motto è 'non essere cattivo'”, ha scritto il giornalista tecnologico Paul Putin. Ardesia All'avvio di Gmail. (Bodin, uno dei suoi primi tester dei media, ha scritto favorevolmente sulla scansione della posta elettronica di Google, ma ha suggerito alla società di implementare un opt-out in modo che gli utenti non lo rifiutino del tutto.)

READ  Le Migliori 10 suzuki samurai del 2024: La Classifica Approvata dagli Esperti

C'è stata una reazione immediata da parte di coloro che vedevano Gmail come un incubo per la privacy, ma è cresciuto e ha fatto molto rumore, grazie al suo status di solo su invito nei primi anni, che ha alimentato un mercato di rivendita per gli inviti Gmail. $ 150 al pezzo, rispettivamente Tempo. Nonostante il calore che Google ha avuto per oltre un decennio sulle sue pratiche di scansione della posta elettronica legate alla pubblicità, ha iniziato a guadagnare terreno nel 2007 e nel 2010 con il lancio pubblico di Gmail.

perché no? Se Gmail dimostrasse qualcosa, la maggior parte delle persone accetterebbe tali termini. O almeno non si preoccupa abbastanza da leggere attentamente le clausole scritte in piccolo. Nel 2012 Gmail divenne il più grande del mondo Servizio email, 425 milioni di utenti attivi.

Altri siti hanno seguito l'esempio di Google e hanno stipulato accordi simili nei loro termini di servizio, quindi le persone che utilizzano il prodotto acconsentono automaticamente alla raccolta dei dati e ad alcune forme di condivisione. Facebook Ho iniziato a integrare annunci mirati Basato sulle attività online dei suoi utenti nel 2007, questa pratica è diventata un pilastro del successo dei social media.

Le cose sono cambiate molto negli ultimi anni, tuttavia, con l’ascesa di un pubblico più esperto di tecnologia e un maggiore controllo da parte delle autorità di regolamentazione. Gli utenti di Gmail hanno provato a portare in molti casi Azioni legali collettive è finita Problema di scansionee nel 2017 Google ha finalmente ceduto. Quell'anno, la società annunciò che le email degli utenti regolari di Gmail non sarebbero più state scansionate per la personalizzazione degli annunci (un trattamento già in atto per gli account Gmail aziendali a pagamento).

READ  40 La migliore kefir in commercio del 2022 - Non acquistare una kefir in commercio finché non leggi QUESTO!

Google, ovviamente, raccoglie ancora i dati degli utenti in altri modi e utilizza le informazioni per pubblicare annunci più pertinenti. Esegue comunque la scansione delle e-mail per motivi di sicurezza e per abilitare alcune delle sue funzionalità intelligenti. E l’azienda ha preso fuoco di nuovo nel 2018 Il giornale di Wall Street La scoperta che consente agli sviluppatori di terze parti di eseguire la scansione delle caselle di posta Gmail degli utenti ha spinto Google a rispondere ricordando agli utenti che è in loro potere concedere e revocare tali autorizzazioni. COME CNET Corrispondenti Laura Houdala e Richard Nieva In seguito scrisse che la risposta di Google si riduceva più o meno a: “Questo è ciò per cui ti sei iscritto”.

In effetti, la registrazione utente era una sofisticata piattaforma di posta elettronica che all'epoca superava gli altri servizi e lo fa ancora in molti modi. Ciò ha reso più facile per alcuni digerire le preoccupazioni sulla privacy. Fin dal suo inizio, Gmail ha fissato standard molto alti con il suo set di funzionalità gratuite. Non vincolati a un'applicazione desktop, gli utenti possono inviare improvvisamente file fino a 25 MB e controllare la posta elettronica da qualsiasi luogo purché dispongano di una connessione Internet e dell'accesso a un browser.

Ha reso popolare il cloud e la tecnica JavaScript AJAX, Cablato Viene menzionata una sezione sul decimo anniversario di Gmail. Ciò ha reso Gmail dinamico, consentendo alla casella di posta di aggiornarsi e pubblicare automaticamente nuovi messaggi senza che gli utenti debbano fare clic sui pulsanti. Ha più o meno eliminato lo spam, filtrando i messaggi spazzatura.

Tuttavia, il primo lancio di Gmail venne visto da molti come una grande scommessa per Google, che si era già affermato con il suo motore di ricerca. “Molte persone pensavano che fosse una pessima idea dal punto di vista del prodotto e della strategia”, ha affermato il creatore di Gmail Paul Buchheit. Tempo Nel 2014. “La preoccupazione è che non abbia nulla a che fare con la ricerca su Internet.”

READ  Risultati dal vivo di WWE WrestleMania 40: la preparazione dalla prima alla seconda serata

Le cose andarono bene e il dominio di Gmail si rafforzò. Gmail ha superato la soglia del miliardo di utenti nel 2016 e da allora ha raddoppiato il suo numero. È ancora in prima linea nell'innovazione della posta elettronica 20 anni dopo il suo debutto su Internet, incorporando funzionalità più avanzate per ricevere e rispondere alle e-mail (che, francamente, è un temuto compito quotidiano per molti di noi). Facilmente. Gmail potrebbe aver eventualmente cambiato il suo approccio alla raccolta dei dati, ma il precedente che ha creato è ora profondamente radicato nello scambio di servizi su Internet; Le aziende estraggono tutti i dati che possono dai consumatori Quando Potrebbero scusarsi più tardi.

Questo articolo contiene link di affiliazione; Se fai clic su tale collegamento ed effettui un acquisto, potremmo ricevere una commissione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto